Enzo Tortora: oggi ricorre il suo 81° compleanno

by

Il 30 novembre 1928 a Genova, da Salvatore e Silvia originari di Acerra in provincia di Napoli, nasceva Enzo Tortora, giornalista, conduttore radiofonico, conduttore televisivo, politico e… martire ” italiano. Non racconto la sua storia artistica perché, per quelli come me, ancora troppo fresco è il ricordo ad oltre vent’anni dalla sua prematura morte. Ai più giovani, invece, consiglio di cliccare su Enzo Tortora – Wikipedia per venire a conoscenza del dramma umano di un uomo che disperatamente gridava la sua innocenza.

 “ Sono innocente! Lo grido da tre anni, lo gridano le carte, lo gridano i fatti che sono emersi da questo dibattimento! Io sono innocente, spero dal profondo del cuore che lo siate anche voi. ” Queste parole ancora echeggiano ammonitrici fra le pareti di un aula del Tribunale di Napoli al termine di un intervento di Enzo Tortora a propria difesa. Come, invece, ancora echeggiano nel mio cuore le sue prime parole nella rentrée televisiva del Portobello del 20 febbraio 1987 : ” … Dunque, dove eravamo rimasti? Potrei dire moltissime cose e ne dirò poche. Una me la consentirete: molta gente ha vissuto con me, ha sofferto con me questi terribili anni. Molta gente mi ha offerto quello che poteva, per esempio ha pregato per me, e io questo non lo dimenticherò mai. E questo “grazie” a questa cara, buona gente, dovete consentirmi di dirlo. L’ho detto, e un’altra cosa aggiungo: io sono qui, e lo so anche, per parlare per conto di quelli che parlare non possono, e sono molti, e sono troppi; sarò qui, resterò qui, anche per loro. Ed ora cominciamo, come facevamo esattamente una volta. 

Racconto di lui e mi permetto di ricordarlo nel giorno del suo compleanno sia come cittadino, ancora indignato per quanto accadutogli, sia come amico, avendolo conosciuto nel periodo in cui facevo l’artista ed avendo avuto per un certo periodo, purtroppo quello suo più tragico, come produttore musicale, Gigliola Barbieri, sua principale collaboratrice al tempo della trasmissione televisiva ” Portobello “… Questo ha fatto sì che io vivessi da vicino quanto accaduto, come in un assurdo e orrendo sogno dal quale era impossibile risvegliarsi.

Evito di pubblicare la foto del suo arresto, quando smarrito, incredulo e… ammanettato Enzo Tortora viene trascinato da due agenti in divisa. Preferisco ricordarlo così, all’apice del suo successo, in uno storico ” Sabato Sera ” del 1967 insieme a Pippo Baudo, Mike Bongiorno e Corrado. Troverete ovunque quella vergognosa foto ed osservandola attentamente vi renderete conto di quale ingiusto cataclisma possa scatenarsi in qualsiasi momento sulla vita di qualsiasi cittadino, dall’ultimo al più famoso. Quando si mettono in moto certi ” meccanismi “, se non sei più che  ” protetto “, la tua sorte è inesorabilmente segnata. Non commento e non pretendo di fare paragoni con situazioni similari attuali invitando all’uso più corretto dei pentiti, questo non è compito mio… dico solo che per la nostra società credo sia proprio giunto  il momento di rifarsi un lifting totale, a cominciare da un comportamento più etico, responsabile e presente di noi cittadini… per estenderlo a tutti coloro che ci governano e che ci giudicano.

Umberto Napolitano

  Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

 

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: