Obesità… attenti, accorcia la vita ( Famiglie d’Italia news )

by

 Questo blog cerca sempre di evidenziare e di ricordare quanto sia importante  una sana alimentazione per  un migliore svolgimento della vita di ognuno di noi. Specialmente quando l’alimentazione riguarda  lo svezzamento e la crescita dei nostri figli. Un mangiare squilibrato è sempre più spesso causa di malattie che prima o poi si affacceranno nel tempo, e, se accompagnato dall’eccesso di cibo ingerito … ecco che ai disturbi si aggiunge anche l’obesità, con la quale, come si potrà evincere dal post a seguire, e sempre meglio non scherzare.

 

L’obesità prolungata nel tempo aumenta il rischio di morte

fonte: Il quotidiano italiano

Che l’obesità provochi seri danni alla salute è un dato ormai certo, ma una ricerca australiana ha mostrato che il pericolo maggiore non è legato ai chili in più accumulati, ma alla durata della malattia che incide sensibilmente sul rischio di morte.

Per giungere questa conclusione i ricercatori australiani della Monash University (Melbourne)hanno preso in esame i dati raccolti nel Framingham Heart Study, un database che mette insieme i dati di oltre 5mila soggetti monitorati per 48 anni, a partire dal 1948.

Dall’analisi è emerso che nel caso l’obesità si prolunghi dai 5 ai 15 anni il rischio di morte può addirittura raddoppiare. Se si superano i 15 anni il rischio triplica rispetto a un soggetto che non ha mai sofferto della patologia. In media gli studiosi hanno calcolato che, ogni due anni aggiuntivi di obesità, il rischio di morte aumenta del 6 – 7%.

Per Anna Peters, che ha preso parte al gruppo di studio questa ricerca mostra che si dovrebbero metter in atto strategie più mirate a prevenire l’obesità, specie quella infantile e giovanile  che è molto diffusa nei paesi sviluppati.

Per quanto riguarda il nostro paese i dati raccolti nel Rapporto Osservasalute per il 2010 confermano che il popolo italiano è sempre più legato a cattive abitudini come seguire un’alimentazione poco equilibrata, condurre una vita sedentaria e consumare troppe bevande alcoliche. Questo provoca ogni anno circa 50mila decessi riconducibili all’obesità.

Candida Martino

introduzione a cura di

Umberto Napolitano
 
Famiglie  d’Italia
Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: