Doc West: dalla fiction alla realtà

by

Ieri sera, su Canale 5, è andata in onda la seconda puntata di Doc West, la fiction interpretata da Terence Hill e dedicata alla poesia di un mondo in evoluzione e di una nazione che stava nascendo: gli Stati Uniti. Un uomo solitario, un ex medico chirurgo, dal volto onesto e segnato da mille peripezie e sofferenze, ma  anche un paladino votato alla giustizia che ha come scopo quello di crescere e mantenere agli studi la figlia di una sua paziente morta quando cercava di salvarla operandola totalmente ubriaco. Una macchia nella sua vita, come tante macchie che ognuno di noi si porta, più o meno grandi, nel proprio fardello. Ma c’è chi se ne frega e chi, invece, cerca di rimediare. Le ingiustizie ed i suprusi circondano la vita del nostro eroe nello stesso modo in cui oggi gli stessi violentano le nostre ambizioni; il Far West di allora rinasce nella confusione e nell’anarchia dei giorni nostri.

Le città che si affidavano alla tutela di uno sceriffo e di un governatore dello stato di cui facevano parte, oggi, le nostre, sono affidate alle ambizioni  di un sindaco ragioniere ed a quelle di un governatore regionale; la giustizia personale riaffiora negli esempi delle stragi di questi tempi con famiglie distrutte da padri, madri e figli disperati, gay picchiati ed accoltellati, ladruncoli bastonati o assassinati per legittima difesa; i politici dall’alto osservano e legiferano… dall’alto, litigando e colpendosi alle spalle l’ un con l’altro nel tentativo di emergere e sopraffare. Noi rimaniamo in attesa, stiamo a guardare, subiamo… ma speriamo ed affoghiamo i nostri dispiaceri, le incertezze e le paure tra un ” saloon ” e l’altro, chi nell’alcool e nella droga, chi nella solitudine; e chi non ci sta, ma cerca di rimediare e di reagire facendo riemergere il Doc West che sopravvive nel cuore, prova con gli esempi a parlare d’amore ai piccoli ed ai potenti ricordando che, come scritto sulla lavagna ai propri alunni da una maestra nella fiction di ieri, … ” Una grande Nazione non ha bisogno di grandi uomini, ma di uomini onesti! “

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia – click on –

Comunicazione giornaliera ( fino alla noia ) per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: