Dal ” regno ” del petrolio: l’energia del futuro è quella pulita ( Econota 8 )

by

Consenso tra i leader mondiali, per l’importanza, l’attualità e l’utilità delle energie rinnovabili, le quali possono contribuire in modo significativo alla lotta ai cambiamenti climatici Si è svolto dal 18 al 21 gennaio 2010, ad Abu Dhabi, il Vertice mondiale sull’Energia Futura (World Future Energy Summit, Wfes), un forum internazionale dedicato alle soluzioni energetiche sostenibili nel futuro alle sfide poste dalla sicurezza energetica e dalla protezione dell’ambiente e del clima, ospitato da Masdar, l’iniziativa sull’energia pulita di Abu Dhabi. Hanno partecipato all’evento circa 3.000 persone, tra rappresentanti della politica internazionale, del mondo industriale, della ricerca, esperti, investitori e giornalisti, provenienti da circa 130 Paesi in Asia, Europa, America, Africa e Medio Oriente.

I quattro giorni di lavori si sono conclusi in un ampio spirito di consenso tra i leader mondiali, specialmente riguardo all’importanza, l’attualità e l’utilità delle energie rinnovabili, le quali possono contribuire in modo significativo alla lotta ai cambiamenti climatici. È stata evidenziata in proposito la necessità di migliorare la collaborazione tra tutti i principali attori del settore energetico nell’ulteriore sviluppo di tali energie, sia a livello mondiale sia regionale.

Altri aspetti evidenziati sono stati la differenziazione del mix energetico e la necessità di rendere le rinnovabili più convenienti, e il ruolo fondamentale delle politiche governative in tal senso, oltre che nella promozione della ricerca.

Tra i messaggi emersi dal forum, si rileva anche che la comunità internazionale debba mobilitarsi per concordare velocemente una tabella di marcia per ridurre le emissioni di gas serra, per evitare possibili conseguenze catastrofiche.

(Fonte Focal Point Ipcc per l’Italia)

La pillola eco-impegnata di Paolo Broglio,  ovvero “quelli che fanno “……o almeno ci provano !

4 progetti premiati e 6 segnalati sono i vincitori del Premio all’innovazione amica dell’ambiente per il Sud, il riconoscimento promosso da Legambiente, Comitato Mezzogiorno di Confindustria, Regione Puglia, Federparchi e Fondazione Symbola per premiare le esperienze aziendali più avanzate e innovative nelle regioni del Sud Italia. A consegnare il premio questa mattina presso la manifestazione «Mediterre, Ambiente e Parchi del Mediterraneo» a Bari erano presenti, tra gli altri, Sebastiano Venneri, vicepresidente di Legambiente, Cristiana Coppola, Vicepresidente di Confindustria con delega al Mezzogiorno e Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia, Nicola De Bartolomeo, Presidente di Confindustria Puglia.

L’iniziativa, alla sua prima edizione nel Sud Italia, ha coinvolto le imprese in Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia con l’obiettivo di incentivare le tecnologie, i processi, i prodotti, i servizi e ai sistemi gestionali innovativi che producono significativi miglioramenti ambientali nel Mezzogiorno. A salire sul podio conquistando per un anno il logo «Premio Innovazione Amica dell’Ambiente per il Sud» sono state la Fattoria della Piana scrl di Candidoni (Rc), Politex sas di Freudemberg di Pisticci Scalo (Mt), Therese Real Estate srl di Pignola (Pz), Sabox srl di Nocera Superiore (Sa): tutte esperienze di Green Economy che hanno testimoniato la capacità di saper coniugare innovazione tecnologica e rispetto dell’ambiente nella prospettiva di un futuro migliore per il Sud.

 I 4 premiati

 Fattoria della Piana scrl (Candidoni – RC)

Innovazione premiata: Agroenergia della Piana, progetto di azienda agricola ecosostenibile ed integrata con la filiera e con il territorio.

Politex sas di Freudemberg (Pisticci Scalo – MT)
Innovazione premiata: Costruiamo il futuro per recuperare il passato. La Freudenberg Politex realizza Tessuto Non Tessuto per numerose applicazioni con materia prima ottenuta da bottiglie in Pet post-consumo, ottenuta internamente grazie a processi integrati a monte: Roofing: Armature delle guaine bituminose per impermeabilizzazione dei tetti. Buildings Materials: isolamento termico e acustico, impermeabilizzazioni nel settore dell’edilizia, rinforzo pareti e manti stradali, protezione sottotegola. Geotessili.

Therese Real Estate srl (Pignola – PZ)

Innovazione premiata: Quartiere Spinamare, vivere in classeoro. La Therese real estate è una società a responsabilità limitata che nasce con l’obiettivo di sviluppare nuovi progetti immobiliari a destinazione residenziale, commerciale e turistica. La società fornisce ai propri clienti un insieme di servizi integrati per la realizzazione e la successiva gestione di interventi per il risparmio energetico, garantendone i risultati ed i risparmi. Il progetto SPINAMARE, relativo alla costruzione di quattro fabbricati residenziali, vuole tradurre in realtà concreta il concetto del vivere l’abitabile. E lo fa attraverso il raggiungimento di un’elevata efficienza energetica (classe Oro), raggiunta con l’impiego di energie rinnovabili come il tetto solare e fotovoltaico e il recupero delle acque piovane.

Sabox srl (Nocera Superiore – SA)

Innovazione premiata: GreenProject. La Sabox srl è un’azienda che si occupa della produzione di packaging secondario e terziario in un’ottica di sviluppo industriale ecosostenibile. La Sabox ha avviato il GreenProject, un programma che disciplina il «modus operandi» mediante scelte strategiche che hanno come fondamento il rispetto dell’ambiente.

Le 6 innovazioni segnalate 

Ecoplan srl (Polistena – RC)

Innovazione segnalata: Ecomat, Pannello ecologico e riciclabile. Grazie alla miscelazione ed estrusione della sansa esausta con resine termoplastiche quali polipropilene e polietilene, si ottengono materiali per diverse e variegate applicazioni.

Sangalli Vetro Magnetronico srl (Monte Sant’Angelo – FG)

Innovazione segnalata: Climax ®: vetro piano con deposito superficiale bassoemissivo per il risparmio energetico. Il prodotto minimizza lo scambio termico con l’esterno delle vetrate con una sensibile riduzione dei consumi di combustibili fossili (oltre il 30%) per il riscaldamento degli ambienti

Moncada Energy Group srl (Aragona – AG)

Innovazione segnalata: La turbina eolica WPR 850. La turbina consente di ottenere rendimenti più elevati nella trasformazione dell’energia cinetica del vento in energia meccanica al rotore e, quindi, in energia elettrica al generatore.

Catanzaro Costruzioni srl (Favara – AG)

Innovazione segnalata: Sistema industriale per la bonifica delle emissioni da discarica denominato geCO2 System. Il sistema permette, nelle discariche, l’abbattimento del metano, la riduzione del rischio di esplosione, l’abbattimento dell’impatto odorigeno e l’ottimizzazione del recupero energetico del biogas.

Karborek spa (Martignano – LE)

Innovazione segnalata: Processo trattamento industriale per il recupero delle fibre di carbonio da scarti di lavorazione e da materiali compositi a fine vita. Sviluppo di tecniche finalizzate alla valorizzazione delle fibre recuperate ai fini del loro riuso in nuovi manufatti. 

Gruppo Stolfa Edilizia sas (Capurso – BA)

Innovazione segnalata: ” LaStella ” complesso residenziale sostenibile a basso consumo energetico. Progettazione e realizzazione di un edificio residenziale con i criteri di efficienza energetica, sostenibilità ambientale, valutato secondo il protocollo Itaca Puglia

 (Fonte Legambiente)

Famiglie d’Italia

Paolo Broglio

 

P. S. Letti gli esiti delle ultime indagini riguardo allo stato di salute delle famiglie italiane, delle quali il 30 % ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ho deciso di ridare fiato e visibilità giornaliera, fino alla noia, ad una nostra iniziativa dell’estate scorsa che riguarda esclusivamente la sfera delle conoscenze personali di ognuno di noi… e che permette di dare una mano concreta a chi la necessita, i cui effetti positivi si possono vedere immediatamente e senza bisogno di inviare sms o indire collette nazionali.


{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qgrazie!ualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto…

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia  click on per visitare il blog

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: