Meditate, gente, meditate… ma informatevi di più ed agite di conseguenza

by

… il dissesto idrogeologico, il buco nell’ozono, l’effetto serra, i cambiamenti climatici, il surriscaldamento globale e l’inquinamento atmosferico tutti elementi che pian piano fanno cambiare il mondo. Tante ” piccole e stupide cose ” sono sparite senza che quasi ce ne accorgessimo… Si vedono piu’ le lucciole ???… Ho fatto una piccola inchiesta , il risultato è stato che alcuni non le hanno mai viste, altri   molto, molto raramente. Oramai è un ricordo quello in cui nelle calde sere d’estate, sui prati, c’erano le lucciole che a intermittenza brillavano nell’oscurità.  Noi bambini andavamo a prenderle mettendole nei bicchieri che chiudevamo con la mano e stavamo a guardarle ammirati e incuriositi da quel miracolo della natura… Seduti sull’erba, con i nostri bicchieri in mano, restavamo a contemplare quegli esserini che si accendevano e si spegnevano come le lucine dell’albero di natale. Poi le lasciavamo libere, libere nella notte buia e calda d’estate; ci sdraiavamo per terra e le loro lucine si confondevano con le stelle del cielo… perché non ci sono piu’ le lucciole ???…  L’inquinamento è la causa principale della sensibile diminuzione di alcune specie di piccole creature come farfalle, api ,vespe e tante altre specie di insetti che   con la  loro    vita contribuiscono all’equilibrio della natura. Il mondo in cui viviamo, il mondo in cui devono vivere i nostri figli i  nipoti e poi i loro figli e tanti e tanti altri… come lo troveranno se non poniamo rimedi??? Che eredità lasceremo loro ???…     meditate , gente, meditate

Quanto sopra è tratto da un articolo scritto da una mia amica, Marialuisa, per conto del blog ourplanet life. Io e lei, pur non conoscendoci personalmente, abbiamo iniziato uno scambio epistolare, attraverso il quale  ci poniamo delle domande. Ad un’ultima sua mail, nella quale lei mi confessava che nella sua mente ” frullavano ” parecchi interrogativi, dovuti, tra i tanti, anche al dissesto idrologico nazionale causa di continue tragedie, tra cui la recente sulla costiera amalfitana causata dall’esondazione di un torrente… ho risposto così:

Cara Marialuisa,
ho letto con molta attenzione le tue mail, specialmente l’ultima… ed una tua frase mi permette di discutere con te un po’ più approfonditamente. La frase in questione è:

” mi “frullano” in testa tanti punti interrogativi,certo non si finirebbe mai di parlare e discutere di tutti i problemi che affliggono il nostro pianeta…ma non siamo certo noi che li possiamo risolvere; sono ” i grandi” del mondo che dovrebbero mettersi una mano sulla coscienza e non pensare solo agli interessi personali…”

Vedi, io apprezzo molto il tuo impegno e quello di ourplanet life ( so che lavori gratis e sappi che anch’io dedico a Famiglie d’Italia ed al progetto che lo accompagna tutto il mio tempo e tutte le mie risorse finanziarie ): un’ opera di denuncia è importante, necessaria… ma non sufficiente. Nel senso che è troppo un alibi per noi l’affermare ( guarda che non ti faccio un appunto, ma approfondisco il tema )
ma non siamo certo noi che li possiamo risolvere; sono ” i grandi” del mondo che dovrebbero mettersi una mano sulla coscienza e non pensare solo agli interessi personali…”

…certo il pallino per ora è nelle  ” loro ”  mani, ma un giorno tra quei ” grandi ” ci saranno quelli che adesso sono giovani. Per cui io penso sia importante aggiungere alla ” denuncia ” anche l’ ” informazione “, cioè andare quotidianamente a spulciare tra le notizie nascoste e evidenziare quelle che sembrano ” interessanti ” ed a volte ” essenziali ” e contribuire alla loro propagazione in modo da evitare a molti di assumere  ” idee e certezze ” solo attraverso media in qualche modo ” controllati “, ma permettere di crearne personali attraverso una conoscenza più variegata, approfondita e meno di parte… questo,secondo me,è un modo nostro consono e libero di contribuire alla risoluzione ” in parte” dei problemi del mondo.

Saltando alla situazione geologica del nostro territorio ed ai continui danni creati dalle esondazioni di torrenti e fiumi i cui bacini e corsi naturali sono stati ignobilmente  ” seviziati ” (Vibo Valentia, una provincia sempre in emergenza. febbraio 23, 2009 e « febbraio 18 2010…sono due post di Famiglie d’Italia sul tema ),si deduce che anche prevedere ed avvertire dell’eventualità di un pericolo imminente… il più delle volte non basta ad evitare disgrazie e calamità che si ripetono con frequenza regolare e drammatica. Però, noi non dobbiamo demordere e dobbiamo continuare a denunciare… ma anche a proporre, per ora cultura, e vedrai che crescendo, quando i giovani saranno entrati a far parte dei ” grandi “, gli stessi non avranno più bisogno di mettersi una mano sulla coscienza, ma agiranno di conseguenza convinti e risoluti, perché un ” mondo inabitabile ed alla deriva ” non sarà  ” più gustabile ” nemmeno da chi è pieno di soldi grazie ad una politica svolta ad anteporre sempre i propri interessi… ”

Seguivano considerazioni finali e saluti: morale di questo post è che per migliorare occorre il contributo di tutti in un amalgama armonico e guidato dal buon senso, per cui mi piace concludere affermando… meditate , gente, meditate… ma informatevi di più ed agite di conseguenza.

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

8 Risposte to “Meditate, gente, meditate… ma informatevi di più ed agite di conseguenza”

  1. Aldo Cannavò Says:

    Il mondo viene distrutto per interessi disonesti di lobbies troppo potenti che fanno i loro interessi senza rispetto dell’ambiente.Succede anche in Italia,dove si cerca di imporre il nucleare e si continua ad inquinare con le discariche e gli inceneritori,scartando un sistema di smaltimento dei r.s.u. che non inquina e costa meno. Darò informazioni dettagliate sul nuovo sistema,a chi ne sia seriamente interessato.
    Genova – aldocannavo@fastwebmail.it

  2. cerchio Says:

    Rispondo ad Aldo,mi sembra di averlo detto che il mondo viene distrutto dai disonesti che pensano solo agli interessi personali……per il nucleare il mio pensiero lo puoi leggere sul blog http.ourplanetlife.wordpress.com
    Già altre volte ti avevo chiesto se mi mandavi le informazioni sul nuovo sistema di smaltimento rifiuti…….. ma non ho mai avuto risposta…..
    Spero ora tu voglia informarmimi, anche se materialmente non posso fare nulla, penso che se l’informazione viene divulgata puo’ essere utile.
    A presto. Marialuisa della redazione di ourplanet.it
    sito ecologico visitateci

  3. cerchio Says:

    Marialuisa ad Aldo: ma perchè non rispondi ? mi interessano le tue informazioni … Marialuisa della redazione di http://www.ourplanet.it
    http.ourplanetlife.wordpress.com

  4. Aldo Cannavò Says:

    Aldo a Marialuisa ed a cerchio: Scusate se rispondo in ritardo,ma ero preso da altri siti.
    Il nuovo sistema di smaltimento dei r.s.u.(brevettato da me),consiste nell’incorporare i rifiuti in blocchi di cemento,che si possono predisporre nelle forme e nelle misure,secondo l’impiego che si desidera.
    Il sistema costa meno delle discariche e degli inceneritori e non inquina assolutamente. Altro vantaggio si ha usando i blocchi ricavati,che attualmente ritengo importante impiegare per la messa in sicurezza di molti siti a rischio idrogeologico o dissestati.
    Finirebbero così definitivamente, in bellezza, tutti i grossi problemi di smaltimento dei r.s.u. e veramente si trasformerebbero i rifiuti in grossa risorsa.Resto a disposizione per eventuali altri chiarimenti sul mio sistema.

  5. cerchio Says:

    Salve Aldo, ti ringrazio per avermi risposto,certamente il tuo sistema potrebbe risolvere molti e grandi problemi, bisognerebbe trovare chi disposto a concretizzare, io da parte mia come già ti ho detto non posso fare nulla,sentiro’ chi gestisce il sito e il blog con cui collaboro, per un eventuale divulgazione del sistema.
    Se ti interessa la mia mail per altre eventuali comunicazioni è: marialuisacerchio@gmail.com
    Ti saluto Marialuisa-ourplanet
    visita il nostro blog, http.ourplanetlife.wordpress.com

  6. Aldo Cannavò Says:

    Grazie Marialuisa per le tue parole. Dovrebbero essere i comuni a cercare come applicare il mio sistema,nell’interesse di tutti,poichè con esso potrebbero finire di pianger miseria sia riguardo lo smaltimento rifiuti che la messa in sicurezza dell’ambiente e la soluzione di molti altri problemi.
    Sono certo che molti sindaci vorrebbero applicare il mio brevetto, ma sono condizionati dalle lobbies.

  7. cerchio Says:

    Salve Aldo, se vuoi puoi mandarmi notizie del tuo sistema sulla mia posta,possiamo fare un po’di informazione sul nostro blog.
    ciao Marialuisa http://www.ourplanet.it
    http.ourplanetlife.wordpress.com

  8. Aldo Cannavò Says:

    Rispondo a Marialuisa:
    Tutti i r.s.u.,che non sono stati riciclati,vengono spezzettati e messi in un’impastatrice di cemento,la più grande possibile,si amalgamano con cemento,acqua,sabbia e pietrisco,in percentuali variabili secondo il tipo di manufatto che si vuol fare. Si cola poi l’impasto in casseforme con misure e forme prestabilite per l’impiego voluto. A solidificazione avvenuta,si disarmano le casseforme ed i blocchi sono pronti per essere usati. Durante l’indurimento,il cemento riscaldandosi fà da sterilizzante e nel compattarsi rende i rifiuti inerti. Il sistema non richede molte spese,non inquina e produce manufatti,che diventano preziosi per molti lavori: muretti,aiuole,fondi stradali,sostegni per terreni franosi ecc…
    Quando,ca.sette anni fà ho ottenuto il brevetto,pensavo che sarebbe andato a ruba fra i vari comuni e molti imprenditori, ritenendolo la soluzione definitiva di tutte le crisi rifiuti e per conseguenza le crisi ambientali,ma mi trovo ancora ad attendere qualche persona illuminata e qualche amministratore coscienzioso che lo adotti.
    Ciao – Aldo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: