Uomo troppo sicuro di sé… nel suo bisogno di protezione

by

L’uomo è maschera di se stesso, che si dà un potere di mimetizzazione per sfuggire a una maledizione le cui cause vengono ritenute inspiegabili, non ben identificate. “… Oggi, nel commentare le parole pronunciate ieri da Papa Benedetto XVI durante la messa  dell’Epifania, mi è parso giusto aprire questo mio post con l’immagine di una maschera ed un frase dal significato emblematico alla ricerca di cause che, umilmente, proverò a spiegare. Secondo il Pontefice la sofferenza dell’umanità sta nel sentirsi troppo sicura delle proprie certezze, perdendo l’umiltà necessaria ad aprire il cuore  all’amore. L’uomo, ha proseguito il Santo Padre, ha bisogno di ritrovare la Stella e, come i Re Magi 2000 anni  fa, seguirla per arrivare a Dio…

E’ stata una grande riflessione sulla quale concordo, permettendomi però, a mia volta, la possibilità di un approfondimento che conceda  ad una parte dell’uomo, quella più debole, il beneficio di qualche dovuta e spiegabile giustificazione. Tra l’altro, l’invito a seguire la Stella era  partito anche da questo blog in un post del 24 dicembre 2009  , ma era un invito rivolto, come può dedursi dal titolo, principalmente ad una ” parte ” dell’umanità, quella che detiene il potere, e che ha la responsabilità dei nostri destini.

Stiamo vivendo un momento strano, confuso…indefinibile. Siamo stati riempiti di un’infinità di “ giocattoli “, in grado solo di far trascorrere il tempo ma non di sconfiggere  la noia ed il vuoto. Tutto ciò ha nutrito il materialismo ed affamato lo spirito. Ci ha trasformati in un esercito di cloni che tendono  tutti alle stesse abitudini, a discapito della creatività…lasciata a  ” pochi “.  E questi pochi ci hanno costretti a rifugiarci dietro maschere protettive per ” immunizzarci ” dalla maledizione della ” nullità “, ovvero dalla paura di sentirci estraniati da un mondo che ha le sue regole precise, scientificamente pianificate e predeterminate… Ci hanno creato dei miti e, a piacimento, li hanno poi distrutti per sostituirli con altri, più attuali, più confacenti a certi interessi. La confusione è cresciuta a dismisura, consigliandoci di non ” approfondire più di tanto ” e di accettare passivamente ogni cambiamento. Ad uno ad uno sono caduti molti punti di riferimento e, mi dispiace dirlo a Benedetto XVI, anche quelli relativi proprio alla Religione ed ai suoi pastori, i nostri preti, la fiducia verso i quali è andata pian piano scemando per colpa degli insani comportamenti di alcuni… scandali sessuali, omelie trasformate in comizi politici inneggianti più all’odio che all’amore, ed altro.

Ma il cuore dell’uomo, l’uomo umile che attende e si protegge nascondendosi sotto ad una maschera, non si è ancora chiuso completamente all’amore… esso batte speranzoso in attesa di un segnale che qualcosa di nuovo e di ” sano ” si affacci all’orizzonte e gli venga nuovamente offerta… una porta che si apra e gli mostri la strada per ritornare a Dio non solo in modo ” personale “, ma nella convinzione collettiva che può essere favorita dalla cancellazione di ” molti equivoci ” e dalla riproposizione dei valori assopiti, in una visione rinnovata ed adeguata ai tempi. Quindi, la Stella va seguita soprattutto dagli “ uomini ” che si sono assunti il compito di rappresentarci e guidarci e che, per primi, devono smettere di sentirsi troppo sicuri di sé. Sono loro che devono aprire il cuore donandoci  ” l’amore della conoscenza ” e della compartecipazione attiva ad ogni importante evoluzione, aiutandoci a ritrovare la sicurezza in grado di abbattere ogni maschera e di tirare fuori il meglio di ognuno…

Noi di Famiglie d’Italia, usiamo questo blog per informarvi se effettivamente esistano ” porte ” che si stanno aprendo. Usiamo l’arma della ” critica serena ” per stimolare e non per affossare e, in particolare, cerchiamo di donarvi tutta la conoscenza che ci è consentita… per aiutarvi a crescere, crescendo insieme a voi.

Famiglie d’Italia

Umberto Napolitano

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: