Da Omnibus ad Anno Zero, la guerra dei media è ripartita parlando di Silvio e di… pace

by

Ieri mattina ho aperto gli occhi e mi sono trovato immediatamente di fronte ad un annuncio mediatico di Omnibus su La7  che suonava come un’ oscura minaccia per tutti noi, evidenziata nel titolo in basso: AAACercasi premier per il 2013

Perché una minaccia?… Perché mi è parso il funesto annuncio di tre anni futuri  di scontri e polemiche dedicati ancora ed esclusivamente alla solita solfa, ovvero a Silvio Berlusconi ed al modo di come abbatterlo politicamente pronosticandone, giorno dopo giorno, i vari possibili successori… un incubo!

E non mi è andata meglio in serata, anzi! Ad Anno Zero la ripresa delle ostilità post elezioni non ha avuto bisogno di titoli particolari ed è ripartita come non si fosse mai interrotta, subito surriscaldata dai toni e dai litigi tra La Russa e Di Pietro, La Russa e Gino Strada, La Russa e Concita De Gregorio, La Russa e l’intero studio condotto da un Santoro determinato ed incalzante… e dire che il tema doveva essere Emergency ed il messaggio di pace che essa lancia nel mondo con il suo operato nel curare tutte le sofferenze e le ferite, indipendentemente dai belligeranti.

 Il gran finale, anche se più rilassante benché la solita satira pungente e di parte, l’ho vissuto con Serena Dandini e il suo  ” Parla con me “, ben sostenuta dai dialoghi-monologhi  di Diego Bianchi, in arte Zoro, sulla deprimente situazione politica italiana. 

Conclusione: l’opposizione ha rimesso in moto le sue armate mediatiche. Il dramma è che queste, almeno per ora, non sembrano aver rinnovato ne strategie ne armamenti. Noi cittadini, indipendentemente dalle simpatie politiche, siamo sconcertati. Sembra che parlare di Berlusconi, nel bene e nel male ( senza dimenticarci di Floris, Vinci, Fede, Minzolini e  Bruno Vespa, anche se quest’ultimo ieri sera ha preferito  risparmiarci e ricordare giustamente la scomparsa di un ” grande ” come Raimondo Vianello ), sia l’unico modo in Italia di fare politica.

Da questo blog non mi stancherò di ricordare che l’Italia, per essere ben governata, ha bisogno di una maggioranza ed di un’ opposizione valide che sappiano contrastarsi su fatti e non su chiacchiere. Inoltre, l’alternanza nel governo degli schieramenti opposti sono la prerogativa per lo sviluppo e la crescita di ogni nazione: ma se da noi si insiste su strategie perdenti ciò difficilmente accadrà e la sana competizione si trasformerà inesorabilmente in una … spaccatura definitiva e pericolosa.

Famiglie                    d’Italia
 
Umberto Napolitano

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: