MANIFESTO DEL CITTADINO … questa classe politica, tutta, non serve più a nessuno: caviamocela da soli!

by

 Agguati e tradimenti, questa è la politica a cui ci affidiamo da troppo tempo ormai… chi cerca di abbattere l’avversario politico facendolo crollare come Sansone e tutti i filistei, chi scaglia la pietra e poi nasconde il braccio, chi sa solo lamentarsi o urlare ma non propone mai nulla di nuovo e di concreto, chi vede le pagliuzze negli occhi dell’altro e sorvola sulle travi dei propri, chi fa il bacchettone e nasconde nell’armadio i suoi comportamenti amorali, chi ci chiede sangue ma del proprio non offre nemmeno una stilla… insomma, un quadro sconsolante che nessuna nuova elezione potrà mai modificare, almeno per adesso. Qualsiasi maggioranza dovesse prendere il sopravvento andrebbe in contro al medesimo fallimento,perché li mescoli o li travesti… quelli sono gli uomini, e non cambieranno mai… attaccati come sono alle loro sedie ed al loro potere… potere su che cosa poi?… Se continuano così tra un po’ si contenderanno solo più le nostre ossa. Il cervello ce l’hanno ormai spappolato, le membra sfiancate, le coscienze dilaniate, le speranze…affossate.

Come fare ad uscirne fuori ed a provare a salvarci ?… C’è solo, purtroppo, una decisione drastica da prendere che potrebbe tanto assomigliare ad una soluzione anarchico-qualunquista, ma che tale non è: dimenticarsi per un po’ della loro esistenza. Facciano quello che vogliono tanto a noi non tange più di tanto. Allontaniamoci dalle loro chiacchiere e dalle loro risse… concentriamoci sulle nostre realtà. Sulle poche cose tangibili che ci rimangono, ovvero affetti e  voglia di lavorare…  Facciamo l’inventario di tutto ciò di buono che è ancora in nostro possesso… ingegno, una piccola fabbrica, un’officina, un campo da coltivare, valori e tradizioni, una famiglia… immaginiamo il tutto ampliabile se messo a disposizione e proiettato al servizio della collettività e degli interessi comuni, operando in armonia…informiamoci ed informiamo a nostra volta  su quanto abbiamo e su quanto siamo in grado di fare ! Creiamoci una rete che ci permetta di proporci e di accogliere proposte: io cittadino di un paesino lombardo ho questo e so fare quest’altro… e tu, che vivi dalle parti di Catania, hai qualcosa che mi interessa, che potresti darmi o fare per me… ecco, scambiamoci il tutto direttamente, senza troppi intermediari che ingrassino dei nostri sacrifici… quasi come tornare al baratto, ma in una forma snella e moderna e, questo, grazie proprio al progresso dei tempi che viviamo. Già qualcosa di simile accade in internet con  l’ ecommerce… miglioriamolo, svestendolo della diffidenza e rivestendolo di qualità ed onestà… facciamo in modo di avere sempre sotto controllo la quotidianità del nostro Paese, così da eccellere in tempestività e concretezza… scartiamo definitivamente l’inganno e proponiamo il meglio di ogni cosa  sotto il marchio comune della nostra italianità… aperta e leale.

Evolviamoci ed aiutiamo ad evolversi! I nostri ragazzi sono il nostro patrimonio: ultimamente li abbiamo troppo malmenati. Li abbiamo riempiti di cose inutili per tenerli occupati e allontanarli dai nostri fallimenti. Li abbiamo fatti studiare ma non gli abbiamo trasmesso la filosofia e la scienza del lavoro… tutto, anche quello manuale! Li abbiamo impigriti ed indeboliti, ma soprattutto abbiamo ucciso le loro speranze e la gioia del vivere, spingendo i più deboli verso il baratro di rimedi momentanei, quali alcool e droga… Siamo ancora in tempo per rimediare… restituiamo la vita ai nostri giovani!… Diamo loro la spinta trovandola prima in noi, alcuni di loro un giorno governeranno e non dovranno commettere gli stessi sbagli della classe politica attuale… uniamo le nostre forze, non disdegniamo il confronto… ridiamo valore al concetto di solidarietà, non più come elemosina una tantum, sciacqua coscienze, bensì come una necessità primaria per la sopravvivenza comune… non commiseriamoci più nascondendo la testa come gli struzzi, ma usciamo allo scoperto, promozioniamo il meglio di noi, condividiamolo con tutti… e non affonderemo!

Umberto Napolitano
 
Famiglie  d’Italia
Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

6 Risposte to “MANIFESTO DEL CITTADINO … questa classe politica, tutta, non serve più a nessuno: caviamocela da soli!”

  1. Pino Says:

    Adesso si capisce chiaramente cosa è l’Italia !!! il perchè altre nazioni ci DIFFIDANO !! si capisce che oramai è tutto lottizzato ,il sistema sociale è abbandonato.. chi ha bisogno.. può morire !! di crepacuore!! Le famiglie Italiane sono sfaldate… separazioni,divorzi.. questo è il risultato dell’impegno di questi “POLITICANTI ” La loro politica è: lasciare il popolo all’illusione dei vari giochi “SICURI” GRATTINI,POKER,BINGO…ECCT… chissà quante famiglie per il gioco hanno perso tutto !! mentre invece LORO i nostri PARASSITI ..TUTTI !! continuano a modificare e migliorare la propria situazione economica !! oltre 10.000,00 euro al mese “BASE” poi ci sono tutte le ciliegine !! APRO una parentesi: in Tunisia il popolo sovrano dopo l’annuncio da parte dello stato di aumento della pasta e pane !! sono successe delle rivolte del popolo sovrano .. e il governo ha fatto retromarcia …QUESTA VUOL DIRE DEMOCRAZIA e no…come da noi che non vediamo l’ora che aumentano qualcosa.. stamattina ho messo la benzina …aumentata (proprio stamattina) 1,61… al litro !!
    pare che ci sono da anni delle alternative alla benzina !! ma a questi coglioni che cazzo gli frega !! tanto loro viaggiano gratis!!
    che fine hanno fatto quei camionisti che pochi anni fa.. dopo l’ennesimo aumento del carburante …paralizzarono l’Italia..
    Signori.. per cambiare questa situazione.. bisogna azzerare tutto.. e per azzerare bisogna distruggerli !! una guerra contro questi LADRONI .. e subito !! delle nostre GRIDA DI AIUTO a questi PAPPONI !! NON GLI FREGA NIENTE!! sPERO CHE LEVERANNO I MEGA MIGLIARDARI CONTRIBUTI AI GIORNALI..COSI’ FINALMENTE IL GIORNALISTA FARA’ IL GIORNALISTA.. LE VARIE ASSOCIAZIONI DEL CITTADINO..SONO CORROTTI POICHE’ USUFRUISCONO DI SOLDI DA PARTE DEI NOSTRI VERMI !!
    QUINDI NON SPERATE… NON POSSONO FARE NIENTE..!! tUTTE LE SOCIETA’ IN QUESTA NAZIONE “RUBANO ” PROTETTI DAI PADRINI.. HO SCRITTO AD ALCUNI GIORNALI; SOTTOPONENDO
    UNA DELLE TRUFFE INFLITTE AL CITTADINO !! LA DEFINIREI ” TRUFFA INDOLORE” lA SEGRETERIA TELEFONICA !! PAGA CHI CHIAMA E PAGA CHI LA CONSULTA !! UN SEWRVIZIO A PAGAMENTO NON RICHIESTO ….. MILIONI DI EURO AL MESE !! CI STIAMO ATTREZZANDO ANCHE PER QUESTO !! CI RIVOLGEREMO ALLA PROCURA …. RICHIEDENDO IL RISARCIMENTO SOTTOFORMA DI CREDITO … COSI’ DISTRUGGEREMO QUESTI LADRONI !!.. COME VEDETE RUBANO TUTTI..LUCE ,GAS, TELEFONIA.. SE GUARDIAMO CHI FA PARTE DELLE SOCIETA’.. SONO CONVINTO CHE PIU’ DI UN “POLITICANTE” NE FA PARTE !! ECCO PERCHE’…RUBANO.. OPPURE AUMENTANO !!
    CI STIAMO ATTREZZANDO.. DISTRUGGEREMO QUESTA VERGOGNA CHE ORAMAI CI HA ROTTO I COGLIONI !!
    VIVA IL POPOLO SOVRANO…MORTE A QUESTI TRADITORI DELLA REPUBBLICA !!! LOTTEREMO PER IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI !! E CI RIUSCIREMO !!!PERCHE’ NOI SIAMO IL POPOLONO SOVRANO !!! NOI COMANDIAMO LA NOSTRA VITA !!

  2. famiglieditalia Says:

    Per me la rivoluzione deve avvenire prima dentro di noi… dobbiamo cominciare a vederci proiettati nel futuro in un modo nuovo di agire e di pensare… una rivoluzione acculturante… impegnarci a cercare noi le verità infornandoci più approfonditamente ( su internet trovi tutto se cerchi ) e non accettando il primo che apre bocca… e poi cominciare a mettere in pratica quando già consigliato nel post in questione… la politica ci sta violentando, ma rispondendo alla violenza con la violenza rischiamo di cambiare ben poco… i sostituti difficilmente sarebbero all’altezza, non sono ancora pronti… la storia ha insegnato… i cambiamenti avvengono cominciando dalle fondamenta,ed è qui che noi dobbiamo insistere… le nostre fondamenta si chiamano ” conoscenza e consapevolezza “. Umberto Napolitano

  3. manuela fraboni Says:

    carissimo signor umberto napolitano, non se se lei è persona autorevole o meno ma non cambia. contesto il suo articolo quasi in toto.. in modo particolare nella posizione di base. lei è un’illuso senza offesa e nel vero senso della parola. illuso di poter comandare senza esperienza e senza diplomazia. forse haragione lei, questa politica non è perfetta ma non ècerto unapresa di posizione da vecchio comunista ribelle che migliora il mondo. sa il mondo non è bello e va migliorato come??? ci pensi o con la repressione ma siamo nei diritti umani da difendere per molti… proprio quelli che lei considera vittime… o da curare… e da curare. se vuole le spiego come stanno le cose, basta ragionare e passare in libreria per capire che la strada era obbligata . è stata la protesta che ha prolungato la crisi e non si supererà con tanto di vittime vere me compresa fintanto che quelli come lei non impareranno a fare una critica completa della situazione politico sociale. ma lo sa che l’adrenalina e la noraadrenalina sono marcatori delle cellule tumorali? ma lo sa che ogni 10 secondi c’era un aborto? ma lo sa che gli approcci ragazzo ragazza erano tutte violenze o quasi ? ma lo sa che gli scontrini non li faceva nessuno?? ma lo sa che da trent’anni la rianimazione è una realtà per molti? ma lo sa che non c’è bisogno di sesso per rimanere incinta???? forse la classe dirigente non è tutta perfetta ma dobbiamo essere coscienti che siamo noi la classe dirigente e per fortuna una volta ottenuta la poltrona importante quelli che si possono permettere di fare gli affari propri possono essere messi sotto accusa da istituzioni più importanti o parallele. ma per favore critica politica si ma costruttiva e non comunista per favore se tutti volgiono aumenti per andare a cena a ballare comprare la macchina con massima cilindrata.. andare in ferie dall’altr aparte dle mondo. comunismo non significa niente in questi termini mentre se lei va a cercare l’etimologia della parola comune significa diritto umano e uguaglianza in primo luogo di dignità. mi scusi ma sono una vittima di certi atteggiamenti che senza nessuna compassione si sono riversati su una persona me per decine di anni. buon pomeriggio

  4. manuelafraboni Says:

    signor Umberto dia retta a me: ci sono i mezzi per mettersi tutti d’accordo e ridare dignità a questo popolo. che se vuole può. usiamo internet per costruire e non per distruggere. se lei vuole comandare lo faccia. lo faccio anch’io senza stipendio ed è da vergogna.. ma per favore cerchiamo di superare questo momento con intelligenza e con il senso di popolo e non di schieramento politico! questo fac simil guerra civile dialettica deve finire.. altrimenti non si arriva da nessuna parte. pubblichi i miei commenti signor umberto è il primo passo di serità e tolleranza

  5. famiglieditalia Says:

    Gentilissima signora Manuela,,, forse lei mi ha sopravvalutato… io non sono un vecchio comunista…anzi… io sono al massimo un vecchio cantautore, forse il solo che, pur avendo scritto le prime canzoni di protesta a metà degli anni ’60,è stato anche il primo a dissociairsi,non dalla protesta pacifista, ma da quella strumentalizzata dai partiti, allora proprio quelli della sinistra.Se comunista vuol dire essere solidali, allora lo sono come lo era Gesù…ma per il resto,,,proprio no. Le invio sulla sua mail, se non le dà fastidio la mia intrusione, la mia storia artistica… io non voglio comandare…ma se lei legge bene il mo post vedrà che invito solo la gente ad aver più fiducia in se stessa, a non aspettare che gli altri risolvano i problemi perché, se lo Stato è debole per qualsiasi motivo in un momento storico, le famiglie non possono mettersi in cassa integrazione… ma devono tirarsi su le maniche e darsi da fare, creandosi le opportunità di lavoro attraverso uno scambio reciproco di informazioni ed opportunità. La ringrazio in ogni caso perchè la sua critica ha tenuto i toni che io prediligo, ovvero l’educazione e la serenità. Un cordiale saluto, Umberto Napolitano

  6. manuelafraboni Says:

    gentilissimo umberto dopo le sue mail e la sua risposta faccio ammenda e le chiedo scusa con il sorriso. ma voglio riproporre qui quello che le ho detto via mail: attenzione alla comunicazione. se lo stato è debole è perchè ancora ragioniamo per schieramenti politici e chi non lo fa deve essere chiaro. le parole a volte portano fuori strada. speriamo che questo paese riesca ad essere quello che può e può tanto se vuole. NEL RISPETTO DI TUTTI E NELLA GIUSTIZIA. buona giornata signor umberto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: