Ciancimino jr: adesso parlo io… nel Paese degli Sciocchi ( forse )

by

La caciara scoppiata in questi giorni è terrificante! La politica italiana si riduce ad un gossip da serve dove i protagonisti, buoni o cattivi che siano, recitano la loro parte davanti ad una platea che ormai li segue più per curiosità che per convinzione, assuefatta com’è da polemiche alimentate da accuse e giustificazioni che si susseguono imperterrite, senza sosta…senza rispetto per un popolo che si attenderebbe e meriterebbe ben altro… così cominciava un post di Famiglie d’Italia del 6 maggio 2009. Allora la disputa era riferita ai soli scontri televisivi serali, ora il palcoscenico si è elevato in un salto di qualità raffinato: non più uno studio televisivo, ma un aula del tribunale dove si celebra l’ennesimo processo nel quale, di riffa o di raffa, Berlusconi in qualche modo è sempre presente, come imputato di ” delinquenza mafiosa “.

Poveri italiani, se ciò fosse vero, in quali mani siamo caduti!… Viene naturale gridare: trovate delle prove, fornitecele una volta per tutte, oppure… tacete per sempre! E invece no, la storia va avanti imperterrita. Ora è il momento dei pentiti: aveva cominciato a proporsi poco tempo fa Gaspare Patuzza. Si attendevano rivelazioni eclatanti e noi le aspettammo col fiato sospeso, ma arrivò ben poco e ” per sentito dire “… e quel poco fu subito smentito dai fratelli Graviano, coloro che dovevano aver detto ciò che era stato sentito. Tanto rumore per nulla. Giornalisti arrivati da tutto il mondo che se ne tornavano a casa delusi e imprecanti… e noi italiani svergognati ovunque e inutilmente. Considerati sempre più mafiosi governati da mafiosi… ” per sentito dire “.

Adesso  è la volta di Ciancimino Junior, il quale, anche lui a distanza di anni con espressione colta, educata e distaccata, improvvisamente si ricorda di conoscere verità prima taciute, solo perché mai richieste: peccato che le prove, almeno per ora, siano un foglio incompleto della ex primula Provenzano ed un originale ” mancato ” di una lettera del padre… E noi italiani sempre li ad ascoltare favole ed immondizia di un potere alla deriva che, per sopravvivere, ha bisogno ad intervalli che qualcuno si ricordi e si alzi all’improvviso e dichiari: adesso parlo io, nel paese degli sciocchi…forse!

P.s. Il popolo italiano va a votare per essere governato e non martoriato

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia

 

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qgrazie!ualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto…

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: