Genitori a scuola: la via del cuore

by

Come promesso, oggi vi farò un resoconto dettagliato di una lezione della dott.sa Takipirina ( Nice Bonomi ), ideatrice del corso, nonché massimo rappresentante della clownterapia, tra le allieve predilette del caposcuola  Patch Adams,  lezione tenuta ieri sera alle 20 e trenta  presso l’Istituto Pasquale Agazzi di Brescia.

Con mia moglie Natalina mi sono seduto in un aula unendomi ad una quarantina di studenti, per lo più mamme attente, di cui alcune incinte, e qualche timido papà un po’ nascosto: tutti però convinti dell’importanza della loro presenza in questo viaggio nell’anima alla ricerca della chiave in grado di riaprire le porte dell’armonia e della serenità necessari in una famiglia per il buon svolgimento dei compiti e dei doveri dei genitori nei confronti dei figli.

E’ stato sottolineato immediatamente il fatto che la famiglia attuale si trova a doversi confrontare con problematiche superiori rispetto alla vecchia famiglia patriarcale postbellica. Superata l’euforia del boom economico degli anni ’60, l’incombere dei problemi susseguenti ai  grandi cambiamenti verificatisi negli usi e nei costumi ( aumento delle esigenze che hanno portato bisogni considerati secondari, se non terziari, ad assumere ruoli di primaria necessità, per cui uno stipendio in casa non bastava più) hanno fatto sì che i ruoli nella famiglia si modificassero. Il padre doveva aumentare le proprie entrate con straordinari o lavoretti extra, la madre, pur non rinunciando ai doveri materni, era costretta a sdoppiarsi ed a cercare attività lavorative remunerate da affiancare a quelle di casalinga, e i figli… i figli dovevano imparare a sbrigarsela da soli molto presto, fin da piccoli, tra asili nido e scuole a tempo pieno, e grandi sedute davanti alle balie tecnologiche, quali la tv, videogiochi, internet, etc.

https://i1.wp.com/3.bp.blogspot.com/_RFyk-gHPznc/SAxVSJJc5OI/AAAAAAAABEg/s7yKUe-rknI/s320/bambini_tv_021103.jpg

Risultato: ognuno per i fatti propri. Perdita di colloquio, aumento del bisogno affettivo,  sempre più represso e carente. Ed ecco affiorare la paura, paura di non essere amati e di essere messi da parte, dimenticati… paura di un coniuge nei confronti dell’altro, di un bimbo che si sente trascurato… paura che, dopo vari passaggi, arriva a trasformarsi in rabbia, rabbia che può sfociare in un rinchiudersi in se stessi o nel reagire con atteggiamenti aggressivi… Inizio di incomprensioni, guerre, disgregazioni di nuclei familiari; figli sempre più soli, allo sbando e che si rifugiano, benché poco più che adolescenti, nell’uso e nell’abuso di droghe e di alcol.

Quale rimedio propone la nostra dottoressa  Takipirina… un ritorno dei genitori fra i banchi di scuola per intraprendere tutti insieme un viaggio nell’anima alla ricerca dei valori e della via del cuore, … un viaggio dove la maggior parte di noi,  così abituata al dolore, non pensi che l’idea di poter vivere felici in ogni momento possa sembrare impossibile, …un viaggio dove l’azione più rivoluzionaria che chiunque di noi possa compiere sia quella di essere felici sempre,…un viaggio dove per ritornar bambini bisogna capire prima se noi lo siamo stati, … un viaggio che ci imponga di ritrovare il sorriso e la speranza per donarli ai nostri figli e farli loro…

… un viaggio che può sembrare utopistico solo a chi ha perso il calore e i colori di un dono così bello e unico come è quello della vita; un viaggio, che però, se intrapreso nel giusto modo e con il giusto spirito, pur se affrontato da pochi all’inizio, può rivelarsi nel tempo un percorso vincente da indicare con amore a tutti coloro che ne sentano il bisogno.

Noi di Famiglie d’Italia, ed in particolare il sottoscritto per gli incarichi ricevuti e assunti, ci impegneremo ad affiancare ed a  rendere pubblico e replicabile tutto ciò che servirà a riportare il mondo verso itinerari più consoni ed equilibrati, che permettano a tutti di  scoprire  quanto sia bello affrontare insieme ai nostri cari il sorgere di un nuovo giorno, sentendosi positivi…gioiosi…entusiasti!

Umberto Napolitano

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: