Adottiamo una famiglia in difficoltà… offrendole una spesa al mese

by

Dal Papa allarme disoccupati "Siete troppi, ma non scoraggiatevi"Dalla piazza di Romano Canavese, il piccolo paese ai piedi delle Alpi che lo ha accolto per l’Angelus, Benedetto XVI è tornato ad occuparsi del problema della disoccupazione dovuta alla tremenda crisi internazionale, tema già affrontato seriamente nella recente enciclica ” Caritas in veritate “, nella quale imponeva alla società di distribuire ” un lavoro decente a tutti “. Benché dal titolo di Repubblica  ” Dal Papa allarme disoccupati “, sembra scaturire il solito messaggio negativo e pessimistico, inoltrandosi nella lettura dell’articolo viene invece evidenziato il contrario, e cioè… “ Benedetto XVI non si abbandona però al pessimismo e verso chi soffre rivolge parole di speranza: Cari amici, non scoraggiatevi! La provvidenza vi aiuterà. E voi lo sapete bene – ha concluso – perché i vostri nonni furono costretti ad emigrare per carenza di lavoro, ma poi lo sviluppo economico ha portato benessere e altri sono immigrati qui dall’Italia e dall’estero . “

Quindi, il Suo è stato un messaggio d’amore e di speranza, messaggio al quale noi ci uniamo invitandovi, sin da oggi lunedì 20 luglio, ad affrontare la settimana con la grinta, la determinazione e l’estro che sono le nostre migliori qualità… ed anche, come dice il Papa, con la speranza nel cuore… quella speranza che ci sostiene e ci convince che anche nei momenti peggiori non saremo mai del tutto soli. Noi siamo un Paese che, benché si dica a volte il contrario, è molto solidale non solo con i propri cari, ma anche con le persone estranee che vediamo bisognose d’aiuto. E’ arrivato il momento di dimostrarlo ancora una volta:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia – click on –

Umberto Napolitano

Annunci

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: