Wilma Goich vittima e giustiziera dell’usura…

by

wilmaQuest’immagine è l’omaggio alla grinta di una donna e di un’artista che tale rimane indipendentemente dai risvolti della vita. Non racconto i fatti che hanno portato a far lievitare un prestito di poche migliaia di euro fino a farlo divenire una cifra improponibilei:  tali fatti sono stati ben documentati dalla cronaca di questi giorni. Ne racconto in poche righe sprazzi di carriera di una cantante che ha scritto pagine indelebili della musica leggera e popolare italiana sia come solista sia in coppia con l’ex compagno e collega Edoardo Vianello: basta cliccare su Wilma Goich – Wikipedia. Preferisco, invece, sottolineare il suo coraggio nel denunciare, a rischio della propria incolumità, e nel fare arrestare gente senza scrupoli che ha esagerato nello speculare sulle difficoltà altrui, trasformandosi così da vittima a giustiziera, anche per conto di coloro che non sono stati  capaci di tirare fuori attributi similari. Ho definito Edoardo Vianello ex compagno e non ex marito… perché quando sei stato sposato ed hai amato veramente una donna, finito l’amore e cancellato il matrimonio, trovo difficile immaginare che uno che è stato e si è sentito veramente un marito possa rimanere impassibile o non conoscere a fondo risvolti così gravi, indipendentemente dal fatto di essere intervenuto già varie volte a tappare dei buchi causati da una gestione dei soldi abbastanza disinvolta da parte della ex moglie.

vianello

Una donna con la quale hai avuto una figlia, quindi le carni si sono fuse per amore creando vita nuova, deve essere tutelata per la vita…indipendentemente dai suoi errori. Però questo è solo un mio pensiero che nulla toglie al diritto di ognuno di comportarsi come meglio crede, perchè nessuno, io per primo, può ergersi a giudice… il fatto è che io ” tifo ” sempre per il più debole e, poi, ho conosciuto Edoardo e Wilma ( allora  facevo il cantante, ) quando si erano appena sposati e mi piacevano tantissimo, belli a vederli su un palco insieme e ancora più belli frequentandoli nella vita di tutti i giorni quando ci si incontrava ad una manifestazione canora o in una casa discografica. Anch’io e mia moglie ( il nostro percorso, per fortuna, è stato diverso e siamo ancora insieme ) ci emozionavamo sempre quando cantavano in due sorridendo e guardandosi negli occhi… ci sentivamo anche noi ” gente di borgata “. Comunque Wilma ed Edoardo, indipendentemente dall’epilogo della loro favola, rimangono gente di borgata vera che non si arrende e combatte, perchè se di Wilma sapete tutto, di Edoardo non sapete che, in qualità di Presidente di un’Associazione ( IMAIE ) che recupera e spartisce soldi spettanti di diritto ad artisti e musicisti, sta combattendo  da solo una battaglia contro chi questa Associazione vorrebbe sciogliere ed, in qualche modo, appropriarsi di questi soldi per destinarli ad altri usi.

Allora, Edoardo, non darmi dell’impiccione anche se ne avresti ben donde in quanto non conosco i tuoi problemi ne tutte le volte che già in qualche modo sei intervenuto… però, se ce la fai, trova ancora una volta lo stimolo per cercare di aiutare Wilma a mettere un po’ d’ordine nella sua vita, anche se magari lei non vuole… perché , indipendentemente da quanto accaduto nel tempo, per molti di noi, voi rappresentate ancora un sogno… quello dei Vianella, sul palco e nella vita.

Umberto Napolitano

Comunicazione giornaliera per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia – click on –

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: