Italia… anno Zero, ma proprio Zero

by

Ieri sera il mio televisore è rimasto spento: dopo parecchio tempo ho preferito uscire di casa ed andare al bar a fare una partita a biliardo. Mi sono rifiutato di sentirmi complice di uno dei momenti più ” rabbiosi ” da quando è nata la nostra Repubblica, parlo di quella italiana. Lo so sarebbe stato sufficiente scegliere un  programma di sport, di varietà,di cinema, insomma… ” droghetta leggera “, ma la tentazione di entrare in qualcosa di più forte, di più tossico… del tipo ” uncategorized  soap/gossip “, culturalmente elevata, quale mi appare ultimamente la trasmissione di Michele Santoro… sarebbe stata eccessiva, avrei rischiato un’overdose. E poi…sarebbe stato difficilmente accettabile l’assistere al crollo definitivo, dentro di me, di un mito di gioventù che avevo sempre considerato uomo e conduttore equilibrati. Ma, ancor più duro, sarebbe stato il constatare l’ennesimo tentativo di sminuire miserevolmente l’importanza vitale della figura femminile, dopo tante battaglie, dando spazio alla voce di una donna, Patrizia D’Addario, che ha dato da tempo l’impressione di aver ” smobilitato ” totalmente nella vita, rinunciando anche al più piccolo pezzetto di orgoglio e dignità, dichiarando apertamente ( come apprendo ora dalle cronache ) di essere una ” escort “, pur se imprenditrice …delusa, considerando come tali la maggior parte delle donne che a lei si accompagnano in situazioni simili a quelle da lei descritte…  Che cosa avrei potuto pensare?… forse mi sarebbe scappato un  ” poveretta, pur di riaprire il cantiere e realizzare il sogno della sua vita, si è proprio prestata a tutto… “.

In questo momento la D’Addario e Santoro sono accumunati in un grande riscontro mediatico. Potrebbe sembrare una vittoria, ma entrambi a me fanno riaffiorare sempre più tra i ricordi l’immagine di un dubbioso Pirro mentre si interrogava sulla veridicità dei suoi trionfi… Mi permetto di rammentare ai due momentaneamente alleati nella guerra a Berlusconi, ed a tutti coloro che in positivo o in negativo partecipano al conflitto, che nel frattempo ” l’altra faccia della  medaglia “, quella del normale popolo, nasconde delle realtà differenti, molto più tragiche. Invito tutti a leggerne un tratto ed a rifletterci sopra. Mentre i politici si scannano tra di loro nel tentativo di sopraffarsi, mentre i paladini Belpietro contrastano  i furiosi e disperati attacchi destabilizzanti sopra accennati, c’è chi scrive a noi in maniera umile e apparentemente ” sconnessa “, ma capace nel descrivere in modo terribilmente chiaro ed efficace la vera disperazione, come quella di chi vorrebbe che fosse aperto in modo onesto un cantiere nella sua casa, per restituirle in qualche modo il diritto alla vita sua e dei suoi familiari…

Inviato a Famiglie d’Italia il 01/10/2009 alle 21:43:59
” …salve a tutti mi chiamo tonina o 39 anni siamo in 4 n famiglia di qui la mia figlia grande è disabile al cento x cento..lavora solo mio maritto con 900euro al mese stiamo in una casa vecchia dove abbiamo il tetto in internit…che come sapiamo la internite è mortale ..a me anno diagnosticato un tumore !!!! abbiamo chiesto una casa da restaurare di tasca nostra , sono le cosidette case della ersaf coloniali ..ma ci anno fatto preparare una marea di doccumenti certificati è tante speranze , invece dopo 3 anni ci troviamo a combatere x darci queste 4 mura , ci anno detto ke dovevano fare un bando …ma allora mi chiedo a cosa sono serviti tutti i doccumenti fatti è tante belle parole ? io col tumore non posso stare in questa casa che poi fa acqua dentro quando piove …non abbiamo soldi x poterne comprare una xè li abbiamo spesi x curare nostra figlia ..ditemi devo esser una zinghera x avere casa ??? solo io so quello he passiamo quando piove è con problemi eletrici …queste 4 mura xè non cele danno almeno li abbiamo le tegole nel tetto ….poi sono case che lasciano cadere ma non le danno , io col tumore è mia figlia disabile al 100=100. possiamo stare in una casa on le internite??? io credo nella giustizia ma spero che la giustizia creda in me ….vi prego fatemi sapere l’inverno arriva ..tonina “
 
Capito caro Santoro, non ho voluto correggere neanche una parola, si capisce tutto e fin troppo bene, specialmente quando si parla di eternit e di amianto:  da uno come lei, ripensando ai suoi trascorsi, mi aspetterei un qualcosa di eclatante nella sua  semplicità… come invitare  ” tonina ” alla sua trasmissione. Sarebbe un atto di giustizia e di riconciliazione con parte dei suoi ammiratori, per cui le allego la sua mail affinché  ne faccia buon uso: mura.antonina@gmail.com
Grazie per l’attenzione,
Umberto Napolitano
———————————————————-

Famiglie d’Italia – click on –

Comunicazione giornaliera (fino alla noia e fino a che dura l’emergenza) per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “Italia… anno Zero, ma proprio Zero”

  1. Italia… anno Zero, ma proprio Zero | IlTuoWeb.Net News Says:

    […] Articolo originale: Italia… anno Zero, ma proprio Zero […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: