Sondaggio Euromedia: il Piano Casa tra le ragioni della fiducia a Berlusconi al 68,2 %

by

piano casa fotoIl Piano Casa famiglie è tra le priorità degli italiani: ciò viene messo in risalto dall’ultimo sondaggio Euromedia che, tra le ragioni addotte dai mille intervistati nel confermare la fiducia al Premier Silvio Berlusconi ( 68,2 % ) ed al suo governo ( 56,1 % ), sottolineano che ” il piano casa sta a cuore più dei casini e dei pruriti della< signora> D’Addario “.

Noi di Famiglie d’Italia non possiamo che confermare quanto sopra. Da tempo ormai asseriamo che siamo ” stanchi ” di gossip e di polemiche che poco hanno a che vedere con le nostre esigenze. Non è che accettiamo tutto, ma le chiacchiere non accompagnate da verità accertate ormai non ci interessano più, specialmente quando allontanano l’attenzione dai veri problemi nei quali ci districhiamo con sempre maggiori difficoltà. Le beghe politiche non ci interessano se le ragioni sono futili: maggioranza e opposizione devono confrontarsi su cose serie!… Chi non lo fa perde punti e fiducia, ed in questo momento ci dispiace in modo particolare per il Pd ed il suo segretario ad interim Dario Franceschini, che desidereremmo più forti e più concreti nelle loro ragioni all’alternanza.

Ritornando al Piano Casa, le nostre aspettative sono molte perché vedono al di là delle semplici ristrutturazioni, ampliamento e costruzione di nuovi appartamenti. Vedono la possibilità di una macchina enorme che può rimettersi in moto e ricreare fonti di reddito e di lavoro. Noi, di Famiglie d’Italia, stiamo elaborando dei progetti che ben presto, mettendoli in moto prima con le nostre sole forze, metteremo a disposizione della collettività in tutti gli elementi che avranno ottenuto risultati positivi. Per ora consideratelo solo un ” annuncio ” estivo in attesa di conferme ed attuazioni autunnali.

Umberto Napolitano

Comunicazione giornaliera per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia – click on –

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: