Le energie rinnovabili e le isole dell’energia

by

Ho il piacere di introdurvi  nel mondo delle energie rinnovabili attraverso una relazione dell’Ing. Mauro Langfelder, presentata alla riunione della Consulta GeoDomotica Lombarda e della quale vi ho parlato ieri.

energie

” Cominciamo per semplicità dalle energie rinnovabili, partendo dal solare  e dall’eolico, che sommate sono per noi un piccolo primato di pochezza, anche se ci compiacciamo nella considerazione della percentuale di incremento a tre cifre di quest’anno sul precedente: circa un trentesimo della Germania e l’ultimo posto in Europa sono la realtà!... Consideriamo sia il solare cosiddetto termico che produce acqua calda, utilizzabile anche per azionare turbine a vapore, sia il fotovoltaico in grado di fornire direttamente energia elettrica.

 

Sono fonti tipicamente intermittenti in quanto legate al ciclo diurno del sole; e per questo si parla di complementari, perché riferite all’abbinamento con l’energia elettrica della rete, pur potendo essere isolati per forniture minimali… Nella terminologia del fotovoltaico si parla di celle come unità fondamentali, abbinate in moduli, affiancati a formare pannelli assiepati nei cosiddetti ” campi “, cioè gruppi di pannelli anche non complanari per orientarsi a meglio ricevere l’energia solare.

Un esempio recente, che sta facendo storia, riguarda la copertura della sala delle udienze vaticane ( intitolata a Paolo VI ) visibile anche dall’alto della Basilica di San Pietro: un vasto campo di celle fotovoltaiche verdi, donato dai fedeli tedeschi, che propone riflessioni sulle scelte cromatiche, che oggi tuttavia si prospettano anche in colori più vicini alla tradizione.

Gli aspetti più caratteristici della locazione si pongono più peculiarmente per l’energia eolica, che presenta anche aspetti di rumorosità, ingombro, altezza dal suolo, inclinazione rispetto all’ortogonalità della direzione del vento, che suggeriscono valutazioni ambientali e paesaggistiche sulle quali torneremo.

Le rinnovabili ci offrono altresì l’opportunità di analizzare il concetto di complementarietà con l’energia geotermica, che taluno considera propriamente come fonte rinnovabile, e veniamo alle cosiddette isole dell’energia inglesi: si tratta di piattaforme per lo più artificiali, anche oceaniche, che con vasti spazi esposti al solare ed alcune pale eoliche consentono di disciplinare il flusso di fuoriuscita dell’acqua calda o vapore acqueo, proveniente dalla profondità del sottosuolo, ma soprattutto di indirizzarlo verso un idoneo impianto di generazione.

 Anche l’energia idroelettrica è per lo più considerata come rinnovabile, seppure attraverso il suo più lungo ciclo. Ma si può ancora considerare che la stessa acqua dello stesso fiume può essere utilizzata per alimentare, per così dire in ” cascata “, più di una centrale a bassa prevalenza lungo il suo corso. Un esempio significativo è proposto dalla Slovacchia, già ben nota energeticamente per avere ceduto il controllo della Centrale nucleare di Trnava, vicino a Bratislava, quindi anche a Vienna, all’ENEL. Un affluente del Danubio di oltre 400 chilometri, il Waag o Vàh, nel suo corso dai Monti Tatra, che sono parte dei Carpazi, alimenta tre centrali ( erano prima quattro ) pur determinando ora conflitti con l’Ungheria delle vaste colture agricole magiare “

Tra le energie complementari ricordiamo anche le biomasse delle quali vi ho parlato nel post dedicato nei giorni scorsi ( 10 ottobre ) al comune di Cavenago di Brianza, in occasione dell’inaugurazione del Teleriscaldamento, appunto a biomasse, realizzato dalla società Energon ESCO. Domani, sempre usando le relazioni dell’ing. Mauro Langfelder vi introdurrò nel ” mondo ” dei gas insieme ai fossili: spero che tali informazioni siano di vostro interesse e gradimento.

Famiglie d’Italia
Umberto Napolitano

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “Le energie rinnovabili e le isole dell’energia”

  1. Nucleare sì, nucleare no… questo è il dilemma? « Famiglie d’Italia Says:

    […] ( Le cinque generazioni del nucleare e le scorie, Rigassificatori, gasdotti e navi gasiere, Le energie rinnovabili e le isole dell’energia, L’OCSE accusa: l’Italia non ha un suo piano energetico ), cercando di fornire una […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: