Se c’è famiglia, c’è domani

by

Questa settimana ho deciso di aprirla rendendo omaggio all’istituzione più importante  che esista sulla terra fin dal primo giorno in cui è stata creata: la famiglia. Più importante dello stesso Stato, perché senza di essa ( la famiglia piccolo Stato nello Stato, come amo spesso definirla ) lo Stato non potrebbe esistere, sarebbe soltanto un’accozzaglia di individui spinti ognuno a fare solo propri interessi a discapito di una collettività senza identità. Infatti, la famiglia rappresenta la vera identità di uno Stato sano e produttivo, il vero motore materiale e spirituale in grado di sospingere una macchina così complessa. Per questo motivo lo Stato, attraverso i suoi uomini eletti a dirigerlo, deve rispettare e proteggere ogni famiglia da qualsiasi insidia… corporale e mentale. Deve assicurarne la sopravvivenza  sia adoperandosi per offrire le opportunità per  un lavoro onesto e produttivo, sia liberando la psiche da messaggi negativi e frenanti. E ciò deve essere attuato non solo con delle leggi ad hoc, ma anche e, soprattutto, con una serie di indicazioni e di esempi comportamentali positivi che, come l’olio in un motore in moto, eliminino attriti e creino le premesse per il perfetto funzionamento di ogni elemento attivo.

Questa riflessione mi è nata spontanea dopo una lieta serata trascorsa insieme a mia moglie a cena con i genitori del ragazzo di mia figlia. Due famiglie solide e sane, unite da matrimoni trentennali, insieme a due giovani che rappresentano il nuovo… la continuazione. Due famiglie mischiate ad altre famiglie in un locale accogliente dove la musica faceva da cornice ad una serata meravigliosa, in quanto…normale. Una serata che metteva sotto gli occhi degli scettici la vera realtà quotidiana: la famiglia esiste, non è un optional o una favola per sognatori: è il punto di riferimento della maggior parte della popolazione, anche se si cerca ultimamente di rappresentarla in un’ immagine sempre più decadente. I media amano evidenziare storture  negative della vita di pochi come flirt occasionali a iosa  e divorzi annunciati di vip di copertina, e  famiglie normali ricordate solo per i drammi  esplosi per disperazione fra le mura di casa. Ma tutto ciò rappresenta si e no il  95 per cento, o poco meno, della realtà quotidiana che racchiude, invece, infinità di famiglie che si amano, che credono nei valori e che permettono, anche attraverso gli stenti quotidiani, la continuazione di questo meraviglioso progetto che è la vita.

 Offro queste poche righe ai politici rissosi che usano il parlamento come un ring o come un mercato di scambio per gli interessi personali. Ricordatevi di non esagerare nella vostra superficialità nel non affrontare coesi i veri problemi nazionali, perché voi esistete perché noi esistiamo e, quando dico noi, parlo della parte sana della Nazione, e non dimenticate mai, soprattutto, che solo… se c’é famiglia, c’è domani! 

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia – click on –

Comunicazione giornaliera ( fino alla noia e fin che dura l’emergenza) per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Annunci

Tag: , , , , , ,

Una Risposta to “Se c’è famiglia, c’è domani”

  1. Sergio Says:

    Sono completamente daccordo, la famiglia deve essere il punto di riferimento per uno stato, solo conoscendo le problematiche della famiglia sara`possibile risolvere alcuni problemi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: