Crollo di Favara, quando la burocrazia uccide

by

 ” Con burocrazia si intende l’organizzazione di persone e risorse destinate alla realizzazione di un fine collettivo secondo criteri di razionalità, imparzialità, impersonalità. Il termine, definito in maniera sistematica da Max Weber indica il potere degli uffici (dal francese bureau): un potere (o, più correttamente, una forma di esercizio del potere) che si struttura intorno a regole impersonali ed astratte, procedimenti, ruoli definiti una volta per tutte e immodificabili dall’individuo che ricopre temporaneamente una funzione. L’etimologia ibrida del termine, dal francese ” bureau ” ( ufficio ) connesso al greco ” krátos ” ( potere ) ne rivela l’origine tarda e la derivazione di chiara matrice francofona. “… 

Bene, ormai è notorio a tutti e da sempre che questa ” organizzazione di persone ” non funziona affatto, anzi è deleteria per qualsiasi ” fine collettivo “. … Domanda: visto che si sta parlando tanto di riforma della giustizia, non sarebbe il caso di trasformare l’alibi della ” burocrazia frenante ” in un delitto da perseguire e condannare severamente?… E’ da una vita che i soldi dei cittadini vengono investiti in strutture che, portate a termine, per i suddetti motivi burocratici, vengono poi abbandonate al degrado ed al saccheggio continuato. Parlo per lo più di ospedali o case popolari, come quelle di Favara, costati un sacco di soldi fra ” gabelle ” e ” ritardi vari “, e mai utilizzati… E’ possibile, insistendo sul caso attuale di Favara, che in dieci anni non ci sia stato nessuno in grado di assegnare almeno uno degli oltre 50 appartamenti nuovi costruiti e  destinati a case popolari?… Questa non è burocrazia, questa è deficienza ( dal latino deficere, mancare ) cronica e delittuosa! E soffermandoci ancor di più sulle case fatiscenti, sempre di Favara per insistere nell’esempio( tutta l’Italia ne è piena ), non ancora crollate e non inibite all’uso di ulteriori aspiranti vittime… sapete trovare una ben che minima giustificazione all’operato delle autorità competenti locali?… Qui la ” deficienza ” si trasforma in menefreghismo totale! 

E allora, mettendo da parte ogni ipocrisia, il significato più vicino alla realtà inerente al termine ” burocrazia “, è da ricercare nei ” favoritismi ” o nelle “ antipatie ” che condizionano l’operato di tutti coloro che manovrano tale macchina. E poiché favoritismi ed antipatie hanno il medesimo comun denominatore, cioè gli  ” interessi personali “, penso che nel 2010 sia arrivato finalmente il momento di porre fine definitivamente  a tali ” azioni delittuose “, a cambiare marcia ed a punire e  spazzare via per sempre ogni colpevole, chiunque  e ovunque sia!

Noi italiani siamo stufi di essere poco considerati e sfruttati dai soliti quattro irresponsabili, per giunta messi lì da noi, che, con la scusa di rappresentarci, ingrassano e ci uccidono lentamente… nel corpo e nella mente.

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia

 

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera, fino alla noia, ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qgrazie!ualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto…

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Una Risposta to “Crollo di Favara, quando la burocrazia uccide”

  1. Giacomo Carone Says:

    Finchè non ci sarà un sistema di gestione globale dei dati immobiliari che permetta la completa tracciabilità di “chi – ha fatto cosa – come – quando – perché” ci saranno tutte le possibilità di scappatoia ed i colpevoli resteranno costantemente impuniti.
    REM-NG (Real Estate Management – Next Generation), permetterà di ovviare a questi problemi offrendo in più tutti gli strumenti per ottenere l'”innalzamento dell’astina” delle conoscenze e competenze professionali al fine di arrivare a costruire, ristrutturare o riqualificare gli immobili in modo che essi siano salubri, sicuri, energeticamente efficienti oltre che fruibili anche nelle parti comuni.
    Attivando contemporaneamente degli opportuni piani di formazione dedicati agli Attori coinvolti in quanto visto sopra, si otterranno e manterranno nel tempo i livelli di salubrità, sicurezza, efficienza e benessere sociale previsti da progetto, con prezzi adeguati alle possibilità delle nostre famiglie, le Famiglie d’Italia.

    Proprio stamani è stata battuta la notizia dell’evaquazione dell’Ospedale di Mezzolombardo (TN) per essere risultato “non sicuro a seguito di una approfondita indagine statica” (Fonte: Quotidiano “l’Adige” http://www.ladige.it/news/2008_lay_homepage_01.php?id_cat=4); tanto di cappello alle Autorità che hanno avuto il coraggio di prendere questa difficile, ma necessaria decisione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: