Riforma fiscale: Bersani, non ci deluda anche lei

by

Caro Bersani, dopo le sue dichiarazioni di ieri, a seguito delle intenzioni di Berlusconi di effettuare una riforma fiscale con la speranza della introduzione di sole due aliquote… ho cominciato a tremare: non si ripeterà per caso la politica perdente e stressante attuata dai suoi predecessori, Veltroni e Franceschini, che erano soliti dire sempre no ad ogni barlume di proposta accennata da parte della maggioranza, senza neanche sapere esattamente quale fosse?… Speriamo di no, perché io ho letto ed ascoltato le ” intenzioni ” del Presidente del Consiglio, propositi  forse anche interessanti, ma nulla di preciso e di concreto che possa essere seriamente discusso, criticato o osannato. Con la sua elezione a Segretario del Pd, Onorevole Bersani, considerandola una persona preparata ed equilibrata, la maggior parte di noi ha sperato che finalmente l’Italia potesse riappropriarsi del diritto  ad una opposizione in grado di colloquiare con la maggioranza, suggerendole le proprie indicazioni migliorative o contrastandola, quando è il caso anche in modo fermo e duro, con proposte alternative reali ad altre reali e non solo ipotizzate. Ora, il sentirla affermare che  ” è una proposta sbagliata perché aiuta i ricchi ”  mi provoca uno stato di disagio perché non ne capisco il significato; lei non approfondisce e si limita a ripetere le solite cose, taglio dell’Irap, lotta all’evasione, studi di settore, etc., che controbattono le ” chiacchiere ” con altre ” chiacchiere “.

Noi non vogliamo più essere testimoni di  risse incivili e, soprattutto, non vogliamo più sentire frasi ad effetto né da una né dall’altra parte, siamo stufi… ci occorrono delle soluzioni nuove che vengano discusse seriamente e serenamente in Parlamento, basandosi su elementi certi e non su proclami offerti ai Media. Perché così non si avvantaggia nessuno, aumentano le distanze e si allontanano i confronti parlamentari, perdendoci sempre e solamente il Paese. L’opposizione non può crescere se si limita a negare con aria di sufficienza e di stizza tutto ciò che viene proposto dalla maggioranza, perché ciò attira momentaneamente i consensi dei  simpatizzanti, ma non fa gli interessi della totalità dei cittadini, siano di sinistra o di destraIl popolo italiano, indurito dalle recenti vicissitudini, sta cominciando a fortificarsi liberandosi dell’ “ inquinamento culturale ” che ne ha limitato la conoscenza. Sta maturando perché in questi momenti così difficili, a causa della debolezza della politica in generale, sta uscendo dalla fogna soprattutto con i mezzi propri, per cui, grazie anche ad internet,… si informa e legge di più, capisce meglio cosa sia conveniente e cosa dannoso, chi mira agli interessi collettivi e chi a quelli personali, insomma, sta fortificando i propri fondali in modo da renderli più difficilmente penetrabili…  e di  ciò  è opportuno che se ne rendano conto e se ne facciano una ragione tutti!

Famiglie d’Italia

Umberto Napolitano

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qgrazie!ualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto…

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “Riforma fiscale: Bersani, non ci deluda anche lei”

  1. Roberto Tocci Says:

    Spett. Umberto
    apprezzo l’enfasi con cui si “raccolgono” le provocazioni lanciate dal Ns. primo ministro, ma dispiace constatare che sono sol delle enunciazioni a fini elettorali re e basta. Difatti già oggi il tema non interessa più la maggioranza di governo, i giornali e le Tv. E’ tutto un Bla Bla Bla. I nostri ministri sono incapaci di pensare qualcosa di utile per il bene di una intera Nazione.
    Raccoglieremo le macerie dopo i terremoti……
    Cordiali saluti
    Roberto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: