Dal meeting Rimini di Cl, un messaggio di speranza

by

meeting_intDomenica si è aperto il XXX meeting di Rimini di Comunione e Liberazione: «Questi trent’anni di vita del Meeting sono stati un avvenimento di conoscenza; una possibilità di incontro e conoscenza del mondo», con queste parole, pronunciate durante la conferenza stampa d’apertura, il presidente del Meeting di Rimini Emilia Guarnieri ha riassunto tre decenni di storia della manifestazione, dalla prima edizione del 1980 sino al titolo di quest’anno, “La conoscenza è sempre un avvenimento”. Sarà una settimana ricca di avvenimenti e di incontri ( Il programma completo è disponibile sul sito www.meetingrimini.org ) con la partecipazione di ospiti illustri come come l’ex premier britannico Tony Blair, il governatore di Bankitalia Mario Draghi, il presidente del Senato Renato Schifani, il filosofo Rémi Brague, i premi Nobel per la fisica John Mather e Charles Townes, la giurista Mary Ann Glendon, l’ex governatore della Florida Jeb Bush, l’imprenditore dei media James Murdoch, il cantautore Enzo Jannacci e il compositore Ennio Morricone.

Insomma, un bel pacchetto, a cui si aggiungono il ministro dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti, Pierluigi Bersani, Enrico Letta e vari esponenti del mondo politico, imprenditoriale, finanziario e sindacale; di giustizia con il ministro Angelino Alfano e il vicepresidente del CSM Nicola Mancino.

https://i1.wp.com/www.ilsussidiario.net/img/autori/Scholz_Bernhard.jpgI media stanno dando ampio risalto all’evento ed io, personalmente ho trovato molto interessante l’intervento a Tg24 di Bernhard Scholz, 51 anni, presidente della Compagnia delle Opere (Cdo), l’associazione che aggrega 34mila piccole e medie aziende. Egli ha affermato che «Per affrontare la crisi e rilanciare le aziende la prima necessità è un sostegno umano e professionale all’imprenditore»… e questo è il messaggio sul quale Famiglie d’Italia vuol sottolineare l’attenzione, perché come da tempo andiamo ripetendo, speculatori e banche non considerando il consiglio sopra riportato, rischieranno un giorno di trovarsi definitivamentei senza lavoro per fallimento sociale, definitivo. … E proprio a riguardo Bernard Scholtz ha rilasciato due giorni fa una lunga intervista al Sole 24 Ore, analizzando le varie cause che hanno portato all’attuale crisi finanziaria e sottolineando, rifacendosi al tema del meeting di quest’anno ” La conoscenza è sempre un avvenimento “, che  «anche la crisi è nata da un problema di conoscenza, cioè di perdita di significato del valore dell`impresa e del lavoro, che non può essere solo massimizzare il profitto»… Di questa intervista ho ripreso alcuni passi per riproporveli integralmente:

…Intanto il cammino per uscire dalla crisi resta lungo. Che cosa chiedete al governo?… Di accelerare i pagamenti della Pubblica amministrazione, fattore vitale anche per molte imprese non profit. Di mantenere vivi e vitali gli ammortizzatori sociali anche nei prossimi mesi. Di rendere concreti gli incentivi agli investimenti e la moratoria sui crediti. Tutto questo è assolutamente necessario perché le imprese possano toccare
la ripresa ancora vive e in condizioni di ripartire…

… Tra gli incontri in programma anche “Banche e imprese: un rapporto da ricostruire?”. Che cosa c`è che non va? … Il rapporto è diventato più difficile. Chiediamo alle banche di valorizzare di più le capacità imprenditoriali e innovative delle piccole e medie imprese, come patrimonio meritevole di credito e aiutare così le aziende ad agganciare la ripresa. Questo richiede anche di rivisitare certe rigidità di Basilea 2. La Cdo stessa è impegnata nel rafforzare rapporti di fiducia fra banche e imprese …

… Come giudica il modo con cui il governo si è mosso sinora per montare la crisi? … Lo ha fatto in modo flessibile e positivo. Si dovrebbe fare di più sul fronte della riduzione delle tasse, ma qui capisco che bisogna fare i conti con il pesantissimo fardello del debito pubblico …

… Contrariamente alle previsioni, però, il premier Silvio Berlusconi non è stato invitato. I rapporti si sono raffreddati dopo le indiscrezioni sulla sua vita privata? … Berlusconi è già venuto al Meeting in passato tre volte e quest`anno sarà presente gran parte dei ministri del suo governo, da Franco Frattini a Mariastella Gelmini; da Giulio Tremonti ad Angelino Alfano…

… È stato invece invitato e sarà presente il candidato leader del Pd Pier Luigi Bersani. Una scelta di campo in vista della sfida con Franceschini al congresso di ottobre?… Non vogliamo dare alcuna indicazione al Pd che farà le sue scelte. Bersani è ospite da anni del Meeting. Lo abbiamo sempre invitato perché lo riteniamo un interlocutore serio. Tra i ministri presenti anche Mariastella Gelmini con cui discuterete del manifesto “Una scuola che parla al futuro” che la CDO sta diffondendo in migliaia di copie in tutt`Italia. Il messaggio del nostro manifesto è che l`educazione deve tornare al centro del sistema scolastico. Chiediamo più autonomia per le scuole; più valore alla professionalità degli insegnanti; più libertà di scelta per le famiglie, potenziando il sistema della parità; percorsi di studio più flessibili e personalizzati; un sistema esterno di valutazione, per gli istituti statali e non statali, che consenta di comprendere la qualità del lavoro svolto.

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia – click on –

Comunicazione giornaliera ( fino alla noia ) per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: