Un po’ più vegetariani… per stare meglio ( Econota 44 )

by

 TRE AMERICANI SU QUATTRO NON MANGIANO LE VERDURE by Denis Biderman

Tre americani su quattro come pure gli europei  non riescono a mangiare verdura almeno tre volte al giorno e, due su tre, non riescono a mangiare due frutti al giorno secondo un nuovo sondaggio eseguito dai Centri per il Controllo e la Prevenzione Usa e Europei. Questi risultati significano che la maggior parte residenti negli Stati Uniti e in buona parte dell’Europa  non stanno prendendo in considerazione uno dei più semplici sistemi di prevenzione sanitaria. Frutta e verdura hanno dimostrato di costruire il nostro sistema immunitario, tenere la  pressione sanguigna più bassa , ci aiutano a perdere peso e a ridurre il rischio per molte cause principali di morte quali il cancro e le malattie cardiache.

La maggior parte delle persone  dovrebbe  mangiare almeno 2,5 a 3 tazze di verdura al giorno e 2 tazze di frutta al giorno, secondo le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.  Eppure, nonostante la tendenza a stili di vita sani e la preoccupazione per il futuro del pianeta l’indagine indica che nel 2009 solo il 32,5% degli americani ha consumato frutta due o più volte al giorno e il 26,3% della popolazione adulta verdure consumate tre o più volte al giorno. Inoltre la popolazione a “ civiltà occidentale “ mangia meno frutta di 10 anni fa.

La percentuale di persone che aderiscono all’obiettivo minimo di un frutto al giorno è in diminuzione dal 34,4% del 2000 al 32,5% nel 2009 – un calo quasi due punti percentuali. I ricercatori dicono che è piccolo, ma significativo. Non è così sorprendente leggere che la gente mangia meno frutta di 10 anni fa o che non si mangi frutta e verdura a sufficienza secondo Marion Nestle, un noto nutrizionista di New York. “Due risposte rapide: i prezzi e il costo relativo di frutta e verdura fresca è aumentato del 40% dal 1980, mentre il costo relativo dei cibi spazzatura è sceso dal 20% al 40%. Se le persone non hanno accesso a  frutta e verdura decente è anche perché non li possono comprare “, ha detto il nutrizionista centrando esattamente il principale problema !

E tu, caro lettore, mangi frutta e verdura a sufficienza? Prova  questi due semplici consigli per tutti i giorni per rendere il vostro appetito di un po ‘più verde:

1. Pianificare in anticipo : prepara frutta e verdura a casa e portarli a lavoro / scuola come merende durante il giorno.

2. Mangiare prodotti di stagione :  mangiare prodotti stagionali significa mangiare frutta e verdura più freschi e più gustosi.

Consigli forse banali ma comunque preziosi !

La pillola eco-impegnata di Paolo Broglio,  ovvero “quelli che fanno “……o almeno ci provano

 

 

MACCHINA SOLARE

Imita le piante per trasformare la CO2 in combustibile

Di  Singh Timon

Le piante utilizzano la luce del sole per sintetizzare zuccheri partendo da CO2 e acqua ;  un  team americano e svizzero congiunto ha creato un dispositivo in grado di replicare il processo! Il team ha recentemente presentato il loro prototipo che utilizza la luce del sole catturata e un ossido di metallo per creare combustibili che possono essere utilizzati .

I dettagli di questa macchina straordinaria sono stati pubblicati sull’ultimo numero di Science  dove la squadra spiega in dettaglio come funziona il loro dispositivo. I normali pannelli fotovoltaici devono utilizzare l’elettricità  generata istantaneamente e non possono fornire energia durante la notte; il dispositivo prototipo è stato progettato invece per immagazzinare energia per un uso successivo. Lo fa utilizzando una finestra di quarzo cava che concentra la luce solare in un cilindro rivestito con ossido di cerio. Questo ossido ha la capacità di produrre “ossigeno” in caso di riscaldamento e ‘consumare ossigeno’ quando si raffredda.

Nel prototipo  CO2  e  acqua pompata nel recipiente possono creare idrogeno e / o monossido di carbonio. Questo a sua volta può essere utilizzato per alimentare celle a combustibile a idrogeno o ‘syngas’.

Vi è uno svantaggio tuttavia ; il prototipo attuale è estremamente inefficiente in quanto sfrutta solo tra lo 0,7% e 0,8% dell’energia solare “catturata “nello speciale recipiente. Sembrerebbe che una grande quantità di energia venga persa come calore attraverso la parete del reattore o attraverso la radiazione della luce del sole riflessa attraverso l ‘apertura del dispositivo.

I ricercatori sono fiduciosi che  tassi di rendimento fino al 19% possano essere raggiunti attraverso un migliore isolamento della cella e con la realizzazione di piccole aperture nella sua parete. “Questo particolare materiale è veramente adatto a questo processo”, afferma il professor Sossina Haile del California Institute of Technology (Caltech) . “Questa è la prima dimostrazione che è possibile produrre combustibile utilizzando fotoni in un reattore”.

a cura di:

Paolo Broglio

Famiglie  d’Italia

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: