Oziare e mangiare per un’estate di benessere?… No, meglio contenersi e seguire i consigli di Francesca Martini

by

Con l’arrivo dell’estate e della partenza per le vacanze ognuno di noi tende a ” lasciarsi un po’ andare ” ed a liberarsi  delle limitazioni e dei tabù che ci hanno accompagnato e condizionato durante tutto l’anno. L’alimentazione è quella che subisce le rivolte più cruente, e, se prima di partire ci siamo sottoposti a diete stressanti per buttare giù qualche etto, ecco che improvvisamente recuperiamo il tutto, aggiungendoci il resto, condannandoci così ad un rientro che ci vedrà sovrappeso e con qualche problemino fisico non facilmente smaltibile… Ma, tutto sommato, chi se ne importa! Avremo sì o no il diritto una volta all’anno, e per una manciata di giorni, di farci servire, coccolare, lasciandoci andare alle libidini cibarie più represse?…

La voglia è tanta, ma per fortuna c’è qualcuno, qualche ” autorità “, che si preoccupa dei propri cittadini, come il sottosegretario alla Salute Francesca Martini, la quale ci fornisce gentilmente ” otto semplici ma importanti consigli da adottare per tutelare il benessere e la salute durante i mesi estivi “, poiché ” d’estate, per le tipiche condizioni climatiche e l’esposizione al sole, la razione alimentare deve apportare calorie e nutrienti in quantità commisurate all’effettivo fabbisogno, ma anche bilanciare adeguatamente l’equilibrio idro-salino dell’organismo “. Da cui, le otto regole da seguire per un’estate di benessere:

1) Non saltare mai i pasti, anzi aggiungere ai pasti principali un paio di spuntini. “Le giornate sono più lunghe, generalmente si fa più movimento e si dorme meno. Per questa ragione- osserva Martini- è particolarmente importante mangiare poco e spesso sia per non sentirsi appesantiti che per rimanere in forma”. Quindi, il consiglio è privilegiare frutta, verdura, yogurt, formaggi freschi e leggeri, carne magra e pesce cotto alla griglia.

2) Evitare di consumare cibi troppo conditi o elaborati, sì al gelato come pasto sostitutivo, ma attenzione all’apporto dietetico di tutti i nutrienti durante l’arco della giornata. Terzo, variare. “La dieta deve essere variata ed equilibrata: il consumo a rotazione di tutti gli alimenti disponibili è la regola principale per una dieta nutrizionalmente adeguata nonché sicura sotto l’aspetto igienico: la varietà delle scelte serve infatti a soddisfare il fabbisogno di tutti i nutrienti e a diluire l’assunzione di eventuali sostanze indesiderate contenute negli alimenti”.

3) Via libera al consumo “di frutta e verdura”, bene i “condimenti di origine vegetale, privilegiando l’olio d’oliva” e preferenza per gli “alimenti protettivi come il pesce e lo yogurt, che contribuisce al benessere intestinale. Lava sempre bene le verdure prima del consumo, soprattutto se crude”.

4) Sì ai piatti unici “che garantiscano un’alimentazione completa ma leggera” e ok “al piacere di un dolce ma con moderazione”.

5) Bere due litri di acqua al giorno, perché “l’eccessiva sudorazione può innescare gravi problemi di disidratazione e ricorda che l’acqua del rubinetto è potabile e sicura”. Consigliato poi “il consumo di frullati, spremute, centrifugati e succhi”, senza abusare di bevande alcoliche gassate e zuccherate”.

6) Attenzione ai cibi e alle bevande ghiacciate: “possono provocare pericolose congestioni”.

7) E’ scientificamente provato che “ridurre il sale nella dieta giova sia agli ipertesi che ai normotesi. Il consumo di sale iodato è un ottimo veicolo per apportare lo iodio nel nostro organismo”.

8) Bene l’attività motoria, ma “graduale ed adeguata allo stile di vita”, evitando le ore troppo calde.

 

Io, purtroppo, a parte il punto 1), nel senso che non ho saltato un pasto ed ho aggiunto più di due spuntini fuori pasto senza fare troppa fatica, non sono stato capace di seguire nessuno degli altri sette consigli e mi ritrovo, a due giorni dal rientro a casa, con già tre chili di sovrappeso… accidenti, ma questi consigli dell’ on Francesca Martini non poteva qualcuno farmeli pervenire prima !?!

 

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

 

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “Oziare e mangiare per un’estate di benessere?… No, meglio contenersi e seguire i consigli di Francesca Martini”

  1. Mamma, sono ingrassato tre chili! « Umberto Napolitano Says:

    […] Mamma, sono ingrassato tre chili! Oziare e mangiare per un’estate di benessere?… No, meglio contenersi e seguire i consigli di Fra… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: