Biodigestore ad Haiti per trasformare i rifiuti organici in biogas ( Econota 58 )

by

 

Haitiani utilizzano i rifiuti per combattere il colera,la deforestazione e per produrre combustibile alternativo (Biogas)

by  Sabourin Clemente

La foto mostra  bambini entrare in un “biodigestore” a Port-au-Prince. L’ idrobiologo Wartchow Martin, che sta lavorando con il gruppo brasiliano Viva Rio, spiega che il “biodigestore” trasforma i rifiuti organici in biogas e in un concime liquido ricco di sostanze nutritive. Tutto ciò richiede poca infrastruttura: servizi igienici collegati ad un vasca sigillata rivestita di mattoni .

PORT-AU-PRINCE (AFP) – Per i disperatamente poveri è imperativo trovare ad Haiti una fonte economica di carburante riciclando gli escrementi umani; una mossa che potrebbe aiutare ad arginare l’epidemia di colera e  rallentare la deforestazione pervasivo del paese.

Il “biodigestore”, che trasforma i rifiuti organici in biogas e in un concime liquido ricco di sostanze nutritive, richiede poco di infrastrutture.. Settanta di questi dispositivi sono in funzione, mentre altri 70 sono in costruzione.

Senza ossigeno i batteri mangiano l’85 per cento dei rifiuti  producendo gas metano, ha spiegato Martin Wartchow, indicando un piccolo tubo appeso fuori dal biodo gestore e avvicinando una fiammella dall’accendino; una fiamma potente si è immediatamente sprogionata.

“Il restante 15 per cento dei rifiuti organici è gettato con l’acqua in eccesso in una zona verde dove si degrada” ha continuato l’idrobiologo che sta lavorando con il gruppo brasiliano non governativo Viva Rio a Port-au-Prince.

“Non un singolo prodotto chimico è usato e alla fine della linea, l’acqua che raccogliamo è completamente pulita.”

Il biologo ha immerso la mano in una bacinella piena di liquido filtrato, chiaro e, incredibilmente, inodore.

Recentemente è stato completato un centro di Viva Rio che ospita oltre 600 giovani haitiani ogni giorno; l’impianto che produce biogas dovrà essere collegato ad una caffetteria in costruzione  in sostituzione del carbone di legna.

Gli ingegneri sperano di invertire la forte dipendenza haitiani dalla legna per la cottura e il riscaldamento a causa della mancanza di fonti di energia a buon mercato nel paese, il più povero dell’emisfero occidentale.

Di conseguenza, Haiti ha visto rapida deforestazione. Solo 1,5 per cento della parte occidentale dell’isola è ora coperto da foreste.  Una diminuzione sostanziale che è arrivata all’ 80 per cento al momento della scoperta da Cristoforo Colombo nel 15 ° secolo.

“Le Nazioni Unite hanno finanziato molti studi per trovare soluzioni per sostituire il carbone di legno. Ma tutto ciò che dovevano fare era di andare in Nicaragua o in Cina”, ha detto Wartchow.

In Nicaragua, circa 70.000 biodigestori sono già stati costruiti e 1.000 volte di più in Cina.

Il sistema, proprio ora in corso di attuazione ad Haiti, fornisce anche una soluzione semplice ed efficace per il trattamento di escrementi umani – un problema importante nelle tendopoli che spuntavano dopo il devastante terremoto del gennaio 2010, che ha ucciso più di 250.000 haitiani e lasciato1,3 milioni di senzatetto.

L’epidemia di colera è la drammatica conseguenza della mancanza ad Haiti di un sistema fognario vero. La malattia di origine batterica, che prospera quando le  condizioni igieniche sono precarie, ha rivendicato 4.700 morti finora.

“Da quando l’epidemia è in corso abbiamo avuto molte richieste da cliniche che avevano gettato i loro rifiuti nei canali fino ad allora”, ha detto Wartchow.

Ma una volta installato biodigestore, c’è ancora molto lavoro da fare, soprattutto nell’educare i locali nell’utilizzare i nuovi dispositivi. Nel mese di febbraio, molti degli impianti sono stati messi nel campo  Santos, che ospita 2.700 persone alla periferia di Port-Au-Prince. Sono stati eretti accanto a ai nuovi rifugi temporanei costruiti in legno e lamiera. Ma le cucine che dovevano essere collegati al gas prodotto dalla toilette non erano accessibili. Roselyne Colas, una rifugiata del campo, ha ammesso di non capire come il sistema potrebbe essere di qualche utilità per lei nella sua cabina.

“Io cucino con il carbone”, disse, indicando la stufa seduta in un angolo dei 18 metri che condivide con la sua famiglia.

 

La pillola eco-impegnata di Paolo Broglio,  ovvero quelli che fanno “……o almeno ci provano

 

Una speciale struttura in carta ( PEGA ) può essere utilizzata al posto della plastica per parti di computer o elettrodomestici . 

by Bogdan Lea

 In mostra questa settimana al Mobile di Milano c’è PEGA, un gruppo di consulenza che ha creato prototipi con un nuovo e rivoluzionario materiale, biodegradabile, riciclabile e riutilizzabile . E’ in grado di essere stampato ad iniezione standard proprio come una plastica ABS. Il nuovo materiale è una carta riciclata con l’aggiunta di polipropilene ed è stata progettata per utilizzarla nella creazione anche delle parti più complesse per l’elettronica di consumo.

La nuova carta PP lega è un grande passo avanti nella ricerca di materiali innovativi a causa della sua durata, basso costo e la capacità di essere modellato in qualsiasi forma. Prototipi di un computer portatile, ora in mostra a Milano, fanno prevedere una grande potenzialità di questo materiale verde.

In passato PEGA ha prodotto una serie di altre innovazioni importanti per l’industria della tecnologia inclusi i componenti per i computer portatili realizzati a base di materiali vegetali come il bambù , acetato di cellulosa e acido polilattico (PLA) .

 

a cura di:

 

Paolo Broglio

Famiglie  d’Italia

 

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: