Posts Tagged ‘Biodiversità’

Nessuna tregua per le coste italiane ( Econota 62 )

luglio 22, 2011

Crescono i reati di inquinamento e abusivismo, a rischio biodiversità ed ecosistemi marini: il rapporto annuale sulle illegalità e i nemici del mare torna a segnalare le peggiori minacce che incombono sul patrimonio costiero italiano.Un Oscar per la spudoratezza, uno per la monotonia, uno per la demagogia. Tre ‘riconoscimenti’ assolutamente ironici assegnati oggi da Legambiente in occasione del lancio di Mare Monstrum 2011, il dossier sullo stato di salute dei mari. Ad aggiudicarsi gli Oscar, quelle che l’associazione ambientalista ritiene essere le peggiori minacce alle nostre coste, nuovi e vecchi nemici che ancora perseguitano l’ambiente marino nostrano. La nuova edizione del rapporto, infatti, segnala ancora una volta una situazione di allarme per mare e coste, assediati da cemento e inquinamento e con una crescita delle infrazioni accertate del +32,2% rispetto all’anno precedente (pari a 11.815 infrazioni). Così come in preoccupante crescita sono gli specifici reati di inquinamento e cattiva depurazione: un +44,3% rispetto all’anno precedente (3.781 nel 2010 contro i 2.621 del 2009) che si spalma in maniera omogenea su tutte le regioni.

Tra abusivismo edilizio, rifiuti – la plastica è quello più presente con percentuali che oscillano fra il 60 e il 95% – trivellazioni petrolifere, Legambiente incornicia le situazioni a suo giudizio più gravi, come spiega Sebastiano Venneri, il vice presidente nazionale di Legambiente “per segnalare alcune delle situazioni assurde che continuano a ripetersi in Italia a danno dell’ambiente e della collettività”.

Ecco allora assegnare l’Oscar della spudoratezza al Governo italiano per il provvedimento – ora ritirato – contenuto nel cosiddetto Decreto sviluppo che avrebbe consentito la vendita delle spiagge italiane, a pari merito con l’iniziativa della padovana Est Capital che, recita il comunicato stampa dell’associazione “ha voluto spacciare una lottizzazione in grande stile al Lido di Venezia con relativa costruzione di tre torri alte 20 metri, come un progetto di riqualificazione del Parco della Favorita, come se un Parco, sia pur mal ridotto, potesse mai trarre beneficio da una colata di cemento”. O l’Oscar per la monotonia assegnato “all’ennesimo porto turistico a Montenero di Bisaccia (CB) a ridosso della foce del Trigno e a pochi chilometri da numerosi altri porti turistici per un totale (attuale) di 2.341 posti barca in appena 70 km di litorale, nemmeno fossimo in Liguria!”
E per finire quello per la demagogia virtualmente affibbiato al sindaco di Campobello di Mazara (TP) Ciro Caravà che “meglio di Cetto Laqualunque, ha condotto una campagna elettorale per la sua rielezione prospettando ai concittadini il condono per le loro case abusive sulla costa sulla base di vecchi atti amministrativi senza alcun valore”.

La pillola eco-impegnata di Paolo Broglio,  ovvero quelli che fanno “……o almeno ci provano

 

il Bus Roots di New York, l’autobus con le piante che crescono sul tettuccio

 

Un autobus con il tettuccio verde. Non verniciato: nel senso che sopra ci crescono proprio le piante.
E’ il Bus Roots, l’autobus con le radici che Marco Castro cerca di diffondere a New York. Per ora c’è un prototipo seminato a piante grasse in servizio sperimentale.
L’idea ha raccolto il secondo premio al Deisgnwala Grand Idea Competition ed è in giro (letteralmente) da alcuni mesi. Guardate.
I tetti d’erba hanno un ruolo importante nell’edilizia tradizionale e nella moderna architettura sostenibile. Fungono da isolanti rispetto al caldo e al freddo e conservano l’umidità.


Il tetto verde sull’autobus mette allegria, aggiunge qualcosa alla qualità della vita e aiuta – almeno simbolicamente – a spazzar via un po’ di anidride carbonica dall’aria. E’ un’idea da coltivare…

rubrica a cura di:

Paolo Broglio

Famiglie  d’Italia

Annunci

Per l’Ambiente è stato un 2010 di alti e bassi ( Econota 51 )

marzo 5, 2011

 2010. Per l’ambiente un anno di alti e bassi

Dal disastro Deep Water Horizon all’allarme biodiversità

Dal peggior disastro petrolifero della storia, all’allarme lanciato per l’anno mondiale della biodiversità, al caldo record in Russia, gli eventi, i fatti e i dati più importanti in campo ambientale nell’anno 2010.

Deepwater Horizon: il disastro da 40 milardi di dollari della piattaforma Bp è stata la più grande catastrofe petrolifera accidentale nella storia. (more…)

” Cattedrale ” per l’ inceneritore olandese… ( Econota 40 )

novembre 20, 2010

per trasformare i rifiuti in energia .

L’architetto olandese Erick van Egeraat è stato incaricato dal Consiglio olandese di rifiuti e fornitore di energia KARA / Noveren per progettare un nuovo potere a-line-incenerimento dei rifiuti a Roskilde, in Danimarca. Il contratto è stato vinto da van Egeraat in un concorso nel 2008, dove ha proposto un progetto che abbraccia sia il patrimonio storico e industriale della regione.L’impianto dispone di un nuovo inceneritore splendida facciata forato e ci si aspetta di essere finito nel 2013, quando si inizierà a elaborare grandi quantità di rifiuti locale per produrre elettricità e riscaldamento per la regione.

L’impianto utilizzerà le tecniche più recenti e più efficiente per elaborare 260.000 a 350.000 tonnellate di rifiuti all’anno. A sua volta, questo genererà elettricità sufficiente per 60.000 famiglie ogni anno. Parlando del suo progetto, Erick van Egeraat ha detto, “è una cattedrale contemporanea, in prossimità del suolo si forma l’edificio in modo da riflettere i tetti della fabbrica angolare del immediati dintorni..” Abbiamo poi lasciare l’edificio culmina in una guglia di 100 metro di altezza, che è l’articolazione di un processo affascinante e sostenibile nella creazione di energia “. (more…)