Pomigliano… una caduta di buon senso sulla pelle degli altri

by

Non è possibile che uno abbia ragione e tutti gli altri torto: su questo concetto baso l’articolo di oggi e mi ritrovo concorde con il mio vicino di casa, un militante Pd vecchio stampo, onesto negli ideali quanto nelle critiche… ” i tempi sono cambiati e qualcuno sembra non voglia rendersene conto “… Non è più il tempo delle ” prime donne ” e delle ragioni ” assolute “: il lavoro è un sacro diritto che non può essere barattato ne messo a rischio da nessun disegno ideologico. Anche il mondo è cambiato, non solo i tempi. Gli extracomunitari da noi lavorano quasi tutti e, la maggior parte, in regola. Nei lavori autostradali essi rappresentano oltre il 50% dei ” men at work “, idem nei lavori urbani, per non parlare degli addetti alle pompe di benzina, pizze d’asporto, gelaterie… etc. Ed a proposito di benzinai, pochi giorni fa parlavo con un ragazzo, un tunisino studente universitario a Milano, che si mantiene agli studi col proprio lavoro e che aveva offerto lo stesso ad uno studente italiano suo coetaneo, il quale però, benché senza soldi, aveva rifiutato criticando quel tipo di occupazione ” senza orari definiti, ne sabati o domeniche libere “. Risultato, lo studente tunisino faticava e si pagava gli studi, quello italiano si appellava ai diritti e campava col sostegno dei genitori.

Il lavoro è sacro, specialmente se in regola, ma noi non abbiamo più la forza e la dignità delle nostre vecchie mondine, e non vogliamo renderci conto che la crisi internazionale ha cambiato le regole. In questo momento il coltello per il manico lo tengono coloro che, pur se in qualche modo causa del disastro, posseggono il carburante denaro atto a far ripartire in qualche modo la macchina. Ora sembra più opportuno otturarsi il naso, e, senza essere umiliati, tirarsi su le maniche e darci dentro duramente, mettendo da parte per un po’ i privilegi guadagnati con fatica nel tempo. Ora occorre essere realisti, con dignità, ma realisti. E se la maggior parte dei sindacati afferma che tale dignità non viene intaccata, non può un solista contro corrente spacciare per  ” verità ” le sue rivendicazioni, mettendo a rischio il lavoro ed il sostentamento di migliaia di famiglie che, con la chiusura degli stabilimenti FIAT di Pomigliano, si troverebbero con i ” fondali ” completamente a terra. Per cui, cari sindacalisti contestatori senza problemi di arrivare a fine mese, con tutto il rispetto per l’importanza del vostro ruolo… meno teoria ideoligica e più pratica di sopravvivenza!

Umberto Napolitano

Famiglie           d’Italia

 

Annunci

Tag: , , , , , , ,

2 Risposte to “Pomigliano… una caduta di buon senso sulla pelle degli altri”

  1. lordbad Says:

    Il sindacalismo prima di essere questione giuridica o politica è necessariamente questione umana.

    Complimenti per il blog

    Ti invito cordialmente, confidando che tu abbia tempo e voglia, a visitare il nostro blog, dove tra l’altro si parla nel nostro ultimo post di una vicenda riguardante alcune operaie di Latina (Lazio)

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/02/20/lo-strip-tease-dei-diritti-56/

  2. famiglieditalia Says:

    Caro amico, io sono già venuto a visitarti il giorno dopo San Valentino. Trovo molto interessante il tuo blog e quando potrò ( non ho moto tempo ultimamente e sto anche un po’ trascurando il mio… prima pubblicavo un post al giorno, ora ho quasi dimezzato… per motivi di lavoro che mi tengono spesso fuori sede ) verrò ancora perché ogni voce è importante quando questa esce disintaressatamente dal cuore e dal pensiero. Ho apprezzato gli articoli sulle operaie di Latina, certo che essi erano costatazione di realtà e non conseguenza di un impeto dettato da interessi politici-partitici.
    Complimenti ricambiati.
    Un caro saluto, Umberto Napolitano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: