Francia – Eire: la mano di Henry non è quella di Dio

by

Quello che è accaduto è stato visto dal mondo intero tranne che da un arbitro incapace e presuntuoso o… , da non sentire neanche il dovere di interpellare i propri collaboratori. Però suona strano il fatto che dai collegamenti auricolari non siano arrivate informazioni nemmeno dal quarto uomo: il tutto puzza di beffa e di imbroglio. La mano di Maradona fu un caso molto diverso in tempi diversi e con regole diverse da quelle attuali improntate verso il ” fair play “. La “ Mano di Dio ” fu un atto sleale, ma istintivo e geniale nella sua rapidità, tant’è che si nascose perfino ai primi replay, e quasi impossibile da poter essere notato dall’arbitro o da chiunque altro. In Francia Eire, no: tutti hanno visto, tranne chi doveva vedere, che la mano di Henry era proprio un’altra storia.

La Francia che ha sempre guardato il mondo da un gradino più alto farebbe bene in questo caso a scendere in terra ed a rimediare a tanta volgare ingiustizia chiedendo, attraverso le autorità competenti, il rifacimento della partita, anche se più giusto sarebbe ripartire dall’attimo del gol irregolare. Non può limitarsi a dire, attraverso una laconica dichiarazione del suo Presidente Sarkozy, ” decida il calcio “. Ponzio Pilato è vissuto 2000 anni fa e Gesù non rappresentava un problema di Roma, Nicolas Sarkozy si lava le mani in un caso che lede l’onore di un’ intera Nazione. Una Francia già messa in discussione per il suo difendere ed ospitare personaggi ricercati ovunque perché autori di delitti e soprusi sociali, una Francia che si scandalizzò e rese onore ad un atto antisportivo come la testata di Zidane a Materazzi.

Una Francia, però, e non dobbiamo dimenticarlo mai, che con la sua rivoluzione restituì all’Europa ed al mondo intero i sacri valori dei diritti umani e della libertà… non può una partita di pallone offuscare tutto ciò. L’Eire, Stato Libero d’Irlanda, ha diritto di giocarsi onestamente, insieme al condottiero Giovanni Trapattoni, tutte le sue chance mondiali pallonare, come la Francia e il suo popolo non possono accettare  che una soluzione talmente iniqua e vergognosa ne accompagni la partecipazione al prossimo mondiale per l’eternità. Il mondo del calcio si attiene ai regolamenti a volte giustamente ed a volte solo per comodità, indipendentemente dalla necessità di pulizia e di esempi leali: la nostra speranza è che l’orgoglio francese gli dia ora una mano a non essere complice di un’ ulteriore ed evidente ingiustizia.

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “Francia – Eire: la mano di Henry non è quella di Dio”

  1. Danilo Filippini Says:

    Condivido in toto l’articolo e relativo contenuto…noi però non dobbiamo scordarci di CALCIOPOLI&FARSOPOLI…o peggio ancora… la nomina del rag. Carlo Tavecchio a Vice Presidente della FIGC e Presidente della LND in situazioni di palese illegittimità per le condanne penali risultanti dal suo certificato penale che inutilmente continuo a denunciare in ogni sede senza alcun RISCONTRO…Vedere su google…Danilo Filippini e Carlo Tavecchio…una storia di ordinaria INGIUSTIZIA con il sottoscritto radiato dalla Federazione e il ragioniere a continuare a predicare bene e a RAZZOLARE meglio! ( Vedi…tra l’altro… vicenda faraonica e scandalosa Sede della LND a Roma )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: