Per abbassare i toni… servirebbe un po’ di silenzio

by

Mancano pochi giorni a Natale e il Natale, solitamente, dovrebbe trasformare tutto in amore anche l’odio dei pochi, o almeno parcheggiarlo per un po’ di  giorni in qualche anfratto recondito della mente… e invece no, questo da noi non avviene, non può avvenire. Le polemiche non si placano, le ragioni di una parte cozzano inesorabilmente contro quelle dell’altra e non si perde occasione per attaccare e difendersi in modo sempre più violento e volgare. Gli animi si riscaldano, i toni si alzano e dal pensare all’agire il passo è breve… come appena dimostrato.

L’aggressione di Massimo Tartaglia al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi non è stato che l’atto estremo di uno stress mediatico continuato che ci perseguita dal giorno dopo l’esito delle ultime elezioni politiche. L’odio e l’amore, anche se in percentuali differenti, nei confronti del Premier sono cresciuti in modo eccessivo spaccando in due la Nazione Italia. Ciò apre la porta a scenari molto pericolosi e questo allarme appare evidente a tutti, a cominciare dal Ministro Maroni che intravvede nelle prime bombe anarchiche spettri di un passato difficile da archiviare e dimenticare. L’invito di Schifani ad abbassare i toni non solo da parte dei vari Di Pietro o Rosi Bindi, ma anche da parte della stessa maggioranza, alla ricerca di un percorso rasserenante da intraprendere di comune accordo, è giustificato ed auspicabile ma difficilmente applicabile , a meno che…

 … a meno che lo spirito natalizio non prenda finalmente il sopravvento e decida di mandare tutti in vacanza per almeno un paio di settimane, a cominciare  dai vari talk show delle risse quotidiane, come Anno Zero, Ballarò, Porta a Porta, L’Infedele, etc., nonché i direttori delle principali testate giornalistiche, e, naturalmente tutti i politici, in modo da assicurarci come dono di Natale una quindicina di  giorni di  ” Sacrosanto Silenzio “,  quale unica ed ultima panacea… per abbassare i toni.

Famiglie d’Italia

Umberto Napolitano

 

 P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: