Ridere 15 minuti al giorno leva il medico di torno… ( Famiglie d’Italia news )

by

Agosto se ne va ma ci regala una bella notizia. Alcuni ricercatori dell’Università di Maryland hanno scoperto che il buon umore è il toccasana migliore per il nostro cuore. Quindici minuti di risate al giorno sono meglio di qualsiasi ginnastica alternativa. Da tutto ciò si deduce che noi italiani saremo destinati a vivere in eterno… con tutte le risate che gi regala il cabaret della politica con le sue incredibili ” battute ” quotidiane!?!… Io penso che lo stesso Matusalemme dovrà cominciare presto a prendere in considerazione la possibilità di perdere prima o poi il proprio primato mondiale di longevità. Tra le varie proposte sull’argomento vi pubblico un post edito da Excite Italia

Ecco perchè ridere fa bene al cuore

Secondo una ricerca condotta dall’Università del Maryland, i cui risultati sono stati presentati al Congresso della Società Europea di Cardiologia in corso a Parigi, ridere fa bene la cuore. Proprio così, il buonumore ha effetti benefici sulla salute in generale e sul cuore in particolare. La scarica positiva di una risata ha sulle arterie lo stesso effetto benefico dell’attività fisica o delle statine, i farmaci anti-colesterolo.

Da tempo si è detto che lo stress e il cattivo umore sono cattivi alleati del cuore, mentre il buonumore produce effetti altamente positivi. Adesso arrivano dei dati che quantificano la dose minima di buonumore utile a proteggere il cuore dall’infarto. Ecco duqnue scoprire che 15 minuti di risate, intense e coinvolgenti, al giorno proteggono il nostro cuore.

La ricerca dell’Università del Maryland, che ha permesso di definire la dose minima di risate, è stata condotta sottoponendo i volontari alla visione di film comici e drammatici. Il prof. Roberto Ferrari, past president della European Society of Cardiology (ESC) e presidente della ‘Fondazione Anna Maria Sechi per il Cuore’ (FASC) ha spiegato: ‘Per star meglio basta un buon film comico: lo studio ha messo a confronto l’espansione dell’endotelio, il rivestimento interno dei vasi sanguigni, nelle stesse persone in seguito alla visione di uno spettacolo divertente e di uno drammatico, dimostrando che la risata provoca la dilatazione dei vasi fino al 50 per cento in più, aiutando così a prevenire aterosclerosi, infarti e ictus‘.

Nel corso del Congresso si è parlato anche della cardio-tossicità dello stress indotto dalla crisi economica. Lo scorso anno uno studio irlandese aveva registrato un aumento dei ricoveri nelle unità coronariche del 12 per cento e le prevsioni per il 2011 non sono rosee. Si stima infatti che nel 2011 l’attuale crisi porterà a un aumento almeno del 15 per cento dei pazienti ricoverati nelle unità coronariche nel Vecchio continente. Maggiormente a rischio le persone fra i 40 e i 60 anni. Le ragioni essenzialmente due: le persone incluse in questa fascia di età hanno un sistema cardiovascolare che potrebbe essere già minato da qualche deposito arteriosclerotico e sono più esposte alle conseguenze della crisi economica sotto forma di stress lavorativo, incertezza occupazionale e riduzione del livello economico.

introduzione a cura di

Umberto Napolitano
 
Famiglie  d’Italia
Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: