Niente complotti, cade la neve… e l’Italia si ferma

by

Era attesa la neve, puntualmente è arrivata… e l’Italia si è fermata. Dalle Alpi all’Aspromonte, in un fraterno abbraccio lungo 1300 chilometri, ci siamo tutti ritrovati  sotto un manto di disagi. Una volta la neve era gioia, ora è dramma profondo… tutti fermi in attesa che accada qualcosa, che arrivi qualcuno a levarci d’impaccio: lo spazzaneve, il camion del sale o, meglio ancora, l’esercito.  Perché ad usare il badile ed a cambiare le abitudini non siamo più preparati, preferiamo  l’attesa… passiva e rassegnata, che sia in città o in autostrada, in aeroporto e sopra un treno dai finestrini ghiacciati, come il mondo che ci circonda ed il nostro cervello adattato al letargo. 

Un cervello che ha perso ogni autonomia pensante, sopraffatto com’è dalla miriadi di  messaggi ed indicazioni comportamentali: hai fame?… ti dico io cosa mangiare, hai sete?… ecco qui cosa bere, ti si è bloccato l’intestino?… e così via. Una risposta per ogni esigenza e non occorre che sia personalizzata, tanto siamo tutti uguali ed accomunati dallo stesso destino: quello di Robot costantemente controllati e telecomandati. Anche quando crediamo di essere noi a determinare un evento ed il corso della storia… è solo una pia illusione.  E’ tutto già scritto, pazientemente progettato affinché l’ordine prestabilito non venga deviato o, peggio ancora, ” sovversivamente ” contaminato. Fa parte tutto di un progetto che non è solo nazionale, bensì molto più ampio, addirittura globale …

Carissimo Presidente Napolitano ieri, nervosamente incolonnato sotto la neve che cadeva incurante della mia fretta, ascoltavo dalla radio le parole del suo messaggio di auguri alle alte magistrature dello Stato, che invitavano a ” guardare con ragionevolezza allo svolgimento di questa legislatura ancora nella fase iniziale ed a non  paventare complotti che la Costituzione e le sue regole rendono impraticabili contro un governo che goda della fiducia della maggioranza in Parlamento ” . Un discorso chiaro, forte… inatteso. E in quei momenti il mio cervello, forse anche sollecitato dal riscaldamento spinto al massimo dal motore acceso, ha cominciato a dare qualche cenno di risveglio prendendo atto che forse qualcosa stava cambiando nei disegni del progetto originale…

Quanto accaduto in questi mesi non è stato solo oggetto di italiche attenzioni, anzi! La stampa estera ha vagliato ed analizzato ogni movimento del Premier Silvio Berlusconi e del suo governo, ne ha più volte preannunciato la caduta imminente rappresentando la nostra Nazione come uno Stato alla deriva senza regole e direttive. Eppure l’Italia è andata ” miracolosamente ” avanti, riuscendo fra le prime a sollevare il naso fuori dalla marea di guano piovuta nell’uragano finanziario. Forse questo ha fermato la mano occulta dallo spingimento dell’ultimo bottone, quello definitivo, destinato a completare l’opera destabilizzante che già cominciava a sfociare nelle aggressioni e nel monito sinistro delle prime bombe dimostrative. Il messaggio del Presidente Napolitano è arrivato in contemporanea ai primi timidi segnali di disgelo fra maggioranza e opposizione che vedono Bersani e D’Alema aperti ad un confronto sulle riforme istituzionali. Calderoli già inneggia, io ascolto e osservo… la neve smetterà di cadere e qualcuno ci libererà dal suo ingombro: resterà il ricordo delle lunghe code dei veicoli impantanati e dei suoi occupanti in attesa di istruzioni e l’eco delle parole di un Presidente della Repubblica che raccontano  di un cambio di marcia nel  futuro politico… non resta che concludere in modo positivo e ben augurante: niente complotti, si scioglie la neve e l’Italia riparte.

Famiglie d’Italia

Umberto Napolitano

 

 P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 Risposte to “Niente complotti, cade la neve… e l’Italia si ferma”

  1. Marina Salvadore red. La Voce di Megaride Says:

    Talmente bello, questo tuo editoriale… che l’ho rubato e pubblicato sul mio blog!!!

  2. Danilo Filippini Says:

    Nei miei auguri agli amici più cari ho calato un poker che spero sia la mossa vincente contro un presente indecente: AMORE…RISPETTO…VERITA’…GIUSTIZIA !!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: