Incidenti domestici, un pericolo sempre in agguato ( Famiglie d’Italia Salute News )

by

20140205_cad

Interessante post pubblicato da Salute – Il Messaggero.it e riproposto ai lettori di Famiglie d’Italia affinché lo leggano con attenzione e ne facciano tesoro seguendo con attenzione i principali accorgimenti consigliati.

Incidenti domestici, le cadute al primo posto: come evitare i pericoli in casa    

ROMA E’ la caduta in casa l’incidente domestico più frequente. Parliamo di persona che volano dalle scale, inciampi con il tappeto, spinte. Da un’altezza non specificata (29,7%), caduta a livello (11,9%), urti (15,5%), incidenti con oggetti penetranti o taglienti (11,8%).
Ogni anno in Italia si verificano circa due milioni e 800mila incidenti domestici, con un’incidenza di 50 casi ogni mille abitanti. Al primo posto le cadute, dunque, e in cima alla classifica delle vittime gli anziani. Soprattutto se donne, se soli o se ospiti di case di cura o di ospedali. Qui, infatti, l’incidenza delle cadute è 2-3 volte superiore rispetto a quella nelle abitazioni e per di più con complicazioni maggiori. E’ il quadro tracciato dai dati dell’indagine Istat sulle famiglie pubblicata sul sito del ministero della Salute.

«Il tutto – spiega il ministero della Salute – si traduce non solo in termini di disabilità e ricoveri ospedalieri, lunghi e costosi per il servizio sanitario nazionale (è stata calcolata una spesa di circa 400 milioni di euro per un ricovero da incidente domestico) ma anche in gravi ripercussioni psicologiche: la perdita di sicurezza e la paura di cadere possono accelerare infatti il declino funzionale e indurre depressione o isolamento».

Per gli esperti del ministero il problema è divenatto una «priorità sanitaria dal momento che la popolazione italiana è sempre più longeva». Alla luce di questi numeri è stato deciso di mettere a disposizione dei cittadini una serie di consigli e informazioni (www.ministerosalute.it) utili a capire la gravità del fenomeno e migliorare la sicurezza.

CORRIDOI
Non fare percorsi al buio, mantenere una buona illuminazione dei locali, magari con luci notturne. Tenere corridoi liberi da intralci, evitare fili elettrici volanti che potrebbero far inciampare

TAPPETI
Non usare tappeti con frange o buchi che si piegano o si arrotolano facilmente, rinfornzare gli angoli applicando dellas toffa sul retro o una rete di gomma antiscivolo

SCALE
Tenere le scale ben illuminate con l’accortezza di porre gli interruttori della luce ben visibili sia all’inizio che alla fine della rampa. Montare un corrimano o un parapetto lungo la scala, incollare strisce antiscivolo sui gradini, mantenere le scale sgombre da oggetti, eliminare i tappetini o le guide. In caso di necessità far installare un montascale.

SCALE PORTATILI
Non salire su scale o sgabelli quando si è in casa da soli, mai se si soffre di vertigini, dolori muscolari o ossei, se sino presi farmaci e alcol. Non salire con ciabatte o scarpe dai tacchi alti, sandali o abbigliamento indatto (vestaglie con lacci e cinture che possono impigliarsi o finire sotto le scarpe). Quando si sale non portare mai materiali pesanti e attrezzatura contemporaneamente.

PAVIMENTI
Tenere i pavimenti asciutti e non scivolosi, eviate di lucidare i pavimenti con le cera, indossare scarpe adatte con suole non scivolose, evitare i dislivelli

BAGNO
Usare tappeti antiscivolo sui pavimenti o fissa i tappeti utilizzando strisce adesive o apposite retine, mettere tappeti antiscivolo nella vasca e nella doccia, usa maniglioni di supporto e anticaduta nella vasca.

Salute – Il Messaggero.it

Adottiamo una famiglia in difficoltà: riparte ufficialmente la campagna

{img_a}… Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediaticoma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto…grazie!

Umberto Napolitano

Famiglie d’Italia

Annunci

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: