Vegetariani per un giorno ( Econota 20 )

by

Dopo aver trasformato la piazza del municipio in un orto, il Consiglio dei supervisori di San Francisco fa un altro passo per invitare a mangiare verdura, approvando una risoluzione che invita i cittadini a fare a meno della carne ogni lunedì. Mense scolastiche, ristoranti, negozi alimentari sono invitati ad offrire “un’alternativa verde” il primo giorno della settimana.

Vegetariani un giorno alla settimana. È il nuovo precetto di San Francisco dopo che il Consiglio dei supervisori della metropoli californiana ha approvato una risoluzione che invita i cittadini a escludere la carne dai loro pasti ogni lunedì. La risoluzione, fortemente voluta dal consigliere comunale Sophie Maxwell, fa appello a ristoranti, negozi di alimentari e mense scolastiche affinché il primo giorno della settimana offrano opzioni a base di vegetali per migliorare la salute pubblica.

L’obiettivo è di dare un contributo alla battaglia contro l’obesità, un problema che negli Usa interessa ampie fasce della popolazione adulta e giovanile e contro il quale la stessa first lady, Michelle Obama, si è schierata con una nuova campagna. Diminuire il consumo di carne, poi, è un valido aiuto alla riduzione dell’inquinamento: secondo Maxwell, infatti, un’alimentazione vegetariana è uno dei modi per combattere l’effetto serra. La questione è così sentita che lo scrittore newyorkese Jonathan Safran Foer, presentando il suo ultimo libro ‘Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?’ (edito in Italia da Guanda) ha fatto la stessa proposta di ‘abolire’ la carne per un giorno la settimana.  (  Famiglie d’Italia 6 marzo 2010 )

( Nella foto: non è carne, ma Muscolo di Grano )
 Il “Veggie Day“, giorno vegetariano, ha ottenuto l’approvazione all’unanimità dal consiglio dei supervisori che fa della città del Golden Gate la prima degli Stati Uniti a lanciare un appello anti-carne. In Europa, invece, a fare da apripista era stata l’anno scorso la città universitaria di Gand in Belgio.

Sophie Maxwell, consigliere comunale e vegetariana convinta da 35 anni, ha fatto propria la campagna per il ‘Meat-free Monday‘ lanciata dal cantante Paul McCartney, da sua figlia Stella, celebre stilista di moda, e da altre celebrità tra cui Chris Martin e Sheryl Crow: “Abolire il consumo di carne una volta alla settimana – aveva spiegato McCartney da perfetto testimonial del manifesto del ‘Veggie Day’ – può sembrare solo un piccolo contributo, ma ogni contributo, anche il più modesto, ha un suo ruolo nello sforzo globale per un mondo più pulito e più sano”.

L’appello a ridurre il consumo di carne per almeno un giorno alla settimana ha infatti in primo luogo l’obiettivo di diminuire le emissioni di gas inquinanti causate per il 18 per cento dagli allevamenti di bestiame: anche l’Onu, attraverso la sua agenzia per l’alimentazione, la Fao, se ne è fatto di recente portavoce. “L’idea di San Francisco è di incoraggiare i cittadini a trovare alternative a base di frutta, legumi e verdura per proteggere l’ambiente e la propria salute”, ha spiegato Maxwell dopo il voto del consiglio dei supervisori.

La svolta del lunedì senza carne fa seguito ad altre iniziative verdi di San Francisco: l’estate scorsa il sindaco Gavin Newsom aveva accettato di cambiare uno dei panorami più istituzionali della città, la piazza davanti al municipio, per trasformarlo in un vero e proprio orto urbano: lattuga, pomodori, insalata, erbette erano state piantate dal primo cittadino e dall’amatissima chef Alice Waters in uno spazio subito ribattezzato “Victory Garden” in onore dei giardini di guerra che venivano coltivati negli Usa durante il secondo conflitto mondiale per rispondere autarchicamente alla mancanza di viveri.

Fonte: L’Espresso

La pillola eco-impegnata di Paolo Broglio,  ovvero “quelli che fanno “……o almeno ci provano !

Il Tunnel Solare diventa realtà anche in Italia. La luce del sole arriva ovunque

 

 

Portare la luce del sole anche negli ambienti più bui della casa, anche in quelle stanze in cui non esiste una finestra. Ve ne avevamo parlato un anno fa, segnalandovi Sunlight Direct, ma ora anche in Italia diventa più facile adottare questa soluzione grazie al nuovo prodotto lanciato da Velux. Si chiama Tunnel Solare e – ribadiamo quello già detto – troviamo la soluzione assolutamente straordinaria per una serie di motivi tra cui il risparmio energetico e l’effetto positivo nella vita delle persone grazie alla luce naturale negli ambienti abitativi.

Il Tunnel Solare è un innovativo modello di lucernario tubolare che si presenta esternamente con lo stesso design delle finestre per tetti, integrandosi armoniosamente nella linea architettonica del tetto.

Il suo funzionamento è elementare: la luce del sole viene catturata e trasportata all’interno degli ambienti attraverso un tunnel altamente riflettente.

Questa idea che ribadiamo geniale nella sua semplicità si adatta perfettamente per illuminare corridoi, disimpegni, bagni, cucine, tutti ambienti che necessitano un livello minimo di illuminazione pari a 50 lux.

Con un tunnel solare rigido VELUX si possono ottenere un’illuminazione naturale di 400 lux con cielo sereno (150 lux con cielo parzialmente coperto) su una superficie di 9 m2.

Ma come funziona esattamente il Tunnel Solare?

Una vetrata temperata piana posta sul tetto trasporta la luce attraverso un tubo rigido altamente riflettente del diametro di 35 cm che raggiunge una lunghezza di 1,95 metri, estendibile con apposite estensioni opzionali. La vetrata esterna è autopulente. Attraverso un diffusore interno la luce naturale viene trasmessa nel locale.
Compatto e facile da maneggiare, il tunnel solare VELUX non richiede particolari interventi per essere installato, salvo la predisposizione di un foro sul tetto e di uno sul soffitto.

  Confronto tra sorgenti di luce

 I lumen trasmessi dal Tunnel solare VELUX possono essere comparati a quelli generati da una normale sorgente luminosa montata su una lampada (ad incandescenza, fluorescenza ecc.)
Ogni lampadina riporta la misura della sua efficenza, indicata come la frazione di luce emessa.
L’efficenza varia in funzione del design della lampadina. Semplificando si può considerare un’efficenza media del 60%.

 

Famiglie  d’Italia

Paolo Broglio

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

2 Risposte to “Vegetariani per un giorno ( Econota 20 )”

  1. Emiliano Says:

    Ciao Condivido il tuo articolo, come tutti, mi pare ricco di contenuti
    il tuo bel blog e penso che ti aggiungerò ai bookmarks,
    Gracias

  2. famiglieditalia Says:

    Grazie…Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: