La benzina rincara… e le stelle stanno a guardare

by

e le stelleIn concomitanza con i grandi esodi vacanzieri, senza alcun pudore e rispetto per la povertà di chi osa permettersi  un po’ di svago per ricaricare le batterie e rifare il pieno al proprio cervello che ha le stesse necessità di un serbatoio svuotato, le grandi compagnie petrolifere, a cominciare dall’Agip nazionale, i grandi cartelli, aumentano il prezzo della benzina rimpinguendo i loro salvadanai e togliendo risorse ad altre  attività imprenditoriali meno importanti, anche se necessarie per riequilibrare organismi spossati, come quelle che ti permettono di gustarti un buon gelato, una pizza in compagnia, un film al chiaro di luna, una gita ad un museo o a degli scavi archeologi… insomma, quei pochi euro tanto faticosamente risparmiati e destinati a un qualcosa di diverso e di speciale, vengono succhiati senza pietà da vampiri esosi ed insaziabili.  Sì, perché i soldi sono quelli che sono e se uno stomaco vuoto viaggia e raggiunge la meta, un auto a secco, no…  e questo i petrolieri lo sanno e se ne approfittano, anche se sono talmente ricchi da non apprezzare i piccoli diversivi dei poveretti. Però, con i soldi che ci hanno alleggerito sono in grado di fare cose eclatanti e geniali, a volte esagerate, come pagare   i giocolieri del pallone con cifre da superenalotto per non vederseli girare intorno con facce tristi…  e a volte generose, come regalare milioni a iosa ad un  ex allenatore di giocolieri, senza lavoro, ma con una cassa integrazione al 100% degli stipendi pattuiti. … Tanto, ” chissenefrega “, i tifosi sono contenti, gli altri assuefatti e le stelle? … quelle politiche di destra, di sinistra e di centro che cosa fanno mentre i loro sudditi meno fortunati soffrono e mugugnano stringendo i denti e la cinghia?… le stelle stanno a guardare… impotenti, immobili come statue di cartone, scatole vuote e secche… come le nostre tasche.

Cercate di ravvedervi un po’ tutti, speculatori e stelle, e di iniziare a migliorare  questa situazione insostenibile proprio adoperandovi nel correggere gli squilibri più evidenti, se no continuate  pure a turarvi il naso e a  far finta di niente… però la notte, quando provate a pregare e a chiedere scusa al Signore, abbiate almeno il pudore  di vergognarvi un po’.

Umberto Napolitano

Comunicazione giornaliera per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia – click on –

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: