La violenza sbarca a Copenaghen

by

Erano attesi i ” contestatori “, sono arrivati ed oggi si preannuncia a Copenaghen una giornata molto calda. Come d’uso, nel mondo le ragioni si ottengono con la violenza, qualsiasi sia l’argomento, anche il più nobile come quello relativo al futuro del nostro pianeta. Sarà molto difficile cambiare un tale ” sistema “. Da una parte si discute e dall’altra si contesta, risultato: tanto clamore e pochi risultati… Ma per fortuna c’è qualcuno che si muove differentemente e si adopera per mettere da subito in pratica anche il minimo insegnamento o linea che possa emergere ulteriormente da un incontro così importante come quello che si sta tenendo in questi giorni nella capitale danese.

Famiglie d’Italia vi informa che sta organizzando insieme a Esae s.r.l., spin-off dell’Università degli Studi di Milano ( vedi articolo di presentazione di ESAE del 24 novembre ) e che ringrazia per la massima disponibilità che sta offrendo, un incontro che si svolgerà il 21 gennaio 2010, a partire dalle ore 15, nell‘Aula Magna della Facoltà di Agraria e che avrà come tema la presentazione di un’insieme di iniziative e nuove tecniche rivolte alla riduzione del CO2 ed al miglioramento della nostra alimentazione, concausa principale del riscaldamento della crosta terrestre. Il titolo dell’evento sarà, probabilmente,…  ” A Milano si fa… ” ,con meno chiacchiere, nessuna violenza e tanto impegno e lavoro. Il programma di tale evento con l’elenco dei partecipanti vi sarà presentato nei giusti termini, ma fin da adesso, posso confermarvi che il tutto sarà replicato il giorno successivo a Cavenago, ospitato dalla giunta comunale, sempre attenta a cogliere e ad evidenziare le iniziative intelligenti a favore della salute dei propri cittadini, in una delle meravigliose sale del Palazzo Rasini.

Famiglie d’Italia

Umberto Napolitano

  

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: