Orca uccide l’addestratrice: quando la natura si ribella

by

Chissà cosa è passato per la mente di Tillikum, un’ orca maschio di 30 anni, nei momenti precedenti alla sua solita esibizione di Seaworld, il famoso parco di divertimenti acquatico della Disney ad Orlando, in Florida. Si era nei minuti precedenti lo spettacolo serale dal titolo ” Cena con l’Orca ” e l’addestratrice, Dawn Brancheau, stava spiegando al pubblico dal bordo della piscina come si sarebbe svolta l’esibizione. Improvvisamente Tillikum, che  nel linguaggio Chinook parlato dai nativi americani del Pacifico nord-settentrionale significa ” amico, è balzato fuori dall’acqua, ha afferrato l’addestratrice trascinandola con se e sbalzandola violentemente varie volte, sopra e sotto, fino a farla annegare. Forse non voleva uccidere e magari mostrare al pubblico delle ” variazioni ” da lui studiate e considerate innovative e meno noiose della solita ” routine “. Questo noi non lo sapremo mai, anche se due antefatti riguardanti la stessa orca, lasciano perplessi. Nel corso della sua vita questo è il terzo incidente che lo vede protagonista quale, involontario o non, ” orca assassina ” di esseri umani. Precedentemente, nel 1991 e nel 1999, aveva già colpito nello stesso modo con un’altra istruttrice ed un uomo incautamente immersosi nella piscina per nuotare con lei. Esseri umani mai addentati, ma fatti morire per annegamento o  per ” esuberanza  affettiva “. Come avrete potuto notare ” 1991, 1999, 2010 ” rappresentano scadenze quasi decennali che coincidono con un momento di “ raptus ” di Tillikum, un essere intelligente  il cui grado di sopportazione a vivere  ” prigioniero in  una vasca da bagno ” ed a comportarsi da  ” clown ” felice e burlone, ogni circa 10 anni, ha bisogno di uno sfogo  fuori dalle righe e dalla monotonia … per non morire di noia.

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia

 

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera, fino alla noia, ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qgrazie!ualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto…

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Una Risposta to “Orca uccide l’addestratrice: quando la natura si ribella”

  1. L’ ” uomo assassino “… « Umberto Napolitano Says:

    […] L’ ” uomo assassino “… Orca uccide l’addestratrice: quando la natura si ribella […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: