Posts Tagged ‘Emergency’

Aveva ragione Gino Strada… era una bufala!!!

aprile 19, 2010

Come il 12 aprile scorso avevamo dato risalto alla notizia dell’arresto di tre medici italiani in Afghanistan, evidenziando con  tristezza l’eventualità della caduta ai nostri occhi dell’ennesimo mito, in questo caso quello degli operatori di Emergency che si sacrificano e rischiano la vita ogni giorno nelle loro missioni di pace e di  solidarietà, ora con gioia festeggiamo la loro liberazione e caliamo un velo pietoso sul ” penoso “episodio gridando, però, a tutta voce: AVEVA RAGIONE GINO STRADA… ERA UNA BUFALA!!!

Famiglie                  d’Italia
 
Umberto Napolitano

Da Omnibus ad Anno Zero, la guerra dei media è ripartita parlando di Silvio e di… pace

aprile 16, 2010

Ieri mattina ho aperto gli occhi e mi sono trovato immediatamente di fronte ad un annuncio mediatico di Omnibus su La7  che suonava come un’ oscura minaccia per tutti noi, evidenziata nel titolo in basso: AAACercasi premier per il 2013

Perché una minaccia?… Perché mi è parso il funesto annuncio di tre anni futuri  di scontri e polemiche dedicati ancora ed esclusivamente alla solita solfa, ovvero a Silvio Berlusconi ed al modo di come abbatterlo politicamente pronosticandone, giorno dopo giorno, i vari possibili successori… un incubo! (more…)

Afghanistan, help!… Da noi è primavera, ma i miti cadono come le foglie in autunno

aprile 12, 2010

Le notizie che arrivano dall’Afghanistan sono sconvolgenti: i tre medici italiani di Emergency arrestati avrebbero confessato di far parte del piano per uccidere il governatore di Helmald e benché Gino Strada gridi ” è una bufala! “, le autorità afghane accusano i tre italiani anche di aver assassinato  Adjmal Nashkbandi, l’interprete di Daniele Mastrogiacomo, giornalista del quotidiano La Repubblica, rapito il 5 marzo 2007, a pochi chilometri da Lashkargah, capoluogo della provincia meridionale di Helmand, insieme all’autista Sayed Haga, di 25 anni, e, appunto, al giornalista Adjmal Nashkbandi, di 23, che gli faceva da interprete. Mentre Mastrogiacomo alla fine fu rilasciato, il suo interprete, prima liberato e poi ripreso dai talebani, fu assassinato una ventina di giorni dopo. Il Times ( fonte TgCom ) ricorda che all’epoca alcuni operatori dell’ospedale di Emergency vennero accusati dalle autorità di Kabul di aver avuto un ruolo nel rapimento del giornalista italiano. Secondo il quotidiano britannico, “la pressione del governo italiano bloccò ulteriori indagini” sull’ospedale da parte delle autorità afghane. (more…)