Caritas in veritate, ad un mese dalla pubblicazione di Benedetto XVI

by

Benedetto XVI firma l’enciclica Caritas in veritate

L'enciclica sociale Caritas in veritate "Lavoro decente per tutti. No al precariato"“I pericoli della povertà”. Il Pontefice è preoccupato per l’aumento del divario tra poveri e ricchi: “La povertà ha un impatto negativo sul piano econonomico e mette a rischio la democrazia”. E’ una finanza senza etica ad aver fatto deragliare l’economia reale, provocando l’attuale crisi economica mondiale, spiega il Papa nella sua enciclica sociale  ad un mese esatto della pubblicazione. « Dio è carità » (Deus caritas est): dalla carità di Dio tutto proviene, per essa tutto prende forma, ad essa tutto tende. La carità è il dono più grande che Dio abbia dato agli uomini, è sua promessa e nostra speranza… La carità è amore ricevuto e donato… Bisogna poi tenere in grande considerazione il bene comune. Amare qualcuno è volere il suo bene e adoperarsi efficacemente per esso… Volere il bene comune e adoperarsi per esso è esigenza di giustizia e di carità… In una società in via di globalizzazione, il bene comune e l’impegno per esso non possono non assumere le dimensioni dell’intera famiglia umana, vale a dire della comunità dei popoli e delle Nazioni [5], così da dare forma di unità e di pace alla città dell’uomo, e renderla in qualche misura anticipazione prefiguratrice della città senza barriere di Dio…

Questi sopra riportati sono alcuni passaggi dell’enciclica di Benedetto XVICaritas in veritate ” ad un mese esatto dalla sua pubblicazione. Per chi volesse leggerne il contenuto intero potrà trovarlo su questo blog, sulla destra, alla voce ” Pagine “. Da essa scaturisce un messaggio chiaro: la salvezza della società sta nella carità e nell’aiuto dei più deboli.

Famiglie d’Italia ha compreso il messaggio e lo ha fatto suo, non accontentandosi di confidare solo sugli interventi, benché importanti e necessari, del governo Berlusconi. Non credendo nell’efficacia, non essendone in grado, di creare un conto corrente nel quale far affluire le vostre offerte per poi destinarle alle persone più bisognose, ha lanciato la campagna ” Adottiamo una famiglia in difficoltà “, ed ha lasciato  a voi il compito di individuare fra le famiglie che conoscete, quella più  in difficoltà per offrirle una settimana di spesa, l’ultima, quella di solito più difficile da gestire. Confidiamo nella sensibilità e nell’intelligenza di chi ci legge e nel suo comprendere l’importanza della solidarietà da parte di chi può in momenti così duri: è il solo modo per ritrovare la luce alla fine del tunnel.

Umberto Napolitano

Comunicazione giornaliera per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia – click on –

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: