Posts Tagged ‘agroalimentare’

Accademia delle Imprese Europea, una intelligente azione di marketing territoriale per creare una grande e solida Rete a livello nazionale ed internazionale di piccole e medie imprese del Made in Italy

gennaio 31, 2015

umberto4

E’ con vero piacere e con un pizzico di orgoglio che riporto l’articolo, scritto da Alessandra Giulivo, che mi vede protagonista, non tanto per la mia carriera di artista della musica leggera, quanto per l’impegno con il quale da anni mi sto adoperando per evidenziare l’importanza, specialmente nell’agroalimentare, di tutte le piccole e medie imprese italiane che, anche se con fatica ed enormi sacrifici, continuano a produrre ed a proporsi con chiarezza e qualità sul mercato nazionale ed internazionale. Sono il fiore all’occhiello del nostro Made in Italy e l’idea di vederle compattarsi in un’azione comune e penetrante, grazie alle iniziative dell’Accademia delle Imprese Europea e del suo presidente e ideatore Giuseppe Ariobazzani, mi gratifica e mi fa ben sperare per il futuro.

Umberto Napolitano nuovo testimonial dell’Accademia Delle Imprese Europea ( fonte: – Il Dispaccio )

Umberto Napolitano, il grande cantante italiano è il nuovo testimonial delle Imprese Europea. Protagonista degli anni ’60, ’70 e ’80, grazie a molti successi, tra i quali Ora il disco va, Oggi settembre 26 (Gondola d’oro di Venezia 76) Con te ci sto (Sanremo 1977), Come ti chiami, Hey Musino, Amiamoci (Festival bar 1978), Bimba mia (Sanremo 1979), Cantando e fischiettando (1980), Mille volte ti amo (Sanremo 1981) e Un’estate d’amore (1983), ha scritto anche per molti artisti come Antoine, Rita Pavone, Loredana Bertè, Mia Martini, Wess, Doriy Ghezzi, i Nomadi, i Ricchi e Poveri, i Nuovi Angeli. Una storia artistica ricca di successi ma anche di grandi battaglie all’insegna della coerenza e della sua innata voglia di esprimersi sempre in modo libero ed al di sopra di ogni compromesso politico. <<Sono onorato ed entusiasta di essere stato insignito di questa prestigiosa nomina da parte dell’Accademia delle Imprese Europea, – dichiara Umberto Napolitano – anche perché le mie idee sono in perfetta sintonia con il pensiero del suo presidente Giuseppe Ariobazzani, il cui obiettivo è diffondere le eccellenze locali e nazionali ad un target sempre più vasto di consumatori ed imprenditori, i quali, condividendo lo stesso senso di appartenenza territoriale, diventano, a loro volta, promotori del Made in Italy. Un grande progetto di sinergia che condivido pienamente e che consiste nella messa in Rete di Enti, piccole e medie Imprese, in grado di dar vita ad una rinnovata ed efficace azione di marketing territoriale e valorizzazione delle risorse locali. Comunicare e promuovere i “luoghi” e le proprie identità, con una mirata azione di animazione territoriale, che ne consenta l’apertura all’esterno dei propri confini, rap­presenta una consistente forma di Marketing Territoriale>>. Una nomina, quella di Testimonial, che giunge visto e considerato l’importante ruolo svolto in questo campo, negli anni, dal cantante. A fine anni ’80, infatti, Umberto Napolitano ha abbandonato la musica e cominciato a girare il mondo incamerando esperienze varie e specializzandosi nel marketing. Ha collaborato con importanti aziende nazionali ed internazionali ottenendo successi gratificanti, finché ha deciso di intraprendere un progetto personale per valorizzare e portare nel mondo il meglio del Made in Italy. Crea, così, un blog ed un’associazione dal nome “Famiglie d’Italia” e lancia i suoi messaggi “acculturanti” con una serie di iniziative, tra cui la creazione del marchio “PerComprareItaliano” per mezzo del quale proporre le “Eccellenze d’Italia”. <<Sono un cantautore imprenditore non di me stesso ma impegnato socialmente – sottolinea Napolitano. Ho deciso di ripropormi, anche, come cantante, per meglio appoggiare e promuovere il mio progetto imprenditoriale, riprendendo la vena sociale che aveva caratterizzato i miei esordi e ripresentandomi con due nuovi brani: “Volerò” e “E non permettere più”. “Volerò” sarà l’inno dell’Accademia delle imprese Europea. E’ una canzone piena di amore e di speranza, rivolta a tutti coloro che negli anni ’60 inseguivano sogni di grandi cambiamenti>>. Umberto Napolitano, il cantante imprenditore ma ancor di più uno spirito libero, per il quale la vita non comincia né a 40 né a 60 anni, bensì in qualsiasi momento tu decida se lucidità ed energia te lo consentono.

by Alessandra Giulivo

introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Muscolo di Grano, da anni al centro dell’attenzione nelle migliori università, oggetto di tesi da parte dei laureandi

agosto 11, 2012

Il 27 luglio 2012 presso l’ Università Magna Grecia di Catanzaro si sono svolte le lauree specialistiche in management e consulenza aziendale. La candidata Katia Daniele ha sviluppato una tesi di laurea sulle barriere all’innovazione, con relatrice la prof.ssa Maria Colurcio ed il prof. Nicola Ostuni,  presidente della commissione, studiando in modo particolare il  MUSCOLO DI GRANO, le sue caratteristiche ed i suoi effetti.

Lo scopo del lavoro è stato quello di indagare sul rapporto esistente tra l’impresa agroalimentare e l’innovazione, descrivendo le caratteristiche strutturali, organizzative e le performance del sistema agroalimentare in un orizzonte produttivo e di consumo regionale, nazionale ed internazionale; il tutto al fine di evidenziare le criticità ma anche e, soprattutto, le potenzialità, soffermandosi sul ruolo che rivestono l’innovazione e le sue barriere nel settore agroalimentare.

Analizzando lo sviluppo ed il successo del ” MUSCOLO DI GRANO “, unico alimento al mondo in grado di vantare un così alto apporto calorico in contrapposizione ad uno zero quasi assoluto di grassi saturi, nato da un’idea di Enzo Marascio che gli ha dato anche il nome, si può facilmente comprendere  come questo prodotto possa far nascere una miriade di aziende collegate a grappolo tra di esse e rappresentare una ricchezza in più per il sistema agroalimentare italiano.

Cliccando sul link in calce potrete entrare direttamente nel portale dell’Università degli Studi di Urbino e leggere un articolo molto interessante ed analitico del giornalista Andrea Biondi ( nella foto ) dedicato a Muscolo di Grano, dal titolo ” Il prosciutto in una spiga

 www.uniurb.it/giornalismo/lavori2002/biondi/index.htm

 

Umberto Napolitano

Famiglie                        d’Italia