Mauro/Berlusconi-Feltri/Boffo…il conflitto degli dei, e il popolo sta a guardare

by

CaosNell’articolo da noi pubblicato su questo blog il 14 agosto avevo pregato il buon parroco don Angelo Gornati da Limbiate, di non aggiungere benzina sul fuoco continuando a lamentarsi con l’Avvenire, perché il suo direttore non aveva proseguito abbastanza nella campagna contro i ” presunti “ comportamenti libertini del Premier Berlusconi… e questa mia preghiera era stata giustificata dal fatto che lo stesso Gesù aveva ammonito chiunque a ” non giudicare per non essere giudicato “, cosa che  alla fine si è puntualmente verificata con lo scoppiare del recentissimo caso, noto a tutti, Feltri/Boffo… E questo, soprattutto, perché il Messia aveva insegnato, anche e soprattutto, ad amare il proprio prossimo, specialmente quello più bisognoso di ” cure spirituali ” e non a lapidarlo, perché ben pochi si potevano fregiare del diritto di ” scagliare la prima pietra “, specialmente la Chiesa, purtroppo, che per cattivi comportamenti perpetuati da ” alcuni  suoi uomini ”  , tralasciando i vari casi di pedofilia e omosessualità dei tempi attuali, ma citando storture già presenti nei secoli addietro, aveva fornito degli esempi orrendi come, rivangando su un caso proposto sere fa in Tv, quello di Papa Paolo IV, il quale nella metà del XVI secolo, con la bolla papale ” Cum nimis absurdum “, istituì la creazione del tristemente noto Ghetto di Roma, per chiudervi dentro, la notte, tutti gli ebrei della città.

paolo VI

Ma non  solo, Paolo IV, il Cardinal Gian Pietro Carafa, fu anche il promotore dell’Inquisizione romana che fu causa di orrende esecuzioni, tipo la condanna inflitta ad un giovane studente protestante, Pomponio de Algerio, a morire il 19 agosto 1556 bruciato vivo in una caldaia di olio bollente, sotto gli occhi increduli ed atterriti del popolo di Roma… cose talmente terribili che i Talebani attuali potrebbero essere, per assurdo, paragonati a dei timidi parroci di campagna.

Ricordo sempre, a chi sta leggendo, che il sottoscritto è un cristiano credente e devoto… a Dio, però. E questo perché molti dei suoi predicatori hanno scordato compiti e ruoli, non mediando ma contribuendo ad inasprire, facendo sì che le polemiche… continuino ad infuriare tremende sulle prime pagine dei quotidiani e sugli schermi televisivi: Ezio Mauro attacca, Silvio Berlusconi risponde… Dario Franceschini urla allo scandalo e il direttore di Avvenire Dino Boffo lo appoggia, favorendo l’entrata in campo di  Vittorio Feltri, che contrattacca a sua volta pubblicando delle bombe atomiche, cioè documenti di sentenze e non supposizioni… ed in questo interminabile conflitto degli dei il caos avvolge un popolo stordito che sta a guardare attonito, per quanto tempo ancora… non si sa!

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia – click on –

Comunicazione giornaliera ( fino alla noia ) per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: