Di Pietro e Franceschini… ascoltate Lucia Annunziata

by

Ieri, seguendo la puntata di Ballarò, ho avuto la conferma della coerenza e dell’onestà politica di Lucia Annunziata, colei che non fece sconti a Silvio Berlusconi durante una sua intervista, ma che non esitò a contestare la parzialità di Michele Santoro abbandonando clamorosamente la sua trasmissione Anno Zero. Durante il dibattito di ieri sera, ad un certo punto Antonio Di Pietro, a corto di argomenti, ha ribadito il concetto che la notorietà ed il successo del premier sono dovuti esclusivamente al martellamento mediatico delle sue televisioni e dei suoi giornali. Lucia Annunziata, senza scomporsi, è intervenuta consigliandogli di abbandonare definitivamente la tesi di tale alibi ormai non più proponibile, additandolo come un errore politico di valutazione dell’avversario. Ha aggiunto che i motivi vanno ricercati altrove, nel modo sbagliato o insufficiente di proporre politica da parte dell’opposizione, tirando in ballo anche Dario Franceschini. Naturalmente, non le è stato facile continuare nelle sue argomentazioni, sopraffatta dalle voci di coloro che non erano d’accordo… il solito vizio.

Ora, come possono continuare Di Pietro e Franceschini a sostenere la loro tesi? L’ho già fatto notare in un precedente mio articolo, ma mi pare giusto ricordarlo anche ora: la mattina di un italiano che si interessa dei fatti della politica si apre con La 7 e le discussioni sul tema ” Caro Silvio… “, chiaramente critiche e di parte, non dimenticando L’infedele serale di Gad Lerner. Su Rai 2 Anno Zero picchia senza esclusione di colpi; Rai 3, da Ballarò, a Parla con me, ai vari Tg è un martellamento unico anti berlusconiano. E i giornali?… Il Corriere della Sera e la Repubblica, i maggiori quotidiani, non inneggiano certamente al Cavaliere. Insomma, a parte Fede, schieratissimo a favore, e il Giornale e Libero,  quest’ultimo non sempre, visto che Italia 1 e Canale 5 pensano più al commerciale che al resto, dov’è tutto questo potere mediatico?

Lucia Annunziata ha ragione: il predominio di Berlusconi è dovuto alla mancanza di argomenti di un’opposizione confusa e senza anima. Questo noi lo stiamo disperatamente sottolineando da tempo, in attesa, fiduciosi, di qualche, anche timido, segnale di risveglio.

Umberto Napolitano

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: