Giornata mondiale per l’ipertensione arteriosa ( Famiglie d’Italia news )

by

Una buona salute è alla base di un’esistenza più attiva e serena. Questo blog è molto sensibile alle notizie che contribuiscono a migliorare la qualità della vita… pesca qua e là nel web e vi fornisce informazioni utili come quelle di oggi dedicate alla Giornata mondiale per l’ipertensione arteriosa, con due post interessanti proposti da www.newnotizie.it e CORRIERE DELLA SERA.it: concedete loro l’attenzione dovuta e non dimenticate mai che la prima cura di ogni malattia nasce dalla prevenzione.

 

17 maggio, Giornata mondiale per l’ipertensione arteriosa

 

17 maggio, Giornata contro l’ipertensione. Si celebra oggi la settima Giornata mondiale dedicata all’ipertensione arteriosa. Questa patologia, che affligge un numero considerevole di persone e può provocare disturbi e danni di diverso tipo all’organismo, può essere tenuta sotto controllo con farmaci e uno stile di vita sano. In Italia gli ipertesi sono almeno 15 milioni con una mortalità di circa 240.000 decessi. Proprio per sensibilizzare e informare le persone lo slogan della manifestazione è “Conosci i valori della tua pressione e raggiungi l′obiettivo”. In tutta Italia oggi verranno allestite circa 100 postazioni dove sarà possibile misurare gratuitamente la pressione arteriosa grazie al contributo di personale specializzato che distribuirà materiale informativo e fornirà indicazioni utili per la conoscenza dei propri valori. Per sapere qual è la postazione più vicina dove poter effettuare il controllo gratuito, basterà consultare il sito della Società Italiana dell′Ipertensione Arteriosa, www.siia.it Scarsa informazione tra gli italiani. Secondo i dati rilasciati in seguito ad un sondaggio Doxa Pharma, commissionato dalla Siia, la Società Italiana Ipertensione Arteriosa, molti italiani non sanno cosa sia e la metà degli intervistati non conosce quali siano i valori normali di pressione massima e minima. Secondo il sondaggio il 67% degli italiani non ha mai ricevuto informazioni sull′ipertensione arteriosa mentre l′82% non ha mai cercato o chiesto informazioni in merito e questi dati riguardano soprattutto i giovani di età compresa tra i 18 e i 34 anni residenti al Centro e al Sud. Cos’è l’ipertensione arteriosa. L′ipertensione arteriosa è un aumento a carattere stabile della pressione arteriosa nella circolazione sistemica. E′   una malattia  caratterizzata da un aumento considerevole della pressione sanguigna sulle pareti delle arterie di grosso calibro con valori oltre la norma. Solo in Italia, si contano circa 240mila morti all′anno legate a questa patologia  che è anche responsabile nel  47% di casi di tutte le forme di cardiopatia ischemica e nel 54% degli ictus cerebrali portando a circa  7,5 mln di morti premature. Si distingue tra pressione massima quando il cuore si contrae (sistole) per spingere il sangue in circolo (pressione sistolica) e minima quando il cuore si rilascia (diastole) per riempirsi di sangue (pressione diastolica). I normali valori sono ritenuti tra 80 di minima e 120 di massima. Si inizia a parlare di forme lievi di ipertensione con pressione diastolica compresa fra 90 e 95 mmHg e/o sistolica fra 140 e 160 mmHg.

Adriana Ruggeri ( fonte:  www.newnotizie.it )
 
 
BANANE E LEGUMI PER TENERE LA PRESSIONE BASSA 

Aumentare il consumo di potassio attraverso frutta, verdura e legumi previene anche ictus e infarti

Le banane sono
 

MILANO – È un sale “buono”, il potassio: secondo dati raccolti da un gruppo di ricercatori italiani della Società Italiana per l’Ipertensione Arteriosa, chi lo introduce in abbondanza attraverso la dieta vede calare la pressione arteriosa e riduce pure (non di poco) il rischio di ictus e infarti correlato all’ipertensione. 

STUDIO – I dati della ricerca, condotta andando a riesaminare tutti gli studi degli ultimi 50 anni in cui si fosse valutato il consumo di potassio e si fossero registrati anche i casi di eventi cardiovascolari come ictus e infarto, arrivano da poco meno di 250mila persone seguite dai 5 ai 19 anni. I risultati dell’analisi indicano con chiarezza che aggiungere ogni giorno poco più di un grammo e mezzo di potassio rispetto al solito, attraverso un maggior consumo di vegetali, si traduce in un calo del 22 per cento della probabilità di incappare in un ictus e una riduzione del 26 per cento del rischio di eventi cardiovascolari in generale. «Si tratta della dimostrazione scientifica di un effetto protettivo del potassio su uno dei maggiori rischi correlati all’ipertensione, ovvero la maggior probabilità di ictus e infarto. Ed è la conferma “sul campo” delle capacità antipertensive del potassio», spiega l’autore dello studio Pasquale Strazzullo, direttore dell’Unità di Medicina Interna, Ipertensione e Prevenzione Cardiovascolare dell’università Federico II di Napoli e membro del direttivo SIIA.

POTASSIO – Che il potassio sia la faccia buona del sale da cucina, in cui si trova assieme al vituperato sodio, è noto da tempo: anche di recente una ricerca ne ha confermato l’effetto antipertensivo. Infatti, mentre il sodio fa salire la pressione richiamando liquidi nel circolo sanguigno e aumentando la “fatica” del cuore e dell’apparato cardiovascolare, il potassio agisce da contraltare, favorendo il riassorbimento del sodio e migliorando la funzionalità cardiovascolare in generale. «Il meccanismo protettivo del potassio va anche oltre il “bilanciamento” del sodio – osserva Strazzullo –. Il potassio infatti migliora la funzionalità dell’endotelio, il tessuto che riveste l’interno dei vasi sanguigni e produce sostanze vasodilatatrici, importanti per mantenere la pressione bassa; inoltre sembra avere anche un effetto antiossidante diretto. Tutti e tre questi motivi spiegano perché il potassio, riducendo la pressione e proteggendo le arterie, possa diminuire anche il rischio di ictus».

DIETA – Quanto potassio bisogna introdurre ogni giorno per essere certi di non avere carenze? «La dose giornaliera raccomandata è pari a circa 4 grammi – risponde l’esperto –. Introdurne molto di più è difficile visto che si trova soprattutto in frutta, verdura e legumi e si sa quanto è arduo convincere la gente a mangiarne in quantità. Per essere certi di avere abbastanza potassio basterebbe consumare davvero ogni giorno le famose cinque porzioni di frutta e verdura, ma quanti lo fanno realmente?». Pochi, si teme, anche se la bella stagione forse ci aiuterà a incamerare buone quantità di potassio: oltre ai legumi e alle banane, infatti, ne sono ricchi frutti tipicamente estivi come le pesche e le albicocche. Dovremmo allora forse usare gli integratori per ovviare alle nostre carenze in tavola? «Integratori che contengono potassio esistono, ma sinceramente mi pare azzardato consigliarli a chiunque per prevenire l’ipertensione – dice Strazzullo –. In qualche paziente iperteso che fa fatica a mettere un pratica una corretta alimentazione possono anche essere utili, così come i sali speciali impoveriti di sodio e arricchiti in potassio; ma nella popolazione generale la raccomandazione non sarebbe supportata da prove di efficacia».

GIORNATA MONDIALE – Insomma, come al solito non c’è che armarsi di buona volontà e portare in tavola tanta frutta e verdura. E proprio l’alimentazione è il tema principale della Giornata Mondiale dell’Ipertensione Arteriosa, il prossimo 17 maggio: «In questa giornata la SIIA organizzerà in molte città italiane punti di accoglienza dove verrà offerta ai cittadini la possibilità di misurare gratuitamente la pressione arteriosa – spiega Alberto Morganti, presidente SIIA –. Inoltre, saranno date informazioni su come prevenire i danni dell’ipertensione arteriosa con uno stile di vita più accorto. Attenzione particolare sarà posta sull’alimentazione, raccomandando la riduzione dell’apporto di sale e l’aumento dell’assunzione di potassio presente nella frutta e nei vegetali».

Elena Meli ( fonte: CORRIERE DELLA SERA.it )

introduzione a cura di

Umberto Napolitano
 
Famiglie  d’Italia
Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: