Non solo carne… per stare meglio

by

allevamentiGiorni fa è trapelata una notizia sulla quale, stranamente, l’interesse dei media ha sorvolato con sufficienza, per non dire disinteresse assoluto. E dire che l’importanza della rivelazione è epocale: oltre la metà  dei gas serra prodotti dall’uomo sono emessi dagli allevamenti industriali di bestiame. Non sono i fumi delle nostre auto o delle ciminiere delle grandi fabbriche, bensì galline, pecore e mucche cresciuti e macellati a milioni giornalmente per alimentarci e…avvelenarci.

A questo punto viene spontaneo domandarsi: ma quelli di Kyoto perché non hanno mai seriamente posto questo problema? Gli interessi dei grandi allevatori sono forse più importanti della salute del pianeta? A cosa servono auto elettriche, abitazioni riscaldate con energie alternative, etc…. se il problema più grave viene sottovalutato? E mi domando anche perché un tema così serio non venga posto all’attenzione dalle varie associazioni ambientaliste. Ma a quest’ultimo quesito non mi sarà difficile trovare una risposta: il sottoscritto è anche coordinatore lombardo di Fare Ambiente, per cui da oggi stesso consulterò chi di dovere in cerca di spiegazioni e di eventuali mosse in tal senso. Ci sono novità alimentari in grado, se non di sostituire completamente, di porsi almeno come valide alternative nutrizionali alla carne: un paio di giorni fa vi ho raccontato del Muscolo di Grano, tanto per cominciare ( vedi post di venerdì 6 novembre ” Metti una sera a cena al Muscolo di Grano ” ). Qui non si tratta di di diventare tutti vegetariani ed eliminare completamente la carne, ma almeno di alternarla nella nostra alimentazione con prodotti altrettanto nutrienti, in modo da porre un certo sbarramento all’inquinamento del pianeta. Immaginate, per esempio, un 20% in meno di animali macellati ed un 20% in più di campi coltivati a grano e legumi… come del resto si sta facendo con il petrolio cercando di sostituirlo in parte con altre soluzioni energetiche. Gli stessi allevatori potrebbero convertire un po’ delle loro produzioni da animali a vegetali: i campi non mancano.

Il nostro compito è quello di vigilare e di mettere a disposizione di tutti ogni fatto che in qualche modo possa contribuire al miglioramento della qualità di vita. Il contributo di ognuno è quello di cominciare a proporre gli esempi ed a metterli in atto in modo che, sommati, potranno portare ai benefici auspicati.

Famiglie d’Italia

Umberto Napolitano

Annunci

Tag: , , , , , ,

Una Risposta to “Non solo carne… per stare meglio”

  1. Da Uno Mattina…Se niente importa, perché mangiamo gli animali ? « Famiglie d’Italia Says:

    […] 50% per cento dei gas serra nel mondo ( vedi nostro post del 9 novembre 2009, dal titolo ” Non solo carne… per stare meglio ” ). Ha confermato, inoltre, che, a causa della quantità di antibiotici somministrati agli […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: