Malattie autoimmunitarie: occhio a non esagerare con le calorie a tavola ( Famiglie d’Italia news )

by

Questa volta, fra le news in penombra, cioè quelle che sfuggono alla vista perché sovrastate dai gossip politici e mondani, ne abbiamo scelto una fresca, di ieri, e molto interessante… da leggere con attenzione e da tenere nella giusta considerazione da parte dei grandi, per se stessi e, soprattutto, per i propri piccoli.   

 

Malattie autoimmunitarie favorite dall’eccesso calorico nutrizionale

(IAMM) L’eccesso calorico potrebbe aumentare la predisposizione alle malattie infiammatorie croniche ed autoimmunitarie. A sostenerlo è una ricerca dell’Istituto di endocrinologia e oncologia sperimentale del Consiglio nazionale delle ricerche (Ieos-Cnr) di Napoli, guidata da Giuseppe Matarese, in collaborazione con strutture nazionali come l’Università di Napoli’Federico II’ ed internazionali come l’Università di Los Angeles e l’Università di Yale negli Usa.
Come si legge nel comunicato ufficiale, per motivi ancora sconosciuti, nelle società avanzate si registra un incremento della frequenza delle malattie autoimmunitarie e infiammatorie croniche come diabete giovanile, sclerosi multipla ed artrite reumatoide, spesso invalidanti. Il gruppo di ricerca, le cui conclusioni sono state pubblicate sulla rivista ‘Immunity’, ha focalizzato la sua attenzione su un fattore della cellula chiamato mTOR (mammalian target of rapamycin), “responsabile del controllo della captazione dei nutrienti (per esempio, aminoacidi e glucosio) e dei livelli energetici intracellulari”. Gli esperti hanno rilevato che mTOR ha un ruolo decisivo nella crescita di “un particolare gruppo di linfociti detti ‘T regolatori’, particolarmente importanti nella protezione dalle malattie autoimmunitarie e infiammatorie”. Il fattore mTOR esplica la sua funzione di controllo tramite delle ‘oscillazioni’, cioè “modificando nel tempo la propria attività”. Bloccare, quindi, queste oscillazioni determinerebbe un cattivo funzionamento di mTOR. L’eccesso calorico e nutrizionale pare appunto responsabile di un’attivazione costantemente alta di mTOR e dunque di un blocco delle oscillazioni. “Questo spiegherebbe almeno in parte – afferma Matarese – perché, dove esiste una presenza di sovrappeso e obesità, una cronica stimolazione di mTOR dovuta all’eccesso calorico e nutrizionale porti al malfunzionamento e alla riduzione dei linfociti ‘T regolatori’ e ad una conseguente maggiore predisposizione alle malattie infiammatori croniche ed autoimmunitarie”.

fonte: ItaliaNews.it

introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: