Posts Tagged ‘Calabria’

Muscolo di Grano, la carne vegetale del futuro, trionfa a Expo Milano quale unico prodotto alimentare veramente innovativo

ottobre 4, 2015

Lucia Premiata

Alla presenza delle massime cariche Coldiretti nazionali, in occasione di Oscar Green, il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha assegnato venerdì 2 ottobre il Premio Nazionale Expo 2015 a Muscolo di Grano, con la seguente motivazione: ” per essersi affermata come la migliore e originale innovazione alla Manifestazione Universale di Milano Expo “.

Lucia Marascio e Il Ministro Galletti

” Il premio è stato assegnato a Lucia Marascio ( nella foto a sinistra mentre illustra al Ministro Galletti le qualità di Muscolo di Grano  ), che brillantemente guida l’azienda, in rappresentanza di tutta la sua famiglia che da 30 anni propone e migliora costantemente il prodotto e, soprattutto, di suo padre Enzo Marascio, che di Muscolo di Grano è il geniale inventore. Grande festa e gioiosi sorrisi fra i migliaia Giovani Coldiretti arrivati da tutta Italia per presenziare alla premiazione, sotto l’occhio orgoglioso e soddisfatto, per questo riconoscimento meritatamente assegnato, del Presidente Pietro Molinaro e di tutta la Dirigenza Coldiretti Calabrese, in quanto calabrese, di Isca sullo Ionio, è la famiglia Marascio ( nella foto a seguire, in centro, mentre festeggia la vittoria ), e, dalla Calabria dove l’azienda è sorta ora si sta espandendo proiettandosi a livello mondiale.

famiglia marascio

Considerazione finale: la vittoria di Muscolo di Grano assume un’importanza epocale perché, preciso quanto segue solo per chi non abbia ben compreso l’importanza, significa porre all’attenzione mondiale un prodotto che risponderà a tante domande fino adesso rimaste tali e, soprattutto, risolverà moltissimi problemi sia di salute sia etici per le prossime generazioni. La popolazione sta aumentando in modo esponenziale e di conseguenza, per sopperire alle esigenze proteiche, si ricorre ad un’intensificazione selvaggia degli allevamenti animali, a discapito, naturalmente, della qualità. Si sta andando contro natura, modificando i cicli naturali della crescita di un animale, il tutto con l’aggiunta di ormoni che, di conseguenza, assimileremo noi nutrendocene. Muscolo di grano, in possesso di tutte le proteine necessarie, giuste calorie, zero carboidrati e zero grassi saturi, non intende eliminare la carne, ma si pone come cibo alternativo almeno nei giorni che si vuol far riposare un po’ il nostro corpo, ed in particolare il nostro fegato.

enzo

Enzo Marascio, una trentina di anni fa, per risolvere alcuni problemi seri della sua salute, causati da una alimentazione non adeguata alle necessità del suo corpo, si adoperò per cercare delle alternative, rispettanti anche il palato e l’occhio, che in qualche modo soddisfacessero in toto le sue necessità e quelle della sua famiglia, dei figli in particolare che, crescendo con una alimentazione non corretta, non andassero in contro ai suoi stessi problemi. Si ricordò di quanto gli raccontava il nonno quand’era piccolo, e cioè che la carne dei poveri era la pasta accompagnata dai legumi … e da lì iniziarono i suoi studi e i suoi esperimenti. Scoprì che il grano possedeva pelle, muscolo e cotenna: fu l’illuminazione che lo portò alla creazione di Muscolo di Grano , ovvero una lavorazione speciale di farina di grano con farina di lenticchie, ed altro che rappresenta, logicamente, il suo giusto segreto. Però, importantissimo, è sottolineare che la farina di grano usata nella lavorazione proviene da una pianta non modificata geneticamente, quindi non causa di allergie varie che hanno portato a sviluppare nel tempo la famigerata ” celiachia “, malattia allergica del secolo che colpisce le persone di costituzione più debole quando assumono prodotti, appunto, a base di grano modificato, quello maggiormente presente sul mercato.

Enzo Umbi

Io ho sposato la causa di Muscolo di Grano e del suo profeta ormai da molti anni e la mia salute e quella del mia famiglia sono decisamente migliorate, tant’è che mi onoro del pregio di esserne diventato testimonial ufficiale. Infatti nella foto sopra mi vedete insieme a Enzo Marascio festeggiare la vittoria dell’Oscar Green a Expo Milano. Ne sono orgoglioso, anche per la consapevolezza che Muscolo di Grano, oltre a migliorare la qualità della vita di ognuno, in un futuro prossimo sarà anche in grado di offrire benefici all’occupazione agricola, creando molti posti di lavoro, e non solo in Calabria o in Italia, … ma in tutto il mondo, e, ne sono più che convinto!

ISCA

Umberto Napolitano

famigli d'italia

Muscolo di Grano a Expo 2015 in rappresentanza della regione Calabria, ma in proiezione del mondo intero.

aprile 19, 2015

Bistecca-di-grano-552x414Carissimi amici, da una vita ormai vi parlo di Muscolo di Grano e delle sue infinite qualità. E’ con orgoglio che oggi vi propongo un articolo appena pubblicato da Il Sole 24 Ore food e firmato da Donata Marrazzo.  Non ho altro da aggiungere se non invitarvi a leggere il post e ad andare a visitare il sito di Muscolo di Grano.

SUCCULENTA E SAPORITA, MA NON E’ CARNE. ECCO LA BISTECCA DI GRANO.

Non è tofu, non è seitan, non è tempeh: somiglia alla carne, ne ha il colore e la consistenza, compresa pelle, muscoli e cotenne, ma è un prodotto completamente vegetale. Biologico e italiano.  E’ opera di un calabrese di Isca Marina (provincia di Catanzaro) che anni fa dovette trovare un’alternativa salutista a salsicce e bistecche, dopo una diagnosi di diabete mellito (accompagnato da ipertensione). Negli anni Enzo Marascio ha affinato una  ricetta rivoluzionaria, quella del Muscolo di grano.

Frumento e lenticchie, la ricetta del Muscolo di grano

Si ottiene  mixando in un recipiente la farina di frumento (Senatore Cappelli) e quella di legumi (prevalentemente lenticchie) per migliorare il prodotto dal punto di vista nutrizionale e  aggiungendo una miscela di acqua e olio. Si amalgama il tutto fino a creare un composto che lentamente cambia colore e modifica la consistenza. Si profuma con erbette e rosmarino. Poi l’impasto riposa. Dosaggio degli ingredienti, tempi, lavorazione:  «Non c’è nulla di segreto – precisa Marascio – è un procedimento del tutto personale con cui realizzo rollé, prosciutti, bistecche, anche nduja e soppressate». Perché a seconda della carne vegetale da produrre, il commercialista di Isca Marina cambia la struttura del suo impasto. E con l’aggiunta delle spezie rinnova il sapore.

Dalla Calabria a Expo per combattere la fame nel mondo

Fra qualche settimana il Muscolo di grano sarà in mostra a Expo 2015, per rappresentare la Calabria insieme a tutte le rinomate eccellenze della regione. E  offrirà molti spunti di riflessione: la coltivazione del grano di taglia ridotta (“nanizzato”) e le sue mutazioni genetiche, l’alimentazione vegana e vegetariana, il problema della diffusione della celiachia, quello della fame del mondo. Enzo Marascio, in realtà, intende dare davvero con il suo prodotto un contributo per combattere la fame nel mondo. Farlo diventare il cibo del futuro (è privo di colesterolo e ha un alto contenuto di fibre e proteine). A costi bassissimi: le materie prime per produrre 1 kg di carne da agricoltura costa meno di 1 euro. L’imprenditore calabrese è pronto a consegnare il suo brevetto alla Fao, con cui ha già contatti.

L’attitudine zen di un vegano integrale

Vegano integrale, con un’attitudine vagamente zen, Enzo Marascio ha cresciuto con grano e legumi tutta la sua famiglia: «Dobbiamo avere più rispetto per la natura, comprendere che la mucca ci serve per il latte, la gallina per le uova, il melo per le mele». Così la scelta di eliminare la carne dalla sua tavola ha raggiunto motivazioni etiche. Oggi la figlia è crudista, il figlio e la moglie vegetariani. «Tutto è iniziato quando i bambini andavano a scuola: ero contrario alle merendine consumate durante la ricreazione o ai pasti della mensa. Con le mie patologie sapevo quali fossero i rischi.  Ma non volevo che i miei figli si sentissero discriminati. Così cercavo di rendere le mie frittelle vegetali sempre più saporite e simili nell’aspetto al pollo che consumavano abitualmente i compagni di classe. Com’è finita? Che gli altri bambini mangiavano le frittelle dei miei figli, e così ho cominciato ad aumentare le dosi».

Vip tra i consumatori vegani e vegetariani

Nel piccolo laboratorio calabrese, Marascio prepara il suo Muscolo di grano per la sua famiglia e una clientela selezionata. Tra i consumatori molti vip (Jovanotti, Fiorello, Lorella Cuccarini, Marco Columbro), compreso  Marco Bianchi, il giovane “chef ricercatore” della Fondazione Veronesi. Perfino Bill Gates, impegnato da anni in progetti contro la fame nel mondo e tra gli investitori di Beyond Meat, società che produce derivati della soia (carni sintetiche e proteine vegetali), conosce il muscolo vegetale made in Italy. «Cinque anni fa a Londra –  racconta  Enzo – due cuochi lo prepararono per Paul McCartney». Ma oggi incentivare la produzione significherebbe avere più grano a disposizione, prenotarlo con anticipo. L’industria alimentare manifesta interesse. Ma Marascio non è precipitoso.

A Minneapolis la prima macelleria vegana

Nel mondo aumenta ovunque il consumo di carne vegetale: in Italia vegani e vegetariani sono circa  4 milioni (dati Eurispes). Spesso in cucina trovano ispirazione nelle tradizioni asiatiche: mangiano tofu, che è un derivato della soia, il seitan, prodotto con la farina integrale di grano tenero, il tempeh che si ottiene con la fermentazione dei  fagioli di soia cotti. A Minneapolis due fratelli, grazie al crowdfunding,  hanno aperto la prima macelleria vegana: salsicce, filetti e pancetta “free meat”, da agricoltura a km0, accompagnati da sciroppo d’acero, salsa di soia, polvere di barbabietola e di cipolla, nettare di agave e mirin. Hanno motivazioni forti: «Lo sfruttamento agricolo e le emissioni di gas serra, la deforestazione, l’ inquinamento,  lo smodato consumo idrico, di suolo e di carburante, l’ utilizzo di fertilizzanti e di mangimi». E la volontà di  risparmiare maltrattamenti a miliardi di animali.

by  

fonte  Il Sole 24 Ore food

introduzione a cura di

Umberto Napolitano

famigli d'italia

Amministrative 2010: hanno vinto tutti, tranne gli italiani… oltre un terzo si è rifiutato di votare

marzo 30, 2010

Liguria, Emilia e Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Basilicata e Puglia al centro-sinistra; Piemonte, Lombardia,Veneto, Lazio, Campania e Calabria al centro-destra. 7 a 6, un esito finale  che non scontenta nessuno; infatti, se i primi vincono per numero di regioni conquistate, i secondi prevalgono per il numero di cittadini rappresentati.

Domanda: ma cosa faceva il 36,26 degli italiani, mentre l’altro 63,74 compiva il proprio dovere?…

Risposta: latitava per totale disinteresse e disaffezione cronici ai fatti della politica nazionale.

Morale: che i politici meditino se non  pesi un po’ sulla loro coscienza la realtà di un’ Italia, se nulla cambia, condannata a  regredire lentamente e inesorabilmente  insieme al suo popolo…

 

Famiglie           d’Italia

Umberto Napolitano

Frana di Maierato… la temevano in tanti, ma ci credevano in pochi

febbraio 18, 2010

Circa un anno fa pubblicavo su questo blog un articolo dell’amico Nicolino La Gamba, il quale lanciava un accorato allarme per il grave stato di dissesto di gran parte del territorio calabrese ed in particolar modo di quello vibonese,  invitando il Prefetto a radunare tutti gli attori responsabili attorno ad un tavolo per  ” determinare una serie di attività concertate per  la tutela e la messa in sicurezza del territorio “. Dopo la recente frana che ha visto sgretolarsi mezza montagna intorno a Maierato, solo ora si può comprendere come i suoi timori fossero profeticamente e tragicamente reali. Per cui oggi,  per permettervi un’ analisi  più approfondita, ritengo doveroso riproporvi l’articolo in oggetto ed invitarvi ad un’ ulteriore e seria riflessione. (more…)

Spari e sprangate: l’Italia degenera

gennaio 9, 2010

E dai e dai… e la scintilla è scoccata! Tra risse parlamentari e scambi di insulti, tra proposte assurde e richieste insensate, tra buonismo di facciata e fermezza esagerata, tra moschee negate e crocifissi banditi… si è creato un caos tale ed un clima talmente  surriscaldato, che alla prima occasione è scoppiata la rissa e…chissà che cos’ altro potrà ancora accadere! Sto parlando di quanto sta avvenendo in Calabria, nella rivolta scoppiata prima da parte degli extracomunitari del luogo che hanno attaccato, e, in seguito, da parte dei cittadini offesi che hanno reagito all’ invasione e distruzione delle proprie cose offendendo e distruggendo a loro volta: naturalmente, il tutto sotto una probabile regia occulta ad opera di chi campa e prospera sull’odio e sul disordine. La rivolta è scoppiata, come al solito, tra poveri nei confronti di altri poveri. Poco lavoro malpagato, ed interessi che si intrecciano senza regole e  rispetto di nessuno, hanno probabilmente ispirato la mano di chi ha sparato per primo innescando la miccia e le reazioni a catena : è in questo modo, purtroppo, che cominciano tutte le guerre… (more…)

Notte di San Lorenzo, notte di desideri

agosto 10, 2009

StelleCadentiA215Attualmente mi trovo in Calabria, a Vibo Valentia. La luna è ancora quasi piena ed il cielo notturno appare un manto di stelle di una bellezza indescrivibile. Questa notte alzerò il naso al cielo, come probabilmente faranno molti di voi, ed esprimerò un desiderio per ogni stella che vedrò cadere. La prima sarà per i politici, Berlusconi, Fini, Bersani, Franceschini, Di Pietro e Casini, con il desiderio espresso che la smettano di litigare una volta per tutte e siano meno egoisti…che lavorino e lascino lavorare, perché gli interessi del popolo vengono prima dei loro. La seconda sarà per questo posto che mi ospita, il Lido degli Aranci di Vibo marina, (more…)

Berlusconi indagato per i voli di Stato: eurorassegnamoci, non ne usciremo mai!

giugno 4, 2009

https://i0.wp.com/www.rainews24.it/ran24/immagini/berlusconi_Brambilla.jpgIeri sera a Porta a Porta Silvio Berlusconi ha spiegato a Bruno Vespa e a tutti gli italiani le sue ragioni. Purtroppo, abbiamo assistito all’ennesima giustificazione, anche se ormai non più richiesta dalla maggior parte degli italiani, in quanto chi si è fatta un’idea non credo si faccia a questo punto influenzare (more…)

Forse bonaccia: ritorniamo a parlar di politica

giugno 1, 2009

Mare piatto, forse ci siamo: le ultime rivelazioni di Libero potrebbero aver puntellato definitivamente gli attacchi scandalistico-familiari alla leadership nazionale, sancendo una specie di pareggio fra Veronica Lario e Silvio Berlusconi; lei ha l’amante e il Premier al massimo si consola, ma senza eccedere. … (more…)

Lido degli Aranci, villaggio turistico vittima della burocrazia

maggio 18, 2009

Aiutiamo a ricostruire il Lido degli Aranci. Cari amici, io sono legatissimo al mitico villaggio turistico Lido degli Aranci di Vibo Valentia Marina: vi ho vissuto le estati più belle della mia gioventù, quand’ero un cantante famoso e, soggiornandovi ogni estate , da lì mi spostavo al pomeriggio per andare a fare le serate ( gli spettacoli ), per rientrarvi, però, puntualmente ogni notte. (more…)