Matrimonio assediato: Papa Benedetto XVI si ribella

by

Parlando ad un gruppo di vescovi brasiliani ieri il Papa ha voluto evidenziare lo stato di disagio crescente della famiglia come nucleo e come istituzione. Ha amaramente osservato come il numero in continuo aumento dei divorzi abbia fatto sì che nella nostra società ci siano sempre più ” famiglie allargate ” con figli con più genitori e nonni, sballottati da una parte all’altra, confusi…persi. Inoltre, la diminuzione dei matrimoni stessi a favore di convivenze affrettate e comode, sta creando individui sempre più soli e sfiduciati. Quindi, Benedetto XVI ha infine sottolineato come matrimonio e famiglia siano continuamente sotto assedio  a discapito dell’immagine e del ruolo che essi rappresentano e che sono di importanza capitale per il futuro e lo sviluppo di qualsiasi civiltà.

L’unione di un uomo e di una donna davanti a Dio ha sempre rappresentato fin dai tempi antichi, in qualsiasi parte del mondo, un evento d’amore universale attraverso il quale rinnovare costantemente il progredire della vita. Un impegno serio, pieno di gioie e di difficoltà nel quale rinnovarsi e crescere giornalmente… In una recente trasmissione di Forum mi è capitato di ascoltare una delle immagini più semplici, belle e rappresentative per descrivere la differenza tra un unione di comodo ed una ufficiale, regolarizzata sia da Dio sia dall’uomo. Fabrizio Bracconeri, che nel cast della trasmissione condotta da Rita Dalla Chiesa rappresenta l’elemento più semplice e più vicino al popolo, ad un certo punto di uno dei tanti dibattiti è uscito con questa espressione: la convivenza è come una stufa alimentata da una bombola che si spegne quando finisce il gas, il matrimonio è come un caminetto a legna da alimentare in continuazione, ceppo dopo ceppo.

Ecco, il matrimonio è un impegno serio che non si può demandare ma che ognuno di noi si deve assumere personalmente e portare avanti giorno dopo giorno, minuto dopo minuto per creare all’interno della coppia il sereno tepore e le certezze che spesso il mondo esterno ci negano. Non è semplice, ma nemmeno impossibile. Quando spesso, come ieri, parlo della Famiglia Leoni, è per evidenziare la felicità e la forza di un nucleo ampio che, nell’amore, supera ogni difficoltà e che nelle regole comuni, come un piccolo Stato nello Stato, si rafforza e progredisce quotidianamente. Nelle loro espressioni emerge chiara la soddisfazione di quanto creato insieme e di quanto ulteriormente creabile… Anch’io sono soddisfatto del mio matrimonio: dopo quattro anni di fidanzamento, trentasei di matrimonio allietati da due figli, io e mi moglie ci scambiamo ancora messaggini e comportamenti da giovani innamorati. Non sono sempre state ” rose e fiori “, ma grazie alle difficoltà superate insieme ci siamo creati una ” scorza ” coibente che ci ha resi sempre di più convinti e sempre più forti.

Sono proprio le responsabilità e le regole che noi  stiamo perdendo inesorabilmente, rendendoci sempre più deboli ed attaccabili. Con il suo richiamo il nostro Papa intende ricordarcele: le scorciatoie non sempre portano alla meta.

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia – click on –

Comunicazione giornaliera ( fino alla noia e fin che dura l’emergenza) per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Annunci

Tag: , , , , , , , , ,

2 Risposte to “Matrimonio assediato: Papa Benedetto XVI si ribella”

  1. luca leoni Says:

    umbi un bel video nostro per te

  2. ubinap Says:

    Immagini che… parlano più delle parole.
    Ciao Luca, Umbi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: