Posts Tagged ‘Cavenago di Brianza’

Sem Galbiati, sindaco di Cavenago di Brianza: comunicato stampa dell’8 marzo

marzo 10, 2012

In data 21 gennaio questo blog aveva pubblicato un comunicato stampa relativo ad una proposta del Sindaco Sem Galbiati per l’accorpamento dei comuni sotto i 15.000 abitanti indirizzata al Presidente del Consiglio On. Mario Monti. ( vedi  ).Ora, a distanza di circa 2 mesi, la sua proposta è giunta a ” destinazione “, per cui mi pare interessante, giusto e doveroso mettervi a conoscenza anche dell’ultimo suo comunicato stampa per rimarcare ulteriormente l’opera di un sindaco adeguato ai tempi che non si accontenta di eseguire ma, anche e soprattutto, si adopera per proporre. E noi di Famiglie d’Italia ci impegneremo a sostenerlo sempre affinché il suo esempio venga recepito ed imitato.

 

COMUNICATO STAMPA [8 Marzo 2012]

Ufficio Comunicazione  ( Piazza Libertà 18 | 20873 Cavenago di Brianza (MB) )

Codice Fiscale 01477970154 | Partita IVA 00714490968 Tel 0295241491 Fax 02.95241455 comunicazione@comune.cavenagobrianza.mb.it

OGGETTO: Lettera del Sindaco Sem Galbiati ai sindaci dei comuni limitrofi in merito alla proposta di accorpamento dei comuni sotto i 15.000 abitanti.

 

Negli scorsi giorni ho ricevuto con piacere la risposta alla lettera che qualche tempo fa avevo inviato al Presidente del Consiglio On. Mario Monti in cui indicavo nell’accorpamento dei comuni inferiori ai 15.000 abitanti una strada per ridurre la spesa pubblica e contribuire alle misure messe in atto per dare termine al periodo di crise economica italiana.

La Segreteria del Presidente della Camera mi ha informato che la mia missiva è stata trasmessa alla commissione parlamentare competente. Ho subito deciso di far seguire all’idea espressa  una serie di iniziative sul territorio; sono solito pensare che a buoni propositi vadano fatte seguire azioni concrete che diano l’avvio a processi tangibili sul territorio. Innanzitutto ho scritto ai miei colleghi sindaci dei comuni confinanti, nello specifico Agrate Brianza, Cambiago, Ornago, Burago Molgora, Basiano Masate al fine di proporre un primo momento di riflessione sul tema e l’avvio di un confronto profiquo che possa valorizzare al meglio la sinergia territoriale che è a fondamento della mia proposta. Da un lato mi è parso imprescindibile sottolineare la positività e importanza dellle esperienze di convenzionamento dei servizi già messe in atto, dall’altro ho evidenziato il carico innovativo di una proposta che oltre l’integrazione amministrativa degli enti locali ne determini anche un’integrazione politica.

Mi auguro che la mia lettera sia da stimolo ad una prima riflessione sul tema e che i sindaci chiamati in causa si facciano portatori nei rispettivi Consigli Comunali di una discussione costruttiva sulla mia proposta. In uno dei prossimi Consigli Comunali convocati a Cavenago di Brianza mi farò personalmente promotore di una discussione sulle specifiche della proposta e nei prossimi mesi mi impegnero, con la mia Amministrazione a organizzare una giornata assembleare, aperta ad amministratori locali della zona e cittadini in cui approfondire e delineare l’idea anche grazie al supporto di tecnici. Ritengo che in un momento strategicamente così importante per il rinnovamento e la creazione di un modo nuovo di intendere la politca degli enti locali anche la partecipazione attiva al dibattito di cittadini e realtà territoriali contribuisca ad arricchire, rimodellare e rendere ancorà più specifica la mia idea.

Penso che una parte importante nel percorso di questa idea possano svolgerla anche gli organi di comunicazione che presentando ad un pubblico più ampio queste idee frutto della mia esperienza sul territorio possano favorire un confronto costruttivo ad opera di quella rete territoriale fatta di cittadini, associazioni, imprenditori che ha, in questo momento, la responsabilità attiva di costruire il nuovo futuro del nostro paese.

Vi chiedo quindi, per quanto possibile, di farvi portatori di questo messaggio e resto a vostra disposizione per un incontro in cui approfondire e dettagliare al meglio le specifiche di questa nuova proposta.

Saluti

Il Sindaco di Cavenago di Brianza

Sem Galbiati

introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Sem Galbiati, il sindaco di Cavenago di Brianza, scrive al Presidente del Consiglio e propone…

gennaio 21, 2012

Presa visione solo ora di questo comunicato stampa, Famiglie d’Italia reputa importante portarlo alla vostra conoscenza. Seguiamo con interesse il Sindaco Sem Galbiati ormai da tempo e siamo convinti che onori al meglio il suo mandato con proposte e fatti sempre innovativi.

 

COMUNICATO STAMPA [17 gennaio 2012]

Segreteria particolare del Sindaco Piazza Libertà 18 | 20873 Cavenago di Brianza (MB). Codice Fiscale 01477970154 | Partita IVA 00714490968
Tel 0295241492 Fax 02.95241455 nadia.angeloni@comune.cavenagobrianza.mb.it

OGGETTO: Proposta del Sindaco Sem Galbiati per l’accorpamento dei comuni sotto i 15.000 abitanti indirizzata al Presidente del Consiglio On.Mario Monti

In questo momento difficile per l’economia italiana mi trovo, come sindaco, a sentire molto forte la responsabilità del compito che svolgo al servizio del mio paese; ogni giorno mi confronto direttamente con le esigenze dei miei cittadini, e, in questi mesi, è sempre più forte la percezione della drammatica e pesante ricaduta della crisi economica sulla popolazione.
Già nel 2009 io e la mia giunta avevamo percepito la problematicità incombente della situazione e con una manifestazione simbolica, spostando il comune in piazza, sotto le tende, avevamo cercato di lanciare un primo appello alle istituzioni centrali per segnalare come i continui tagli agli enti locali stavano pesantemente inficiando le possibilità del comune di intervenire a favore dei cittadini in difficoltà e bisognosi di un sostegno economico e di servizi da parte dell’Amministrazione comunale.
Il mio appello, come altri lanciati da diversi sindaci italiani era caduto inascoltato e la realtà, anche a causa dell’aggravarsi della crisi economica europea si è rivelata peggiore di quanto si prospettasse.
Nello spirito di servizio che ha sempre mosso la mia attività politica e amministrativa mi sono domandato come, in prima persona, avrei potuto contribuire al risanamento della situazione in stretta collaborazione e con profondo rispetto per il nuovo governo che si sta muovendo per cercare soluzioni efficaci.
Dopo un attenta e profonda rilfessione, alla luce di confronti con la mia giunta e approfondimenti sulla realtà economica italiana ed europea mi sono convinto che la strada migliore da percorrere in questo momento critico sia quella di un convinto rinnovamento della realtà dei comuni e di un profondo mutamento degli stessi che trasformi l’ente pubblico locale con una nuova concezione ancora più vicina ai principi di efficacia, effiicienza ed economicità.
Di qui la mia proposta di accorpare i comuni più piccoli e di portare a 15.000 abitanti la soglia minima per la costituzione di un ente locale. Ho dapprima comunicato questa idea ai miei cittadini con gli auguri natalizi e ora ho inviato una lettera al Primo Ministro Monti nella convinzione che la rinascita del paese possa partire anche dal contributo delle piccole realtà locali che costituiscono il cuore pulsante della vita politica nazionale.
Mi rendo conto che la proposta possa risultare, di primo acchito, molto impopolare; viviamo in una realtà nazionale storicamente frammentata e in alcuni casi campanilista ma la mia proposta non fa altro che accelerare e palesare modalità operative già in essere quali la gestione di servizi in convenzione che molti comuni stanno attuando già da alcuni anni.
Nei prossimi giorni provvederò a contattare i miei coleghi sindaci in modo da illustrare anche a loro la proposta nel tentativo di creare un movimento globale e importante che si proponga “dal basso” come motore di questo rinnovamento.
In conclusione chiedo anche a voi giornalisti la collaborazione al fine di spiegare e diffondere l’idea ai cittadini e mi rendo da subito disponibile per incontrarvi e discutere insieme le specifiche del mio discorso.
Ringraziandovi per la preziosa collaborazione e la disponibilità vi saluto cordialmente.

Il Sindaco di Cavenago di Brianza
Sem Galbiati

introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Sem Galbiati, sindaco di Cavenago di Brianza, scrive a Babbo Natale

dicembre 17, 2010

Tra le tantissime letterine che in questo periodo sono indirizzate a Babbo Natale, me ne è capitata tra le mani, attraverso vie privilegiate che ometto, una molto carina ed interessante che un intraprendente ed indomito sindaco di una cittadina della Brianza ha inviato con amore e con speranza al grande vecchio che da sempre esaudisce in questo periodo i desideri più reconditi di bimbi ed adulti buoni. Sem Galbiati è un buon uomo e sindaco diligente che svolge con onestà ed applicazione il proprio incarico… per cui Babbo Natale non potrà esimersi dall’ impegnarsi affinché le sue richieste vengano esaudite.

LETTERA DI UN SINDACO A BABBO NATALE (more…)

Verde Futuro, convegno di Cavenago: la relazione completa

maggio 11, 2010

Servizio a cura di Stefano Micheli

VERDE  FUTURO. Convegno organizzato dal Comune di Cavenago Brianza dal 7 al 10 maggio 2010, patrocinato dalla Provincia di Monza e Brianza, Confindustria Monza e Brianza e dal Politecnico di Milano.

L’efficiente gestione dell’energia e l’utilizzo delle fonti rinnovabili sono lo strumento principale per il risparmio energetico. La consapevolezza delle problematiche legate all’ambiente deve essere finalizzata alla messa in opera di misure ed azioni concrete che siano, ove possibile, anche stimolo all’economia sul territorio. (more…)

” Verde futuro ” a Cavenago… con Galbiati sempre ” presente “

maggio 9, 2010

Ho voluto dare ampio risalto all’immagine di una ” Giunta  con la ” G ” maiuscola da prendere ad esempio, perché capace di guidare il proprio Comune in simbiosi con i cittadini e le loro problematiche ma, soprattutto, avvalendosi di regole chiare, oneste e produttive. Una giunta, quella di Cavenago di Brianza, capitanata dal sindaco Sem Galbiati, un uomo giovane e deciso, che, in un era di “ chiacchiere “, ha anteposto a queste la realtà del “ fare ” con impegno e visione al di sopra di ogni interesse che non sia quello dei cittadini rappresentati. (more…)

Colores de Madre: Venezuelala e Cavenago di Brianza uniti nell’amore per l’arte

marzo 12, 2010

 Tra Famiglie d’Italia, il comune di Cavenago di Brianza ed il Consolato in Milano della Repubblica Bolivariana del Venezuela sono nati ormai da tempo un bel feeling ed una reciproca collaborazione, per cui ci si incontra spesso per vivere insieme momenti ed iniziative culturali importanti, come quello di sabato scorso, 6 marzo, che ha visto l’inaugurazione di una stupenda mostra fotografica dedicata alla donna ed al miracolo della sua maternità. Teresa Carreño, l’autrice delle opere presentate, è nata a Caracas nel 1965. Dal 1990 risiede a Milano ed i suoi reportage sono stati pubblicati sui maggiori quotidiani e riviste  internazionali, tra cui uno sulla guerra nella ex Jugoslavia, il Kosovo, e sulla campagna delle Women Black di Belgrado contro la guerra. Le sue fotografie esprimono uno sguardo personale verso i comportamenti sociali, dei quali vengono evidenziati temi attuali quali quelli riguardanti la crisi dell’istituzione famigliare e le difficoltà di integrazione nella società multietnica. (more…)

A Milano si fa… con ESAE srl e Famiglie d’Italia

gennaio 20, 2010

Come vi avevamo preannunciato qualche giorno fa, da domani l’impegno della nostra Associazione comincerà ad aggiungere alle parole anche  fatti concreti ed iniziative intelligenti.

ESAE srl, Spin-off dell’Università degli Studi di Milano e FAMIGLIE D’ITALIA sono  lieti di
invitarva a partecipare al Convegno
 “A MILANO SI FA”
 il giorno 21 gennaio dalle ore 14,00 alle 20,00
 presso l’Aula Magna della Facoltà di Agraria in Via Celoria 2,  Milano

“A MILANO SI FA“
il giorno 22 gennaio 2010, dalle ore 18.00 alle ore 23.00
presso il Palazzo Rasini Salone di Apollo, Piazza Libertà, 18
  Cavenago di Brianza (MB)

(more…)

Le energie rinnovabili e le isole dell’energia

ottobre 23, 2009

Ho il piacere di introdurvi  nel mondo delle energie rinnovabili attraverso una relazione dell’Ing. Mauro Langfelder, presentata alla riunione della Consulta GeoDomotica Lombarda e della quale vi ho parlato ieri.

energie

” Cominciamo per semplicità dalle energie rinnovabili, partendo dal solare  e dall’eolico, che sommate sono per noi un piccolo primato di pochezza, anche se ci compiacciamo nella considerazione della percentuale di incremento a tre cifre di quest’anno sul precedente: circa un trentesimo della Germania e l’ultimo posto in Europa sono la realtà!... Consideriamo sia il solare cosiddetto termico che produce acqua calda, utilizzabile anche per azionare turbine a vapore, sia il fotovoltaico in grado di fornire direttamente energia elettrica.

 

(more…)

Cavenago di Brianza, un comune che cammina con l ‘ ” agire ” un passo avanti

ottobre 6, 2009

cavenag01L’immagine del Palazzo Rasini ( 1.500 ), residenza  per tre secoli della nobile e famosa famiglia lombarda, recentemente restaurato e perfettamente funzionante, mi offre lo spunto per introdurvi nel mondo di un comune alle porte di Milano dove passato, presente e futuro, amministratori, strutture e cittadini danno l’impressione, a chi si affaccia per la prima volta sul loro territorio, di camminare in simbiosi per il bene collettivo. Grazie alla mia amicizia con l’assessore alla cultura Emanuela Tavormina, sabato scorso 3 ottobre, ho partecipato all’inaugurazione della mostra ” Itinerari d’arte “, con la presenza di opere di otto grandi artisti contemporanei, introdotta dalla critica d’arte Consuelo Hernandez ed organizzata in occasione della festa del paese. Per saperne di più vi invito a visitare il sito internet di Cavenago di Brianza , che vi accoglie così: (more…)