L’Eurozona è terrorizzata, figuratevi noi!

by

crisi-grecia

L’Eurozona è terrorizzata per l’avvenire dell’Euro e di tutta la macchina che hanno messo in piedi. Noi lo siamo ancor di più perché a causa della politica del rigore messa in atto per sopperire alle troppe  speculazioni nei confronti delle quali ha vigilato con l’occhio della talpa più cieca, ci siamo trasformati da popolo ridente e rubicondo in una massa di gente triste, affamata e senza prospettive. L’Eurozona pretende la responsabilità dei nostri politici nel mantenere i patti assunti… ma i patti fra i furbi hanno le gambe corte! L’Euro era un progetto importante che hanno sporcato e sminuito in modo volgare: doveva e poteva essere la soluzione dei problemi, in realtà si è rivelato una montagna di problemi aggiuntivi per l’ingordigia dei pochi a danno dei tanti. Ora chiedere ai furbi di fare passi indietro è come chiedere ad una iena di rinunciare alla carcassa che sta rosicchiando. Il potere acceca e logora tutti! Sperare che le varie fazioni vengano ad un accordo per salvare i nostri sederi è una vera utopia. Essi penseranno prima a salvare ognuno il proprio. Bersani preferirà morire piuttosto che salvarsi con Berlusconi accanto e Grillo persevererà  nel suo tsunami purificatore. Che Dio ci aiuti. ma l’Eurozona almeno smetta di affliggerci ulteriormente con il suo stalking continuato… potevano pensarci prima!

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

Una Risposta to “L’Eurozona è terrorizzata, figuratevi noi!”

  1. Giacomo Carone Says:

    L’Euro è stato un grande progetto, su questo nulla da eccepire. Come sempre a seguito dei grandi progetti ci sono coloro che poi ci mangiano sopra, come riportato nel post, sminuendo e massaacrando il progetto stesso.
    Ogni guerra fa i suoi morti, e l’Euro ne ha fatti molti ovunque, forse di più dei benefici che non si vedono in nessuno dei Paesi membri.
    Abbiamo perso tutte le sovranità e stiamo perdendo la voglia di vivere per raggiungere questo sogno oramai divenuto un incubo per i più.
    Da quando sono nati il MEC, la CEE, l’Eurozona e l’Euro, ci siamo tutti impoveriti sotto tutti i punti di vista, e nel nome di chi? del DIo Denaro e di quei pochi personaggi che lo maneggiano a piene mani a nostro discapito!!!
    Cosa succederebbe se la Grecia uscisse dall’Euro? Lo sflacelo, perchè la Grecia ha pochi prodotti interni e deve importare la maggior parte dei beni, per cui dovrebbe impoverirsi ancora di più per avere lo stile di vita avuto fino ad ora.
    La Spagna ed il Portogallo hanno maggiori produzioni interne e comunque ne soffrirebbero, anche se molto meno della Grecia.
    L’Italia? Se non fossimo delle rane bollite succubi da millenni di Panem et Circenses, avremmo capito oramai da anni, anzi da decenni, che è inutile buttare al vento prodotti interni nostri nel nome dell’Europa, per agevolare gli altri mercati emergenti. Abbiamo la possibilità di essere autonomi per un buon 95% dei prodotti di cui vivere, dai cibi alle auto, dalla medicina alla ricerca applicata al turismo per tutte le tasche e le esigenze, e che facciamo? Maceriamo le nostre arance e dobbiamo gettare il latte in eccesso, per comperare le arance spagnole ed il latte dell’Est, nel nome dell’Euro.
    Comprare una Fiat? ma siamo matti? sono rifinite male, fanno schifo, sono sempre guaste, sono antiquate… Molto meglio avere una Audi o una BMW che fa più figo, oppure se si vuole spendere meno abbiamo le Skoda che sopperiscono alla necessità di movimento a basso prezzo. La Fiat? lasciamola andare in malora, tanto lo Stato Italiano ci butta dentro vagonate di denaro che poi noi contribuenti paghiamo con le nostre tasse (e poi stranamente il management Fiat và oltreoceano a salvare GM?!?).
    Avevamo parecchie fabbriche di prodotti elettronici che hanno chiuso perchè i prodotti “tedeschi” funzionano meglio (da ex riparatore, stendo un pietoso velo su questa ignoranza nazionale largamente diffusa).
    Mi fermo qui per non creare ulteriore scompiglio, dicendo che viaggio con una Fiat Multipla del 2006 che nei suoi 115000 km finora percorsi, mi ha portato ovunque, con i problemi che hanno tutte le auto, italiane, giapponesi, statunitensi o brasiliane. Cerco di mangiare italiano e quando posso evito i brand che di italiano hanno solo il nome perchè le produzioni le hanno all’estero.
    Potremmo fare a meno dell’Euro? Sì, consumando il giusto e prediligendo il made in Italy. Mi spiace per coloro che stanno gozzovigliando alle nostre spalle ed a nostre spese, ma non credo assolutamente più in questo sogno di altri diventato il nostro incubo quotidiano.

    Giacomo Carone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: