Posts Tagged ‘Beppe Grillo’

Alla prima della Traviata manca un minuto di silenzio per l’agonia della ” traviata ” Italia

dicembre 8, 2013

traviata

Mi dispiace, ma l’immagine del fasto mondano fornito ieri sera a Milano dalla politica italiana, plurirappresentata, mentre il popolo fuori manifestava miseria, è stato deprimente ed offensivo. Ci hanno spolpati e depredati con le loro azioni sconsiderate e ancora si permettono di mettersi in mostra in nome di una tradizione che trasforma ogni anno in evento la prima della Scala di Milano. Ma la tradizione da noi non esiste più, è stata violata definitivamente. Il meglio di noi è allo sbando e preda di pirateria internazionale. Avevo smesso da tempo, perché schifato, di parlare di politica, ma ora non posso più limitarmi ad osservare: è in gioco tutto, il nostro passato e il nostro futuro! Devo ricredermi su Beppe Grillo: non accettavo la sua contestazione urlata, volgare e disgregante con carenza di proposte immediate e  reali… ma ha ragione lui e la volgarità è conseguente:  è necessario prima sgretolare, spazzare via e poi proporre soluzioni sensate per ricominciare, perché ogni proposta cade nel vuoto se rivolta a chi non giova recepirla. Questa politica non ha capito la disperazione di gran parte del popolo che rappresenta. Ci ha portato nell’avventura dell’Euro senza usare alcuna precauzione, come andare a prostitute senza usare il preservativo! Ed ora ci terrorizza vietandoci persino l’uso delle ” staminali ” che hanno fatto di noi una Nazione: l’ingegno, la qualità e l’autosufficienza. Si l’autosufficienza, perché siamo l’unico paese al mondo, con le risorse che abbiamo, autosufficiente al 95%. E questo fa paura al mondo, soprattutto alla Germania ed all’ Europa che si è arrogata il diritto di rappresentare. Siamo prigionieri di una moneta, l’Euro, che per noi sta diventando sempre più virtuale… nel senso, mancante concretamente dai nostri portafogli. “ Guai uscire dall’Euro e tornare alla lira, sarebbe la fine! “…la fine di che, più finiti di così! …  ” Aumenterebbero a dismisura benzina e riscaldamento “, ebbene basta uscire dall’ Euro in primavera ed usare di meno la macchina: treni e tram funzionano ancora! Per il resto ci scambiamo quanto creiamo e possediamo, quel Made in Italy che tutti ci invidiano. In quanto a televisori, pc e telefonini ne abbiamo a iosa e se per un po’ non rincorriamo le ultime novità può solo farci del bene. Noi non siamo eurodipendenti!… Questo è il concetto che i nostri politici dovrebbero inculcare nelle teste della Merkel & c., che solo così potrebbero capire di essere arrivati al fondo del barile da grattare e ricomincerebbero a riempirlo, cominciando dal rispetto. Ma la nostra classe politica non esiste, se non quella vecchia ed incollata alla poltrona, ed anche quella nuova è già vecchia prima ancora di proporsi. Ieri sera, nella sfilata di gala, hanno offerto l’ennesima rappresentazione del potere ostentato alla faccia di tutto e di tutti. Opportuno è stato il minuto di silenzio per la morte di Nelson Mandela, appropriato sarebbe stato accostarlo a quello della morte della ” traviata ” Repubblica Italiana, nella quale diritti e doveri sono morti e sepolti ormai da tempo.

Famiglie d’Italia

Umberto Napolitano

Forse ci stanno trasformando in Robocop: vorremmo saperne di più! ( Famiglie d’Italia Salute news )

novembre 14, 2012

Da un po’ di tempo su vari social network e blog stanno girando notizie piuttosto allarmanti relative al cibo che noi ingeriamo quotidianamente. Questo blog da sempre dedica molta attenzione all’alimentazione per cui pubblica quanto riportato, augurandosi però che le autorità competenti prima o poi prendano il tutto in seria considerazione ed operino in modo da accertare con serietà la veridicità di tali scoperte ed affermazioni per il nostro benessere, perché non se ne parli solo,  ma si obblighino le aziende imputate, in caso di reali conferme, ad intervenire immediatamente con delle soluzioni adeguate per non mettere a rischio definitivo la loro esistenza e quella dei propri lavoratori. 

Il tutto è nato da una piccola ricerca del dott. Stefano Montanari ( nanodiagnostics ) sulle nanoparticelle nei prodotti alimentari e portata alla ribalta da Beppe Grillo, ma in seguito ridimensionata dallo stesso Montanari… perché?. E questo ” perché  ” che ci preoccupa!

E’ in arrivo l’uomo bionico. I Metalli che ingeriamo ci stanno trasformando in ferramenta ambulanti: L’elenco che segue riporta alcuni metalli contenuti nei prodotti che ingeriamo.

Lista cibi con nanoparticelle

Fonte: http://bloggerinfo.altervista.org
Molti degli alimenti che quotidianamente consumiamo sono stati esaminati ed analizzati da due scienziati modenesi di fama mondiale che ahimè hanno trovato particelle metalliche nei composti. Particelle che purtroppo restano nel nostro organismo non essendo biodegradabili e che causano gravi problemi di salute.
Quindi cio’ significa che gli alimenti che ingeriamo sono contaminati. E’ quanto emerge da una ricerca portata avanti dalla “Nanodiagnostics”, nel 2005 e che ha messo in evidenza la presenza di particelle di natura metallica e ceramica nei cibi e nelle materie prime alimentari. Naturalmente i mezzi d’informazione cartacei e televisivi per lo più hanno taciuto a riguardo.
Il rapporto completo della ricerca con i relativi dettagli tecnici si può leggere sul sito http://www.nanodiagnostics.it.
Gli elementi inquinanti evidenziati che introduciamo giornalmente nel nostro organismo sono metalli come Cobalto, Titanio, Argento, Alluminio, Ferro, Cromo. Roba da far invidia a robocop !
E’vero che alcuni dei metalli sopra elencati sono essenziali per la nostra salute, ma solo quando si trovano sottoforma di ioni (i cosiddetti oligoelementi) che, entrano a far parte dei normali processi fisiologici dell’organismo; mentre gli elementi di cui stiamo parlando non sono ioni, bensì una sorta di minuscoli sassolini che vengono involontariamente introdotti come inquinanti nei cibi, e la cui grandezza si aggira nell’ordine dal miliardesimo al decimilionesimo di metro, in pratica piccole abbastanza da poter entrare all’interno delle nostre cellule, permanendovi per sempre, non essendo biodegradabili, e che possono causare gravi infiammazioni dette Granulomatosi che nel peggiore dei casi possono trasformarsi in cancro. Ma da dove derivano questi microscopici frammenti di metallo? Semplice, dai sistemi di macinazione che sono spesso costituiti da acciaio (Ferro-Cromo-Nichel etc.) col tempo questo materiale si usura, perdendo scorie che entrano nel macinato.
In attesa che sulle confezioni dei prodotti in questione campeggi la scritta “Nuoce gravemente alla salute – presenza di nanoparticelle cancerogene” come per le sigarette, riportiamo di seguito l’elenco dei cibi in cui sono statti riscontati gli agenti contaminanti:
Infastidendo le aziende produttrici che peraltro hanno soltanto ricevuto una comunicazione dei dati e quindi un invito a revisionare i processi produttivi, l’università che concedeva agli scienziati l’utilizzo di questo microscopio particolare ne ha chiesto la restituzione.
Sul sito di Beppe Grillo troverete un link per donare anche la più piccola cifra per riacquistare questo microscopio visto che i risultati sono a favore di tutti. http://www.beppegrillo.it/2006/03/la_ricerca_imba.html

“E’ in arrivo l’uomo bionico. I metalli che ingeriamo ci stanno trasformando in ferramenta ambulanti.
L’elenco che segue riporta alcuni metalli contenuti in prodotti che mangiamo tutti i giorni, metalli come Titanio, Cobalto, Argento.
Basta saperlo. Come per le sigarette è sufficiente aggiungere un’etichetta con su scritto: “Attenzione, vetro all’interno”, oppure “Piombo, Bismuto e Solfato di Bario possono produrre effetti collaterali”.

– Pane Panem : ferro, nichel, cobalto, alluminio, piombo, bismuto.
– Cornetto Samsung (cialda) : ferro, cromo, e nichel (acciaio).
– Biscotto Marachella Samsung: silicio, ferro.
– Omogeneizzato Manzo Plasmon: silicio, alluminio.
– Omogeneizzato Vitello e Prosciutto Plasmon: ferro, solfato di bario, stronzio, ferro-cromo, titanio.
– Cacao in polvere Lindt: ferro, cromo, e nichel.
– Tortellini Fini: ferro, cromo.
– Hamburger Mc Donalds: argento.
– Mozzarella Granarolo: ferro, cromo, e nichel.
– Chewing gum Daygum Microtech Perfetti: silicio (cioè vetro).
– Integratore Formula 1 (pasto sostitutivo) Herbalife: ferro, titanio.
– Integratore Formula 2 Herbalife: ferro, cromo.
– Pandoro Motta: alluminio, argento.
– Salatini Tiny Rold Gold (USA): ferro, cromo, nichel, alluminio.
– Biscotti Offelle Bistefani: osmio, ferro, zinco, zirconio, silicio-titanio.
– Biscotti Galletti Barilla: titanio, ferro, tungesteno.
– Macine Barilla: titanio.
– Granetti Barilla: ferro, cromo.
– Nastrine Barilla: ferro.
– Bauletto Coop: ferro, cromo.
– Plum Cake allo Yogurt Giorietto Biscotti: ferro, cromo.
– Ringo Pavesi: ferro, cromo, silicio, alluminio, titanio.
– Pane Carasau ( I granai di Qui Sardegna) : ferro, cromo.
– Pane Ciabatta Esselunga: piombo, bismuto, alluminio.
– Pane Morbido a fette Barilla: piombo, bismuto, alluminio.
– Paneangeli Cameo: alluminio, silicio.

Lo studio è stato condotto dal dott. Stefano Montanari e la moglie dott. Antonietta Gatti. Grillo pubblicò anche una lista di alimenti nei quali i ricercatori avevano rinvenuto nanoparticelle di metalli, invitando a non acquistarli. Quando furono pubblicati gli studi la società privata per cui lavoravano che possedeva il microscopio elettronico a loro disposizione, la nanodiagnostics, decise di trasferire il prezioso microscopio attraverso cui avevano fatto le analisi all’università di Modena. Grillo si fece promotore di una raccolta fondi per l’acquisto di un nuovo microscopio, più di 378.000 € furono raccolti. La raccolta fondi fu supportata da una onlus emiliana, l’associazione Carlo Bortolani, che divenne proprietaria del microscopio acquistato. Per motivi poco chiari poi l’associazione decise di donare il microscopio all’Università di Urbino.
Mi sorprendo che la lista è così corta! Infatti Montanari ha dichiarato che ha effettuato delle analisi a campione casuali prendendo dei prodotti dagli scaffali del supermercato. Qui si riportano le marche famose, e non, per esempio, le marche discount e importate.

Infatti i metalli pesanti sono dappertutto nell’aria, nell’acqua, nelle pentole (in alluminio, acciaio con nichel, etc) nei cibi e addirittura nei farmaci (ad esempio gli antiacidi contenenti idrossido di alluminio come il MAALOX), nei vaccini e nei cosmetici. Ogni giorno, ogni giorno accumuliamo e accumuliamo sempre di più metalli pesanti nel corpo che bloccano l´attività di numerosi complessi enzimatici, mentre l´eliminazione avviene solo in minima parte, per salivazione, traspirazione, allattamento (!!), ecc. I metalli si concentrano, danneggiandoli, in particolare in alcuni organi ( come cervello, fegato e reni) e nelle ossa, e sono spesso un fattore aggravante, quando non determinante, in numerose malattie croniche.

Se non avete idea di quanto i metalli pesanti siano un realtà che purtroppo ci tocca direttamente, sebbene non lo dicano in tv, allora potete effettuare il test del mineralogramma. Il mineralogramma fornisce un accurato identikit bio-chimico, poiché i capelli rappresentano un tessuto organico la cui composizione è praticamente identica a quella degli altri tessuti organici.

Per approfondire su in che modo assumiamo i metalli pesanti, gli effetti sul corpo, dove si accumulano nell’organismo e come rimuoverli leggi il dossier Metalli Pesanti.

http://dioni.altervista.org/
Tratto da: CIBI CONTAMINATI DAI METALLI PESANTI: ECCO L’ELENCO DELLE MARCHE DA EVITARE! | Informare per Resistere http://www.informarexresistere.fr/2012/04/24/cibi-contaminati-dai-metalli-pesanti-ecco-lelenco-delle-marche-da-evitare/#ixzz2CBHrtRyr
– Nel tempo dell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario!

Introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie                        d’Italia

Giacomo Carone, autore de ” Il Tassello Verde – La Giacomite ” commenta un nostro post…

luglio 27, 2011

Giacomo Carone, mio carissimo amico, è un giovane imprenditore specializzato in consulenze in tema di sostenibilità nell’edilizia (green building) e del costruire bene a prezzi corretti. Recentemente ha scritto un libro, IL TASSELLO VERDE – LA GIACOMITE, la cui lettura ha offerto gratuitamente sul web  invitando a cliccare sul seguente link Powered by Google DocumentiGiacomo è anche un attento lettore del nostro blog al quale non fa mancare i suoi ” commenti “, alcuni dei quali, grazie alle sue capacità narrative, sono spesso superiori all’articolo commentato e meritano una collocazione e una visibilità più appropriate. E il caso più recente è proprio relativo al post di ieri  ( Prime pagine quotidiani… ma l’Informazione, che considerazione ha di noi italiani!?! ), al quale ha risposto così…

Giacomo Carone Dice:
luglio 26, 2011 alle 4:37 pm

Riagganciandomi a quanto riportato nell’articolo, ho alcune domande alle quali ultimamente non riesco a dare una risposta:
1. “Esiste una maggioranza ed una opposizione in Italia?”
2. “I politici, specialmente in Italia, lavorano per il bene del Popolo che essi dovrebbero rappresentare?”
3. “Che influenza ha il Vaticano sulla politica e la legiferazione in Italia (a tutti i livelli)?”

Ma la domanda che mi lascia con molti dubbi è:
“Anche se stravolgessimo il sistema politico attuale, saremmo poi in grado di produrre quei cambiamenti che sono necessari per migliorare il nostro Paese?”.

Per 5 anni ho potuto assaporare in prima persona i poteri ed i giochini della politica, motivo per i quali ne sono uscito e non intendo più ritornarci.

E’ facile criticare l’operato di chi ci governa, ma noi Italiani tutti, siamo maturi per guidare un cambiamento con perizia e lungimiranza, che apporti modifiche sostanziali nel mondo del lavoro, al benessere sociale, all’economia, al sistema sanitario ed a quello pensionistico e chi più ne ha, più e metta?

Troppi anni di intrallazzi, di favoritismi, di media guidati come marionette (l’articolo in questione ne è la prova concreta), di mazzette, di soprusi, di gabelle, di favoritismi, di distruzione della sanità ed istruzione pubblica (a favore di quella di altra gestione “estera” o “privata di parte”), di impoverimento strutturale delle Forze dell’Ordine e delle Amministrazioni Comunali, degli investimenti spropositati nel cemento ieri e nel pseudo-green oggi (stranamente chi tirava le fila ieri, se si va a vedere attentamente sono gli stessi di chi le tira oggi), ha mandato in metastasi l’intero sistema-Italia.

Si fa lo “scudo fiscale” e chi ci guadagna?
si fa il “condono edilizio” e chi ci guadagna?
si fanno gli “incentivi ad hoc” e chi ci guadagna?
si pilotano le “crisi” e chi ci guadagna?

L’economia insegnata nelle università ha cannato brutalmente, però vengono ancora fatti i “Festival dell’Economia” assieme alle banche che hanno generato (o perlomeno coadiuvato) il crollo dell’economia stessa a livello mondiale attraverso varie azioni non sempre molto chiare, continuano ad essere supportate economicamente e ad avere sgravi fiscali a livello globale.

A noi cosa resta? Il lamentarci ed il subire.

Con tutto il rispetto per Beppe Grillo, che considero un buon comico, penso che sobillare un popolo già di suo incavolato rischia di far degenerare la situazione.

Sono però convinto che ci siano delle Persone che sono in grado di prendere le redini ed aiutarci a capire come tirare su la testa con criterio, con metodi costruttivi e produttivi; è di queste Persone che l’Italia ha bisogno ora.

Gente indipendente dalla politica e dal Vaticano che sappia gestire problemi complessi ed aiuti tutti noi a rimboccarci le maniche, motivandoci e responsabilizzandoci per una ripresa lenta ma effettiva.

Siamo molto vicini all’”orizzonte degli eventi”, ma non ci siamo ancora dentro.

Famiglie d’Italia lo considero uno strumento, uno dei migliori, per raccogliere questo messaggio, e sono convinto che tra i suoi lettori ci sia qualcuno che come me vuole rimettere in moto questo meraviglioso Paese che Dio ci ha reso la grazia di donarci.
Io sono pronto a rimettermi in gioco, ma non in politica. Voglio lavorare al fianco di altri Italiani che invece di lamentarsi, hanno idee e progetti concreti e concretizzabili.

Giacomo Carone

Giacomo Carone: intervista ad un giovane imprenditore « Famiglie d

Giacomo Carone ci invita a leggere un libro di Sonia Ricotti che

introduzione a cura di

Umberto Napolitano
 
Famiglie  d’Italia

Buona domenica facendo un salto indietro per meglio guardare avanti

gennaio 2, 2011

Oggi è la prima domenica dell’anno nuovo ed ho voluto offrirvi, invece del solito oroscopo propiziatorio, la replica di uno dei post più letti su questo blog nel 2010 ( 4 ottobre ). Un post nel quale meglio si evidenziano il nostro pensiero e le nostre speranze per un futuro più serio e responsabile tenuto dalla politica e dalle forze designate al timone della nostra amata Italia. Non voglio aggiungere altro e, dandovi appuntamento a domani, rinnovo quell’ augurio domenicale che spesso accompagna i vostri fine settimana.  (more…)

La politica italiana naviga nel guano: noi prendiamo le distanze

ottobre 4, 2010

Famiglie d’Italia è un’ associazione nata fra poche persone con il fine di crescere e di rivolgersi a tante, possibilmente alla totalità delle famiglie. Un percorso arduo iniziato circa due anni fa e che, piano piano, sta cominciando a delinearsi e ad intravvedere un traguardo meno lontano. Il blog dal quale mi rivolgo giornalmente ha espresso una filosofia: quella di interloquire con le forze politiche contribuendo ad offrire cultura ed informazioni di primaria importanza relative all’ Habitat ed alle sue componenti essenziali ed esigenze comuni. (more…)

Spari e sprangate: l’Italia degenera

gennaio 9, 2010

E dai e dai… e la scintilla è scoccata! Tra risse parlamentari e scambi di insulti, tra proposte assurde e richieste insensate, tra buonismo di facciata e fermezza esagerata, tra moschee negate e crocifissi banditi… si è creato un caos tale ed un clima talmente  surriscaldato, che alla prima occasione è scoppiata la rissa e…chissà che cos’ altro potrà ancora accadere! Sto parlando di quanto sta avvenendo in Calabria, nella rivolta scoppiata prima da parte degli extracomunitari del luogo che hanno attaccato, e, in seguito, da parte dei cittadini offesi che hanno reagito all’ invasione e distruzione delle proprie cose offendendo e distruggendo a loro volta: naturalmente, il tutto sotto una probabile regia occulta ad opera di chi campa e prospera sull’odio e sul disordine. La rivolta è scoppiata, come al solito, tra poveri nei confronti di altri poveri. Poco lavoro malpagato, ed interessi che si intrecciano senza regole e  rispetto di nessuno, hanno probabilmente ispirato la mano di chi ha sparato per primo innescando la miccia e le reazioni a catena : è in questo modo, purtroppo, che cominciano tutte le guerre… (more…)

Da Berlusconi a Bersani: partecipiamo… senza cadere nella trappola della rassegnazione

novembre 14, 2009

cuoreOggi ho deciso di fornire delle spiegazioni a  chi, facendomi notare la mancanza totale su questo blog di espressioni ” colorite ” o di affermazioni ” estremizzate ” nei vari temi politici e non affrontati, mi  accusa di buonismo o troppo moralismo… La mia è una scelta editoriale che ho deciso di adottare fin dalle prime pubblicazioni risalenti a un anno fa. L’odio e l’astio che ci circondano bastano ed avanzano. Volgarità ed eccessi per me rappresentano forme di sfogo ” annebbiate ”  che giustificano ” affermazioni ” senza necessità di un’analisi approfondita o di un contraddittorio: hai detto una parolaccia, hai mandato qualcuno a quel paese, ti sei sfogato e… tutto finisce lì. E, invece no! A me questo non basta, non  interessa. (more…)

C’è bisogno di una riconciliazione nazionale

ottobre 13, 2009

 inferno1Questa notte ho faticato a dormire. Un’infinità  di ragionamenti hanno violentato i miei pensieri riempiendomi l’anima di angoscia. Stiamo vivendo un’era arrabbiata e diventa sempre più difficile provare a mediare cercando di proporre  qualcosa di più assaporabile e digeribile sul piatto delle solite pietanze  inacidite dalla cattiveria che ci sovrasta. E la cosa più triste e che questo virus si sta insinuando nell’anima delle vittime rendendole simili ai propri carnefici e trasformando la vita di ogni giorno in un percorso infernale dove aggirarsi senza mete e prospettive. Nei miei blog riservo poco spazio ai commenti, a parte un settore riservato alle problematiche familiari nella speranza che qualcuno, leggendo, possa offrire qualche piccolo spiraglio a chi è in difficoltà, per cui non li pubblico preferendo rispondere ad ognuno personalmente… anche perché nei commenti ci si sfoga e, sfogandosi, si rischia sempre di esagerare facendosi trasportare dall’impeto ed eccedendo nei giudizi e nel linguaggio. (more…)

L’Italia dei giovani dà fastidio ai vecchi

aprile 29, 2009

In un Paese come il nostro abituato alla politica del lamento, della critica del… piove, governo ladro, l’Associazione Famiglie d’Italia è nata per sfatare in qualche modo questo sistema di procedere e di comportamenti. Il fatto di non essere mai appagati di nulla genera uno stato di negatività ed insoddisfazione che poco giovano al buon fine di qualsiasi progetto. (more…)