La vera bellezza sa andare oltre ( Famiglie d’Italia News Interessanti )

by
 Mullins_AimeeDIVERSAMENTE BELLE: IL SUCCESSO DELLE DONNE DISABILI ( fonte: Cervelliamo )

Oggi vi proponiamo nella rubrica curata da Sabrina Parini un interessantissimo post da lei scovato in un blog veramente interessante (Cervelliamo) e che vi invitiamo ad andare a visitare con continuità ed a consigliarlo ai vostri amici.

Loro non sono famose come Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis o Nicole Minetti, solo per citare alcuni stereotipi di bellezza conosciuti qui nel nostro Paese.
Ma sono altrettanto belle: anzi, forse lo sono ancora di più perchè rappresentano la dimostrazione che la vera bellezza sa andare oltre, oltre l’aspetto fisico ed esteriore…una bellezza che è stata capace di lottare nel corso della propria vita contro handicap che, spesso, avrebbero fatto desistere chiunque da quella voglia di emergere e di fare sentire la propria importante presenza.

shannon murrayC’è, per esempio, Connor Boss, legalmente cieca ed arrivata lo scorso luglio quinta al concorso di Miss Florida-USA 2013; l’inglese Shannon Murray ( foto a destra ), su sedia a rotelle dall’età di 14 anni, modella per la catena di grandi magazzini inglese Debenhams.

AIMéè
E ancora la celebre Aiméè Mullins ( foto a sinistra e in alto ), che ha subito l’amputazione di entrambe le gambe ad appena un anno di vita, musa dell’artista visionario Matthew Barney e annoverata dalla rivista People, tra le 50 donne più belle del mondo; poi Kelly Knox, nata senza un braccio e salutata dalla BBC “nuovo volto della moda”: queste sono solo alcune delle donne che hanno dimostrato che la bellezza non conosce limiti e che anche donne con disabilità possono diventare icone di stile uniche e non omologabili.
Eccezioni che confermano la regola? Sicuramente anche in Italia, dove – a parte Annalisa Minetti, ( foto in basso a destra ) finalista a Miss Italia 1997 e prima non vedente a sfilare, lo stesso anno, su una passerella di alta moda per la maison Gattinoni – sono rari gli eventi e le campagne pubblicitarie che riconoscono e valorizzano l’immagine di donne disabili o che decidono di scommettere su testimonial non convenzionali.
Annalisa MinettiNumerose, invece, le iniziative dal basso che stanno sfidando i luoghi comuni, per affermare che le barriere non devono esistere, in nessun ambito, neanche nella moda. Tra queste c’è la straordinaria esperienza di Cinzia Rossetti, disabile motoria di Brescia, affetta da tetrapatia spastica, che è riuscita a creare un vero e proprio casting dal basso di modelle diversamente abili e fotografi, reclutati grazie al social network Facebook, con l’intento di restituire la giusta dimensione dell’immaginario femminile e scardinare lo stereotipo sociale e culturale che vede la donna con limitazioni fisiche non come donna, ma semplicemente come disabile.
( fonte: Cervelliamo )
Famiglie d’Italia News Interessanti 

Rubrica a cura di Sabrina Parini

Famiglie                        d’Italia

Advertisements

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: