Teleriscaldamento a biomasse a Cavenago di Brianza

by

biomasse-agricoleQuesta immagine di  ” ammasso ” di biomasse agricole mi offre lo spunto per affrontare l’argomento che vi avevo preannunciato e che da oggi intendo approfondire: il teleriscaldamento a biomasse. Sarò facilitato nel mio compito pubblicando il comunicato stampa del comune di Cavenago, perché questo servirà a rendevi più eruditi su alternative energetiche che a fatica arrivano alla  ” conoscenza di tutti ” a causa della salvaguardia degli ” interessi  di pochi “.

 

AUTOSUFFICIENZA ENERGETICA:

Cavenago di Brianza ci prova

Il Comune, il Consorzio Parco del Rio Vallone, l’Associazione degli agricoltori, l’azienda Energon E.S.Co. e i cittadini di Cavenago pronti a fare sistema per produrre, amministrare e distribuire l’energia attraverso il teleriscaldamento.

Federico Trippi, Energy Engineer dell’Università di Firenze: “La centrale di teleriscaldamento a biomassa permette di utilizzare fino al 95% dell’energia contenuta nel carburante, mentre un’automobile si limita a sfruttare il 30%, il resto viene scaricato nell’ambiente.”.

 Lo scrittore Luca Novelli ai ragazzi coinvolti nel Concorso per le scuole: “Descrivete le “buone pratiche” ambientali di questo Comune e aiutate ad esportarle.”

Il 5 Ottobre 2009 – si è svolta a Cavenago di Brianza nella splendida cornice di Palazzo Rasini, sede del Municipio, la tavola rotonda per la presentazione della rete di teleriscaldamento a biomassa. L’impianto e la rete cui tutti i cittadini possono collegarsi, sono stati realizzati con tecnologie all’avanguardia dalla società modenese Energon. La realizzazione è tra le più innovative finora realizzate nel nostro Paese ed offre alla popolazione di Cavenago la possibilità di fare scelte domestiche di consumo energetico veramente rispettose dell’ambiente puntando su asset quali il biogas e le fonti rinnovabili tra cui la biomassa ricavata dal legname prodotto dalle aziende agricole del Consorzio Parco del Rio Vallone, di cui il Comune brianzolo fa parte. La scelta individuale dei singoli cittadini di Cavenago di allacciarsi alla rete che trasporta acqua calda anziché gas, può portare vantaggi personali in risparmio e in sicurezza (niente caldaia in casa) e, soprattutto, un grande vantaggio all’ambiente per tutti, eliminando le emissioni di anidride carbonica delle singole caldaie domestiche.

Sem Galbiati –Sindaco di Cavenago di Brianza

“E’ necessario disegnare una politica ambientale di lungo termine. Siamo convinti che creare un ambiente più pulito e più vivibile sia oggi un obiettivo alla portata perché la ricerca scientifica è avanzata e rende possibile acquistare energia da fonti rinnovabili risparmiando. Vorremmo realizzare questa politica facendo sistema con il Parco del Rio Vallone che ha già cominciato a sviluppare un’opera di sensibilizzazione per lo sviluppo di alberi da biomassa, ad alto accrescimento per teleriscaldamento.

Federico Trippi-Ricercatore del dipartimento di Energetica dell’Università degli Studi di Firenze

 E’ molto importante sensibilizzare i soggetti coinvolti perché solo una adeguata diffusione di forme energetiche diverse da quelle tradizionali ci permette di creare un sistema svincolato dall’uso dei combustibili fossili permettendo di ridurre i costi ambientali e dei singoli utenti. L’impianto e la rete di teleriscaldamento realizzata a Cavenago da Energon mette in pratica alcuni principi elementari ma profondamente innovativi. La produzione contemporanea di energia elettrica, energia termica ed energia frigorifera (la cosiddetta rigenerazione) si avvale della stessa forma di combustile in ingresso, biomassa, biodiesel (100% olio vegetale non di uso alimentare) , cercando di ridurre al minimo le perdite di calore che sarebbero disperse nell’ambiente sotto forma di emissioni. Con le tecnologie di cui Energon si avvale è possibile ridurre al minimo le perdite e le dissipazioni nell’ambiente del calore di combustione giungendo a recuperare fino al 95% dell’energia prodotta, un enorme vantaggio basti pensare che mediamente un’automobile recupera solo il 30% dell’energia prodotta dalla combustione delle benzine. L’energia recuperata va all’acqua dell’anello di teleriscaldamento o ai gruppi frigoriferi ad assorbimento così da produrre energia utile per la climatizzazione.

 

Antonio Varisco –Presidenter Parco del Rio Vallone

 

Il Parco del Rio Vallone è una realtà composta da 12 comuni, tra cui Cavenago di Brianza, che si distende per circa 1800 mq e a cui aderiscono circa 300 coltivatori.

Il Consorzio si propone di difendere gli ultimi brandelli di territorio agricolo e boschivo dall’eccesso di urbanizzazione e, tra le pratiche di sostegno al sostenibile adottate, ha incentivato, in un’ottica di mix produttivo, la coltivazione di alberi da biomassa. Sono state selezionate alcune specie di alberi, tra cui in particolare la robinia, ad alto accrescimento particolarmente funzionali al teleriscaldamento.

Il nostro obiettivo è di costruire una filiera corta per lo sviluppo di impianti di teleriscaldamento quali quello realizzato da Energon a Cavenago.

Il primo esperimento di piantumazione è stato condotto su 50.000 mq di terreno pubblico di proprietà del comune di Cavenago di Brianza. Questa iniziativa ci ha permesso di mostrare che basta una piccola nicchia, messa a disposizione da parte di ogni agricoltore, per raggiungere i 100 ettari dimensione che ci permetterebbe di avere la massa critica sufficiente a garantire una buona fornitura per l’impianto di Cavenago.

 

Luca Novelli -Scrittore, disegnatore e giornalista

 

Come ho più volte ribadito, nelle mie pubblicazioni premiate tra l’altro da Lega Ambiente, se non cambiamo il nostro stile di vita il nostro pianeta andrà a morire. Sono perciò molto favorevolmente colpito dalle iniziative che sia il sindaco, Sem Galbiati, sia l’assessore all’Istruzione, Andrea Scazzabarozzi hanno illustrato e che evidenziano la profonda attenzione verso le tematiche ambientali.

Ai ragazzi e ai bambini – a cui è rivolto il Concorso per le scuole di Cavenago – vorrei suggerire di descrivere le “buone pratiche” esportabili di questo comune, con disegni, video, interviste, e, se mi vorrete, verrò volentieri come giudice per la consegna dei premi che Energon ha deciso di devolvere alle classi che presenteranno i lavori più meritevoli. Sottolineo inoltre l’importanza di avere scelto di donare ai ragazzi un libro su tematiche ambientali, Professor Varietà – Sostieni il sostenibile, che ho avuto il piacere di curare per il WWF, a cui va parte del ricavato di vendita, perché ritengo che la sfida ambientale sia innanzitutto una sfida di tipo culturale dove la formazione e l’educazione giocano un ruolo fondamentale.

Andrea Scazzabarozzi-Assessore all’Istruzione del Comune di Cavenago di Brianza

Vi chiederete cosa centra un argomento tecnico come il teleriscaldamento con i bambini? I bambini sono il futuro ed è importante costruire un ambiente vivibile per loro ma senza una cultura ambientale diffusa qualsiasi scelta rischia di restare un fatto isolato, ecco perché l’amministrazione ha deciso di lanciare un concorso rivolto a tutte le scuole del Comune – dalle materne alle medie (che tra l’altro sono i primi edifici a venire già teleriscaldati già da questo mese) – per sostenere percorsi di conoscenza dell’ambiente con l’obiettivo di promuovere comportamenti di sostenibilità dell’ambiente in cui viviamo. Ringrazio la società Energon che ha sponsorizzato l’iniziativa mettendo a disposizione premi in denaro per le classi e libri per ciascun allievo.

———————————————————————————-

Ringrazio l’Assessore alla Cultura di Cavenago, Emanuela Tavormina per avermi introdotto, con il suo gentile invito di qualche giorno fa, nella ridente ed operosa realtà di Cavenago di Brianza, nonché  l’ing. Luca Pedani, consigliere delegato della Energon S.R.L., per l’assistenza tecnica che mi sta fornendo sull’argomento.

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia – click on –

Comunicazione giornaliera (fino alla noia e fino a che dura l’emergenza) per tutti coloro che potrebbero aderire:

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

12 Risposte to “Teleriscaldamento a biomasse a Cavenago di Brianza”

  1. sem galbiati Says:

    grazie per l’articolo che hai dedicato al mio comune.

  2. Beriozza Fabio Says:

    Trovo che sia un’ottima iniziativa per l’ecologia e l’ambiente.
    Sentendo l’iniziativa,prendo l’occasione per chiedere se possibile un contatto con i responsabili della gestione e manutenzione dell’impianto.Sono un lavoratore del settore Energia,conduttore e manutentore di impianti termici con patente vapore di 1° grado. Sarei lieto di essere contattato nel caso i gestori fossero in cerca di un addetto all’impianto e mandare un eventuale curriculum per la mia candidatura.

  3. famiglieditalia Says:

    Egr.Sig. Fabio,
    il sottoscritto non ha l’autorità per promuovere un incontro come lei desidererebbe. Le consiglio,però, di contattare direttamente l’azienda Energon attraverso i riferimenti che troverà in internet, informandoli dei suoi apprezzamenti e della sua offerta di possibile collaborazione. E’ un’azienda con dirigenti ed imprenditori giovani che sanno apprezzare ogni opportunità inerente al loro settore.
    Cordialmente, Umberto Napolitano

  4. Lorena Says:

    Buongiorno, sto comprando casa proprio nell’area realizzata dal Vs. Comune con questo tipo di riscaldamento e sono veramente molto contenta della scelta.
    Mi sono informata e documentata su questa cosa innovativa e la trovo stupefacente; per fortuna ci sono persone che si occupano e pensano a modificare la qualità di vita del nostro bel paese.
    Complimenti davvero al Comune di Cavenago che ha deciso di provarci.
    Cordialmente.
    Lorena

  5. roberto cravero Says:

    La mia esperienza con il teleriscaldamento non e’ molto positiva, perche’ nel mio caso (teleriscaldamento tramite Hera Ferrara) si era in balia del fornitore per i prezzi. Il ns condominio quindi era costretto a subire eventuali aumenti di Hera senza alcuna possibilita’ di alternativa, avendo a suo tempo sostituito la caldaia a gasolio con lo scambiatore previsto.

    Quindi o mangiare la miniestra o spendere soldi per reinstallare una caldaia a metano.

    Quindi consiglio a tutti di non eliminare le attuali caldaie ma di mantenerle in stand-by; oppure avere una garanzia scritta dei prezzi per i prossimi 8-10 anni (garanzia che nessuno mai rilascera’….).

  6. famiglieditalia Says:

    A Cavenago, da quanto mi risulta, sono stati previdenti. la Eregon è un’azienda seria ed istalla anche la caldaia a metano, garantendo quindi sempre il servizio e con un costo garantito del 10% inferiore ai prezzi di mercato. Comunque ringrazio della comunicazione della sua esperienza che riproporrò ai responsabili in materia. Cari saluti.Umberto Napolitano

  7. Mariangela Says:

    Cara lorena

  8. Mariangela Says:

    Cara lorena, aspetta ad essere cosi’entusiasta per questo teleriscaldamento,anche noi inizialmente eravamo felici di far parte di questa innovazione,perche’ la promessa era di inquinare meno e risparmiare,ma quando abbiamo iniziato a pagare ci siamo accorti che pagavamo oltre al consumo del carburante anche una quota “fissa” che aumenta esponenzialmente ogni anno. Per fortuna, a detta del nostro amministratore condominiale,dovevamo risparmiare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. romeo tenore Says:

    Penso che il fascino della pubblicità per non inquinare l’ambiente e nel contempo intuire un quasi certo risparmio vada meglio rivalutato non in funzione del vantaggio del singolo fruitore ma che a parità di costi incrementati o incrementabili su qualsiasi combustabile in uso, vale la pena subire il crescendo dei costi per ciò che ecologicamente è valido. Attenzione però, non vorrei che questo mio pensiero costituisca incentivo per i fornitori dei servizi di biomasse a far lievitare costi non veri, Si ricordino, costoro, che ci sono sempre gli organi di controllo.
    Nel nostro territorio, alta iripinia, sta maturando l’idea di realizzare qualcosa di simile, dal momento che ci sono molti boschi e…. scarsa occupazione .

  10. Andre Says:

    Ma funziona bene questo teleriscaldamento , o ti lascia al freddo quando meno te lo aspetti ??? Il canone fisso abbiamo capito tutti che aumenta di anno in anno …… Come tutto del resto! Io devo comprare casa a Cavenago ….. con il teleriscaldamento ….. ma dalle mie ricerche non sembra promettere bene …..Poi devo ancora vedere se c’è la possibilità di avere anche quello autonomo….Qualcuno che ci abita che ci dimostri il risparmio c’è ???

  11. gianandrea Says:

    lasciate perdere il teleriscaldamento a Cavenago, a meno che non vogliate impegolarvi in una battaglia legale……le cifre sono astronomiche!

  12. Production Says:

    Wonderful goods from you, man. I have understand your stuff previous to
    and you’re just too magnificent. I really like what you’ve acquired here, certainly
    like what you are stating and the way in which you say it.
    You make it entertaining and you still care for to
    keep it sensible. I cant wait to read far more from you. This is really a wonderful website.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: