Zuppa di miso: potente antidoto contro le radiazioni ( Econota 60 )

by

La catena di eventi disastrosi derivanti dal terremoto  a magnitudo 9,0 e il successivo tsunami che ha colpito il Giappone ha sollevato la preoccupazione per le possibili ramificazioni della radiazione effettuate attraverso il Pacifico su correnti di vento.

Secondo il New York Times, anche nel caso migliore, il rilascio di vapore radioattivo proveniente dagli impianti potrebbe andare avanti per settimane, mesi o addirittura anni. Una buona piccola notizia in tanto disastro è che sembra si sia constatato che le persone che mangiano regolarmente miso possono essere fino a cinque volte più resistenti alle radiazioni rispetto a quelli che non mangiano miso. Questa è la conclusione di un team di ricercatori della Hiroshima University, centro di ricerca sulle radiazioni atomiche.

Il dr. Kazumitsu Watanabe, docente di ricerca sul cancro indotto da radiazione ha studiato l’effetto radioprotettivo di miso, un prodotto di fermentazione della soia, per mezzo di esperimenti di piccole cellule nell’intestino dei topi di laboratorio. Queste cellule assorbiscono le sostanze nutritive e sono particolarmente sensibili alle radiazioni ( possono facilmente distruggere queste cellule ).

Le vittime di Hiroshima e Nagasaki hanno sofferto di grave diarrea dopo le esplosioni della bomba atomica a causa della massiccia distruzione di queste cellule a causa delle radiazioni.

Anche quando i raggi X a livelli letali per l’uomo sono state somministrate ai topi il 60 per cento di loro è sopravvissuto al contrario del nove per cento dei topi che non sono stati nutriti zuppa di miso.

Akihiro Ito, capo di uno dei gruppi di ricerca a Hiroshima University, ha scoperto che il miso aiuta ad eliminare le tossine dal corpo attraverso la stimolazione del sistema circolatorio e metabolico, rivelandosi particolarmente utile quando un paziente è sottoposto a chemioterapia.

Un pilastro della cucina giapponese il miso è un come un essere vivente; è alimento naturale, ricco di enzimi e batteri benefici. Il Miso è disponibile in una varietà di sapori diversi, ciascuno con un distinto sapore, colore, consistenza e aroma. In Giappone oltre il 70 per cento della popolazione inizia la giornata con una tazza di zuppa di miso, invece di caffè. La zuppa di miso ha una salutare funzione di riscaldamento e un effetto alcalinizzante sullo stomaco fornendo un apporto duraturo di energia.

by Oser Marie

 

La pillola eco-impegnata di Paolo Broglio,  ovvero quelli che fanno “……o almeno ci provano

 

Cosa non buttare nel lavandino

US Geological Survey (USGS)

La nostra spazzatura che va affrontata.  Non abbiamo altra scelta se non affrontarla. Sia che si tratti di trasportarla in bidoni sul marciapiede o portarla ad un centro di riciclaggio è una sempre una massa di spazzatura che dobbiamo gestire.

I rifiuti liquidi  poi sono i più semplici da eliminare d’altro canto; vengono semplicemente lasciati andare giù per lo scarico. Tutto ciò è nascosto agli occhi di tutti i servizi sanitari ! Inoltre potrebbe scatenare ondate di caos ambientale per non parlare di che cosa potrebbe fare ai vostri tubi. Noi spesso non ci rendiamo conto del danno che stiamo facendo da ciò che risciacquiamo nei nostri lavelli da cucina, bagno, doccia e scarichi e anche ciò che gettiamo dai nostri bagni.

In uno studio pubblicato nel 2002, l’US Geological Survey (USGS) ha raccolto e analizzato campioni di acqua da 139 corsi d’acqua in 30 stati. L’obiettivo dello studio è stato quello di misurare le concentrazioni di 95 sostanze chimiche delle acque reflue relativi organici nelle acque. E indovinate cosa? Uno o più di questi prodotti chimici sono stati trovati nel 80 per cento dei flussi di campionato. La metà dei corsi d’acqua conteneva sette o più di queste sostanze chimiche e circa un terzo dei corsi d’acqua conteneva 10 o più di queste sostanze chimiche. Prodotti farmaceutici e prodotti per la cura personale sono alcune delle sostanze chimiche trovate nello studio USGS. La ricerca ha dimostrato che ci possono essere effetti sugli organismi acquatici come i pesci e rane.

Ma un altro ambito di preoccupazione sono i rifiuti di cucina  cioè grassi, oli e grassi che non possono solo bloccare i tubi ma sono di difficile “digestione “ per i sistemi di depurazione.

Una causa comune di  incidente è il  blocco dei tubi di fogna dal grasso e questo si traduce in un trabocco di liquami in casa o in casa del tuo vicino oltre ad una pulitura costosa e sgradevole che spesso deve essere pagati da voi, il padrone di casa.

a cura di:

Paolo Broglio

Famiglie  d’Italia

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: