Il sistema giudiziario e le sue anomalie ( caso Riano )

by

I presenti, con la toga e con una copia della Costituzione in mano in questa aula per la cerimonia di inaugurazione dell’Anno Giudiziario, spero abbiano letto con attenzione il cartello alle loro spalle: LA GIUSTIZIA E’ AMMINISTRATA IN NOME DEL POPOLO. Ciò che sta accadendo nel Lazio, a Riano, sta disattendendo totalmente quanto solennemente scritto…  Il Corpo Forestale dello Stato annuncia  l’inizio dello sgombero di 117 villette motivandolo come conseguenza di una delle più vaste operazioni degli ultimi anni contro l’abusivismo edilizio. Complimenti per il tempismo! 

Se ne sono accorti solo a lavori ultimati ed a truffa consumata nei confronti di 117 famiglie appartenenti al POPOLO ITALIANO. E adesso fanno i duri, inquisiscono giustamente più di duecento persone, funzionari comunali, notai, speculatori, ma abbattono sogni ed anni di sacrifici ” solo “ di gente innocente…rendendosi complici del più ignobile dei delitti nei confronti di cittadini indifesi: la negazione del diritto a vivere in  una propria abitazione, regolarmente acquistata e rogitata….Cos’è, una dimostrazione di forza per una questione di puntiglio?… Ma dov’è finita la coscienza, in fondo al water delle abitazioni di coloro che hanno emesso la sentenza?… Tutti coloro che saranno perseguiti e processati se la caveranno con uno schiaffo ed un rimbrotto, mentre 117 famiglie finiranno miseramente ” sotto i ponti ” insieme ai loro sogni e diritti calpestati. La solidarietà  di Renata Polverini che auspica ” che l’autorità giudiziaria sospenda le attività in corso, in attesa che sia stata trovata una soluzione volta a evitare che tante persone si ritrovino da un giorno all’altro senza un tetto e privati di quella casa che era costata loro sacrificionon basta. Occorre che Berlusconi e tutto l’esecutivo, appoggiati da Bersani, Casini,Di Pietro e da tutte le forze politiche esistenti, in un’azione comune, intervengano con un provvedimento immediato ed inoppugnabile, in quanto decisione unanime del Parlamento, salvaguardante dei diritti degli incolpevoli truffati. Qualcuno che si è svegliato tardi disattendendo ai propri doveri e obblighi di controllo ( se ne sono accorti tardi e solo a seguito di un esposto ) ora, in nome della legge, vuole sprecare tanto ” ben di Dio ” radendolo al suolo?… e che lo faccia, se ciò lo soddisfa,ma solo dopo aver risarcito ed assicurato un tetto pari a quello usurpato a tutti coloro ingiustamente sfrattati!

Che nessuno si permetta più di abusare della nostra pazienza ed intelligenza. L’Italia deve restare un Paese sicuro e vivibile per tutti… e non solo per alcuni!

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia

 

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera, fino alla noia, ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qgrazie!ualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto…

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: